The railroad previously ran in a trench, which will now be covered by a major boulevard running from North to South of Turin, in a central position along the city. L'area Vitali, in cui un tempo sorgevano le ferriere Teksid, è racchiusa nel quadrilatero compreso tra via Orvieto, via Verolengo, via Borgaro e corso Mortara (attualmente interrato nel sottopasso Carlo Donat Cattin). The project allowed for the attaching of two portions of the city that have always been separated by railroad tracks and the creation of the Spina Centrale (Central Spine), the “backbone” of the city’s development, the fulcrum of the principal projects of urban transformation. Dopo Spina 1, Spina 2 e Spina 3, considerate ormai quasi concluse, Spina 4 è invece ancora un cantiere aperto. Il recupero, firmato dallo studio di architetti francese Buffi Associés, è stato già in parte realizzato lungo via Orvieto, attraverso la realizzazione di un comprensorio di terziario (il Vitalipark) e di un misto di residenziale e terziario che comprende l'ipermercato della catena Bennet, l'"Art Hotel Olympic" ed una torre di 55 metri. Nelle vicinanze del Igloo, e più precisamente nel triangolo compreso tra corso Lione, corso Mediterraneo e via Rivalta, doveva sorgere il nuovo grattacielo della Regione Piemonte. In corrispondenza di tali strutture, sarà realizzata sul lato ovest la piazza del Politecnico, che se da un lato sarà costeggiata dal viale, sugli altri tre avrà come cornice edifici della struttura universitaria che disporranