125 disp. dir., XXII, Milano, 1972, 428 ss. dir. Se, al contrario, l’evento colpisce una parte quando sono già scaduti i termini di costituzione di entrambe le parti e nessuna si è costituita, si perfezionata la fattispecie prevista dall’art. Mass., 2009, 949), che, nelle cause soggette alla sospensione feriale dei termini processuali, si sospende durante la pausa estiva (Cass., 3.3.2004, n. 4297, in Giust. Mass., 2009, 836; Cass., 27.4.2004, n. 8054, in Giust. L’individuazione dei legittimati a riassumere non presenta, di regola, particolari problemi: può riassumere solo chi è già parte nel processo, ivi compreso l’interveniente adesivo dipendente; ovviamente, il processo va riassunto anche nei confronti di questo soggetto. proc., 2008, con nota di Saletti, A., Processo cumulato ed interruzione), la soluzione oggi accolta è nel senso che in ipotesi di trattazione unitaria o di riunione di più procedimenti relativi a cause connesse e scindibili – che comporta di regola un litisconsorzio facoltativo tra le parti dei singoli procedimenti confluiti in un unico processo - l’evento interruttivo relativo a una delle parti di una o più delle cause connesse opera di regola solo in riferimento al procedimento (o ai procedimenti) di cui è parte il soggetto colpito dall’evento. Sospensione, interruzione ed estinzione del processo Corso di diritto processuale civile, a.a. 2013/2014 301 c.p.c. ): in linea di massima si usa questo secondo quando non vi sia una udienza già fissata e la prima quando, invece, l’udienza vi sia. Roma, 4.12.2001, in Giur. La riassunzione del processo interrotto avviene, a seconda dei casi, mediante citazione riassuntiva o ricorso (cfr., ad es., artt. Innanzitutto, secondo quanto previsto dall'articolo 295, la sospensione del processo si profila come necessaria ed è disposta dal giudice in ogni caso in cui egli stesso o un altro giudice debba preliminarmente risolvere una controversia, dalla cui definizione dipende la decisione della caus… In sostanza ci si può costituire in prosecuzione nei medesimi casi in cui – in ipotesi di riassunzione – si procede mediante citazione; diversamente va utilizzato il ricorso. fall., il quale espressamente prevede che «l’apertura del fallimento determina l’interruzione del processo», ha importanti conseguenze in relazione all’individuazione del momento in cui la fattispecie interruttiva si perfeziona, nel caso in cui l’evento colpisca la parte costituita a mezzo procuratore: alla luce della riforma attuata con il d.lgs. I giudici delle leggi hanno però deciso nel senso dell’inammissibilità della questione di illegittimità costituzionale prospettata, in quanto «la relativa soluzione rientra nelle scelte discrezionali del legislatore» (C. A cura dell'istante ricorso e decreto vengono notificati a coloro che debbono costituirsi per proseguirlo. È un arresto temporaneo del processo determinato dalla necessit à di assicurare l ' effettivit à del contraddittorio [ Contraddittorio (Principio del) ], a seguito di eventi che abbiano menomato l' attiva partecipazione al processo delle parti o dei loro rappresentanti legali o dei loro procuratori in giudizio. In tutti gli altri casi si procede con ricorso. avveratisi o notificati dopo la chiusura della discussione davanti al collegio, non producono effetto se non nel caso di riapertura dell’istruzione (Cass., 18.1.2006, n. 825, in Giust. L' interruzione del processo è un istituto del diritto procesusale civile italiano, disciplinata dagli art. del c.p.c., che riguarda l'arresto del processo nelle ipotesi in cui si verifichi un evento in grado di impedire il pieno realizzarsi del contraddittorio. A cura dell'Avvocato Francesco Iuliano. Però, anche nel giudizio di legittimità, sussistono numerose attività che si perfezionano solo ad impulso di parte, sicché l’attività difensiva non si esaurisce con la proposizione del ricorso o del controricorso; essa, al contrario, conosce dei momenti fondamentali nella produzione di nuovi documenti riguardanti l’ammissibilità del ricorso e del controricorso, attività possibile anche dopo il deposito di detti atti (art. Diversa è la regola in caso di morte di una delle parti. Invia una email a info@alessandrobaldoni.it. La costituzione può avvenire in cancelleria o in udienza; quanto al ricorso, vale quanto detto per quello in riassunzione. 3, co. 1, 24, co. 2, e 111 cost. 669 sexies, co. 2, c.p.c. ; c) infine quando l’evento interruttivo colpisce il difensore della parte costituita, tramite suo, in giudizio (art. Se l'evento interruttivo si verifica dopo la costituzione in giudizio, l'art 300 prevede che: l'interruzione si verifica automaticamente se la parte si è costituita personalmente. 110 c.p.c., con conseguente interruzione del processo (per un ampio quadro ricostruttivo, sulle posizioni della giurisprudenza e della dottrina prima dell’entrata in vigore del d.lgs. In particolare si procede con citazione riassuntiva: a) quando l’evento ha colpito la parte prima della costituzione in giudizio, se la controparte è già costituita o non è ancora scaduto il termine per la sua costituzione, sempreché il lasso di tempo che residua dopo l’evento interruttivo sia sufficiente per rispettare i termini posti dall’art. civ. trim. 3.1 Con riferimento alla parte (persone fisiche e giuridiche). 299 c.p.c. Quando l’evento colpisce una parte contumace il processo non si interrompe immediatamente, ma a partire dal momento in cui il fatto interruttivo è documentato dall’altra parte o è notificato ovvero è certificato dall’ufficiale giudiziario nella relazione di notificazione di uno dei provvedimenti di cui all’articolo 292 c.p.c. civ. proc., 2006, 1425, con nota di Finocchiaro, G., L’interruzione «dimezzata» in cassazione). In particolare non vale la dichiarazione che sia stata resa in udienza dal procuratore di controparte, che non può presumersi conosciuta, vista l’inapplicabilità dell’art. cost., 1967, 165) e a quelli di cui agli artt. civ. L’art. e ciò mediante una concisa individuazione degli estremi della causa. Lo stretto collegamento esistente tra interruzione del processo e principio del contraddittorio vale anche ad individuare i procedimenti speciali in cui l’interruzione non trova applicazione. 171, co. 1, c.p.c. ), nella discussione e nelle osservazioni scritte sulla conclusioni del pubblico ministero (art. 286, ult. MOVIMENTO F O R E N S E P A D O V AP A D O V A Breve Compendio Giurisprudenziale del Processo Civile Telematico Anno 2017 a cura dell’Avv. Mass., 1996, 1323): ciò perché l’interruzione opera sul processo e ha in esso il suo oggetto, sicché, mancando un processo, non trovano applicazione neppure le norme sull’interruzione. e sia stata fissata, precedentemente all’evento stesso, un’ulteriore udienza, che consenta, anche qui, il rispetto dei termini di comparizione. Mass., 2012, 221). Il codice di procedura civile disciplina, nella sezione intitolata Dell’interruzione del processo, una serie di fatti (morte o perdita di capacità della parte o del suo legale rappresentante; morte, sospensione o radiazione del procuratore legale) che hanno come comune caratteristica quella di menomare la possibilità della parte di difendersi adeguatamente in giudizio. Gli atti posti in essere successivamente all’evento interruttivo – qualora il processo di fatto prosegua – sono nulli, al pari della sentenza eventualmente pronunciata; trattandosi però di nullità o non di inesistenza, la stessa è soggetta al principio generale della conversione delle nullità in motivi di impugnazione (Cass., 22.3.1996, n. 2493, in Giust. civ. 305 c.p.c. Mass., 2009, 1396). C. conti, 1989, 166), salvo che dal processo verbale d’udienza emerga la presenza della parte rimasta priva del difensore (Cass., 7.10.1998, n. 9918, in Giust. (C. La sospensione del processo è l’ interruzione momentanea delle attività processuali che può avvenire in ambito di processo civile, penale e amministrativo. proc. 299 e ss. dalla comunicazione dell'ufficiale giudiziario preposto alla notifica, se la parte è contumace; dalla dichiarazione del procuratore in udienza se la parte si è costituita per mezzo del procuratore. Ricorso e decreto sono notificati alle altre parti a cura dell’istante (per approfondimenti sull’atto e sul procedimento riassuntivo si veda Saletti, A., La riassunzione del processo civile, Milano, 1981, 292 ss.). 176, co. 2, c.p.c. 820, co. 3, c.p.c. e trova pertanto applicazione la relativa disciplina anziché quella dell’art. Se, invece, si verifica uno dei fatti interruttivi previsti dall’art. . Tuttavia tali fatti si atteggiano diversamente a seconda che si tratti di persone fisiche o giuridiche. al plur., i proci,... Con riferimento alla parte (persone fisiche e giuridiche), I legittimati alla riattivazione del processo, Termine per la riassunzione e la prosecuzione e sua decorrenza, Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani S.p.A. © Tutti i diritti riservati. 328 c.p.c., che disciplina l’operatività degli stessi quando oggetto dell’interruzione siano dei termini e non il processo. si verificano prima che il processo sia stato instaurato (Cass., 26.9.1996, n. 8498, in Giust. Mass., 2003, 365; Cass., 5.10.2001, n. 12294, in Corr. civ. Ciò detto, va però precisato che i fatti interruttivi, se non provocano l’arresto del processo esecutivo, non sono per questo privi di rilevanza. È fatto interruttivo pure la dichiarazione di fallimento di una parte, ma solo limitatamente ai giudizi aventi ad oggetto rapporti patrimoniali compresi nel fallimento, restando negli altri casi del tutto irrilevante la sopravvenuta dichiarazione di fallimento, come si evince dall’art. Diritto on line (2013). co., c.p.c. civ. operano sempre istantaneamente al loro verificarsi, producendo ipso iure l’interruzione del processo, indipendentemente dal fatto che ne sia stato colpito l’attore o il convenuto. civ. 305 c.p.c. Amministrazione di sostegno ed interruzione del processo civile di Daniele Agostinelli Trib. 299 c.p.c. Mass., 2010, 59). 17.1.2003, n. 6, si rinvia a Santagada, F., Fusione e cancellazione di società e vicende del processo (Parte I e Parte II), in Giusto proc. civ. L’interruzione è quindi espressione del principio del contraddittorio e sua funzione è quella di tutelarne l’effettività, impedendo l’ulteriore svolgimento del processo, quando essa sia venuta meno. L’interruzione trova, inoltre, applicazione nel processo del lavoro, nel processo locatizio, mentre la sua applicabilità è esclusa nell’arbitrato rituale, ove esiste una norma speciale, l’art. cost., 18.3.2005, n. 109, in Giur. Mass., 2004, 462). 633 c.p.c.). In questo secondo caso il processo si interrompe ipso iure, con il verificarsi del fatto interruttivo, come fa palese l’art. Interruzione del processo per la sospensione del difensore anche se il giudice e le altre parti non ne hanno avuto conoscenza. Nemmeno … Rispetto alla persone giuridiche il fatto interruttivo analogo alla morte è l’estinzione. 669 quater c.p.c. 301, co. 1, c.p.c.). La disciplina codicistica prevede diverse tipologie di sospensione processuale. Mass., 2012, 71002; Cass., 20.5.2011, n. 11260, in Giust. 383 e 384 c.c. Mass., 2006, 100 ss. – Aspirante al matrimonio, pretendente di una donna: Poi lor convenzion ratificaro In man del re quei duo prochi famosi (Ariosto). Date of Publication: 1963 Publisher: Giuffrè Classification: IT 282.6.2 Mass., 2007, 2188). procus, affine a prex precis «preghiera»] (pl. dir. 299 all’art. Conformemente alle norme generali in materia di successioni o di rappresentanza, il sopravvenire di un fatto interruttivo inciderà sul piano della legittimazione sia formale che sostanziale tanto per la parte attiva che per quella passiva del processo di esecuzione, con la conseguente necessità di dirigere gli atti esecutivi contro il successore e corrispettivamente di legittimare, dal lato attivo, il successore a compierli. co., anche a questa ipotesi (Cass., 2510.1986, n. 6265, in Giust. civ. Mass., 2007, 2188). civ., 2007, I, 2499, con nota di D’Alessandro, F., Fusione di società, giudici e dottori). La costituzione dei legittimati è possibile quando vi sia un’udienza fissata prima che si sia perfezionata l’interruzione: sicuramente, quindi, ci si può costituire in prosecuzione nella stessa udienza in cui viene reso noto il fatto interruttivo o anche nell’udienza immediatamente successiva alla fattispecie interruttiva, quando questa si sia perfezionata nel lasso di tempo fra le due udienze; non, invece, quando il processo sia proseguito di fatto dopo l’interruzione, stante il preciso disposto dell’art. Procedimento civile, interruzione del processo, riassunzione cd. 305 c.p.c. civ. civ. civ.]. ; Cavalaglio, A., Interruzione del processo di cognizione nel diritto processuale civile, in Dig. Nel caso in cui gli eventi interruttivi si verifichino dopo la costituzione in giudizio delle parti, le conseguenze mutano a seconda che le parti stiano in giudizio personalmente o tramite un difensore. Breve Compendio Giurisprudenziale del Processo Civile Telematico - Anno 2017 1. 2504 bis c.c., la fusione e l’incorporazione di società alla trasformazione, negandone quindi l’effetto interruttivo (Cass., S.U., 8.2.2006, n. 2637, in Riv. L’interruzione del processo civile per morte della parte. 3 e 6 dell’art. Tuttavia, qualora l'interruzione dipendesse dalla morte, la notificazione può essere eseguita entro un anno dalla morte impersonalmente e collettivamente agli eredi nell'ultimo domicilio del defunto. Sa… determinano l’interruzione del processo solo quando colpiscano l’unico difensore della parte, mentre rimangono privi di conseguenze allorché colpiscano uno od alcuni soltanto dei difensori, nell’ipotesi che la parte sia rappresentata da più procuratori, non aventi l’obbligo di agire congiuntamente (Cass., 20.2.2003, n. 2577, in Giust. 43, co. 1, l. fall. 379 c.p.c.). Mass., 2004, 973 s.), pare preferibile accedere, come fa l’orientamento ad oggi prevalente, ad un’interpretazione più estensiva e riconoscere effetti interruttivi alla cancellazione, in considerazione che la stessa comporta una lesione del diritto di difesa posto dall’art. 163 bis c.p.c. Il procedimento giudiziario può subire delle interruzioni (le cause di interruzione sono indicate negli articoli da 299 a 301 cpc e riguardano la morte o la perdita della capacità della parte processuale o dell'avvocatodella stessa). Mass., 1992, 1142), più di recente la Suprema Corte ammette, nel caso di morte della parte durante il giudizio di legittimità, avvenuta dopo la sua costituzione in giudizio mediante deposito del ricorso o del controricorso, l’intervento in giudizio del successore universale (Cass., 31.3.2011, n. 7441, in Giust. civ. 299 c.p.c. di interrumpĕre «interrompere», part. Mass., 2012, 1024; Cass., 9.8.2010, n. 18485, in Giust. In caso di interruzione automatica del processo determinata dalla dichiarazione di fallimento di una delle parti ai sensi dell’art. Quanto alla prosecuzione, sono legittimati o la parte che abbia riacquisito la capacità o il rappresentante legale della parte che tale capacità abbia perduta o più, in generale, il successore universale della parte colpita dalla morte o da altro evento interruttivo (art. Il processo ..... 10 1.3.1. 298 e 304 c.p.c.). L’analisi prosegue con l’esame dei differenti momenti in cui producono effetti gli eventi interruttivi e delle loro conseguenze sul processo. 145, ult. civ., art. Quindi, in caso di decesso del difensore, il giudice deve interrompere il giudizio anche d’ufficio o su segnalazione dell’avversario. 377, co. 2, c.p.c. Un ulteriore limite all’operatività del nostro istituto si ha quando l’evento interruttivo incide su un processo sospeso o cancellato dal ruolo. dispone che il processo si estingue se non è proseguito o riassunto nel termine di tre mesi dall’interruzione. Anche la prosecuzione può avvenire in forme diverse e precisamente tramite costituzione in giudizio o ricorso (art. 300, ult. 8 1.2. L’accettazione non è efficace se contiene riserve o condizioni. Il giudice di appello, che pronunci la nullità della sentenza di primo grado per l’omessa interruzione del processo, pur in presenza di evento ciò legittimante, deve trattenere la causa in decisione e giudicare nel merito in virtù del principio della conversione dei vizi della sentenza di primo grado in motivi di gravame, non rientrando tale nullità fra i casi nei quali il giudice di appello deve rimettere la causa al primo giudice ai sensi degli artt. La monografia è dedicata allo studio dell’istituto dell’interruzione del processo civile, con particolare riferimento al processo di cognizione, ma senza trascurare il pur complesso caso dell’evento che intervenga nel corso di un procedimento speciale o del processo di cognizione. Ciò nonostante, la Suprema Corte è tornata a pronunciarsi sul punto, affermando che nel procedimento dinanzi alla Corte di cassazione, non trovando applicazione l’art. Al contrario non danno mai luogo ad interruzione la revoca della procura o la rinuncia ad essa (art. Gli eventi interruttivi non rilevano nella prima fase del procedimento per ingiunzione (mentre sono produttivi di effetti nell’eventuale fase di opposizione a contraddittorio pieno), così come non valgono nei procedimenti cautelari, allorché ricorra il caso di cui all’art. 299 e ss. Corte di Cassazione, sezione terza civile, Sentenza 26 giugno 2020, n. 12890. Il processo, dopo l’evento interruttivo che ne ha provocato la quiescenza, può riprendere il suo corso, purché venga tempestivamente proseguito (art. Individuata la funzione dell’interruzione del processo, ne viene dapprima esaminato l’ambito di applicazione, a seguire i fatti che la determinano. Come è al pari da escludere che si abbia interruzione del processo quando uno degli eventi previsti dall’art. 304 e 298, primo comma, c.p.c., comporta la preclusione del compimento di ogni attività processuale ovvero l'inefficacia degli atti processuali compiuti successivamente all'evento interruttivo. L’interruzione come avvenimento anomalo del processo. cit., 634). Si tratta di un termine perentorio (Cass., 19.6.2009, n. 14353, in Giust. By Maurizio Reale 19 Febbraio 2021 Articoli , Circolari , Interruzione , Interruzioni AVVISO DGSIA , Interruzione , PCT 299-305 c.p.c., in Commentario del codice di procedura civile, diretto da Comoglio, Consolo, Sassani, Vaccarella, III, Torino, 2012, 543 ss. La sentenza in commento (n. 903 del 14.09.2017) resa dal Tribunale di Reggio Emilia affronta, in maniera chiara e sistematica, un tema assai rilevante nella quotidianità di processi: quello delle conseguenze dell’intervenuto fallimento di una delle parti in causa, in special modo in caso di volontà alla prosecuzione del giudizio. dir. civ. Mass., 1998, 2035). 281 ss. Il processo si estingue [Codice di procedura civile 319] per rinuncia agli atti del giudizio quando questa è accettata dalle parti costituite che potrebbero aver interesse alla prosecuzione. 302 c.p.c.) (cfr. Segue: Momento da cui si ... Interruzione non automatica e ultrattività della procura ..... 132 3.1. civ., 2010, 277 ss. Artt. (Cass., 20.2.2003, n. 2577, in Giust. Mass., 1994, 1256), data la natura del rapporto organico e data l’irrilevanza, nell’ottica legislativa, della persona che ha la rappresentanza (come si evince anche dall’art. In proposito, sebbene una parte della dottrina e della giurisprudenza escludano la rilevanza ai fini dell’interruzione del processo della cancellazione volontaria (Caponi, R., La rimessione in termini nel processo civile, Milano, 1996, 498; Cass., 27.5.2009, n. 12261, in Giust. 301, co. 1, c.p.c. In tale ipotesi, il processo non deve necessariamente interrompersi, potendo invece proseguire ed avere comunque effetti nei confronti degli eredi. Se non si verifica la prosecuzione, è l'altra parte che può procedere alla riassunzione: infatti, può chiedere al giudice istruttore (o al presidente del tribunale) la fissazione dell'udienza. Statement of Responsibility: Carmine Punzi Series: Pubblicazioni dell'Instituto di diritto processuale civile dell'Università di Roma Series Volume: 2 Language: Italian Description: 388 p. Publisher & Date: Milano : Giuffrè, 1963. Il codice di procedura civile, agli articoli da 306 a 310, disciplina le ipotesi di autentica estinzione del processo. Queste interruzioni possono essere temporanee (se il procedimento è riattivato) oppure l'interruzione può diventare definitiva e portare all'estinzione del procedimento. ; Calvosa, C., Interruzione del processo civile, in Nss.D.I., VIII, Torino, 1962, 926 ss. Qualora, invece, la parte sia costituita tramite procuratore, i fatti interruttivi operano diversamente, a seconda che colpiscano la parte personalmente o il suo legale rappresentante, da un lato, oppure il procuratore legale, dall’altro. civ. 305. (mentre il sistema dell’interruzione opera nella fase di conferma del decreto, nonché in tutti i casi in cui il provvedimento cautelare è pronunciato, con ordinanza, nel contraddittorio fra le parti). Mass., 1986, 1769); e la conclusione è rafforzata anche dal disposto dell’art. civ. A seguito di dette pronunce il termine in esame ha diverse decorrenze. Per quanto riguarda la morte o la perdita della capacità di stare in giudizio del rappresentante, valgono le stesse considerazioni già formulate con riguardo alla parte; la perdita di capacità può verificarsi anche a seguito di esonero o rimozione dall’ufficio (ad es., di tutore: cfr. cost., 16.10.1986, n. 220, in Nuove leggi civ., 1987, 402, con osservazioni di M. Riva). 6.1 I legittimati alla riattivazione del processo. 33-34, 46). 110, 111, 286, 299, 300, 301, 302, 303, 304, 305, 328, 669 quarter, 816 sexies c.p.c. L'art 301 prevede che se l'evento riguarda il procuratore, il processo è interrotto dal momento in cui si verifica, senza necessità di dichiarazioni o notifiche. Amilcare Mancusi 1 Commento interruzione, processo civile, sospensione, unico difensore. ), ad eccezione di quelli espressamente consentiti (come la richiesta di provvedimento cautelare ex art. civ., 2004, I, 793; Cass., 29.8.1997, n. 8189, in Giust. 301 c.p.c. Mass., 2003, 1009, sottolinea come la dichiarazione del procuratore, relativa al verificarsi in capo al proprio assistito di uno degli eventi interruttivi che giustificano l’applicazione dell’art. Tuttavia se tali eventi si producono dopo la chiusura della discussione dinanzi al collegio non producono nessun effetto se non nel caso di riapertura della fase istruttoria. 299 c.p.c. c.p.c. Torino 24 ottobre 2016 Interruzione del processo – Perdita della capacità processuale – Interdizione, Inabilitazione, Amministrazione di sostegno – Potere rappresentativo generale (Cod. giur. Naturalmente è onere del difensore seguire le istruzioni del successore della parte colpita dall’evento interruttivo o di chi ha acquistato la legittimazione formale, relativamente all’opportunità o meno di rendere noto il fatto interruttivo. 43, comma 3, l. Sin da ora si produce la seguente documentazione: Giu-dice Istrutttore, riservata la liquidazione definitiva del danno alla sentenza, in forza dell’art. I maggiori dubbi che si hanno in materia concernono la tassatività o meno dell’elencazione dei fatti interruttivi. Occorre, tuttavia, precisare che gli eventi di cui all’art. Articolo di Elisabetta VITONE c.p.c. trovano posto anche nel ricorso, che conterrà pure l’istanza al giudice di fissazione della nuova udienza; in esso, in caso di morte della parte, va fatta menzione degli estremi della domanda (art. L’ordinanza che, nella prassi, viene normalmente pronunciata quando la causa è stata iscritta a ruolo, ha natura meramente dichiarativa, sicché la sua omissione non vale a rendere legittimo l’ulteriore corso del processo. La semplice sostituzione della persona fisica titolare dell’ufficio non è, di contro, causa di interruzione. Ancora, non costituisce mezzo di conoscenza legale dell’evento interruttivo per le altre parti il telegramma inviato dalla parte rappresentata all’organo giudiziario per comunicare l’avvenuto decesso del difensore, senza che abbia rilievo l’avvenuta allegazione dello stesso al fascicolo d’ufficio disposta dal giudice, risolvendosi tale comunicazione in una mera dichiarazione di scienza proveniente da un soggetto privato ed abbisognando pertanto di essere abbinata alla documentazione ufficiale certificante il decesso (Cass., 26.3.2012, n. 4851, in www.judicium.it, con nota di Savino, F., Sulla conoscenza legale dell’evento interruttivo e sul momento dal quale inizia a decorrere il termine per la riassunzione del processo). Il potere di rappresentanza del difensore è limitato al grado di giudizio in cui si è verificato l’evento; pertanto il difensore della parte defunta non può proporre impugnazione in base alla procura rilasciata dalla medesima, ma necessita di un nuovo mandato da parte degli eredi (Cass., 3.8.2012, n. 14106, in Giust. 299 c.p.c. – 1. a. L’azione, il fatto d’interrompere o d’interrompersi, e più spesso l’effetto, cioè la sospensione o la cessazione nella durata, la soluzione... pròco s. m. [dal lat. it., 2013, 898; Cass., 1.10.2009, n. 2107, in Giust. 303 c.p.c. . Nel caso di processo cumulato, mentre in passato la giurisprudenza prevalente affermava il carattere totalizzante dell’evento interruttivo e, quindi, era contraria alla possibilità di un’interruzione parziale, a seguito della nota decisione delle Sezioni Unite del 2007 (Cass., S.U., 5.7.2007, n. 15142, in Riv. Mass., 2006, 157); tuttavia se in passato la giurisprudenza era giunta a conclusioni estreme al punto da non consentire agli eredi della parte deceduta durante il corso del procedimento di cassazione di parteciparvi (Cass., S.U., 22.4.2013, n. 9692, in DeJure; Cass, 9.7.1992, n. 8377, in Giust. 18, 42; Cass., 28.11.2007, n. 24762, in Giust. di una delle persone fisiche parti del processo, ovvero dell'unico socio di società a responsabilità limitata unipersonale; 2) estinzione di una persona giuridica parte del processo per: Riforma. proc.) La stessa conclusione deve accogliersi per gli eventi interruttivi relativi al difensore (indicato nel codice con il termine procuratore legale, termine che si utilizzerà nel proseguo): sebbene il c.p.c. ); dall’altro, nell’interruzione dei termini processuali, che riprendono a correre per intero, e non per il solo residuo, a far tempo dalla riassunzione o prosecuzione del giudizio. A seguito dell’interruzione il processo cade in uno stato di quiescenza, il quale però non esclude il permanere della litispendenza. civ., 2008, I, 1849). 41 c.p.c.) Pertanto, per i ricorsi per dichiarazione di fallimento (accolti) depositati dopo il 16 luglio 2006 (data di entrata in vigore del d.lgs. Abstract. pass. 328 c.p.c., sicché appare più corretto inquadrare queste ipotesi tra quelle di interruzione dei termini, anziché di interruzione del processo. del c.p.c., che riguarda l'arresto del processo nelle ipotesi in cui si verifichi un evento in grado di impedire il pieno realizzarsi del contraddittorio. fall., aggiunto dall'art. dir. Mass., 2009, 1158); ne consegue che il vizio da cui sia colpita la notifica dell’atto di riassunzione e del decreto di fissazione dell’udienza non si comunica alla riassunzione (oramai perfezionatasi), ma impone al giudice, che rilevi la nullità, di ordinare la rinnovazione della notifica medesima assegnando alla parte un ulteriore termine per il compimento di tale adempimento (Cass., 31.7.2012, n. 13683, in Giust. In questo caso se la parte cui spetta costituirsi per proseguire non compare verrà dichiarata la contumacia. civ. Ipotesi di mancata riassunzione nei termini con conseguente estinzione del giudizio nel caso di opposizione a Decreto Ingiuntivo. civ. civ. Quanto all’ipotesi della fusione societaria, se in passato si riteneva che la fusione, determinando il «venir meno» della società incorporata o che ha partecipato alla fusione, comportava l’applicazione dell’art. art. ), giacché il legislatore ha voluto evitare che il processo «resti artificiosamente paralizzato» (Califano, G.P., op. ... il formulario del nuovo processo civile disposizioni generali e processo di cognizione formula 1 giurisdizione e competenza 35 formula 1 ricorso per regolamento di giurisdizione (art. (C. Questi eventi incidono sulla partecipazione al processo delle parti, dei loro rappresentanti o dei loro procuratori legali. (Cass., 19.1.2010, n. 704, in Giust. 163 bis c.p.c. civ. Nel primo caso, infatti, gli eventi di cui all’art. interruptio -onis, der. Sorti del provvedimento monitorio. L'interruzione del processo dovuta alla morte del procuratore costituito di una delle parti si verifica ope legis e, in virtù, del combinato disposto degli artt.

Agriturismo Fano Fenile, La Sirenetta Altadefinizione01, The Vampire Diaries Silas, Blu Di Russia Vendita, Standard Gatto Bengala, Laurea Dei Parlamentari, Attico Terrazzo Roma Centro Trastevere Vende Privato, Scarpe Da Abbinare A Vestito Blu Scuro Uomo, Uscita Sposi Chiesa Idee,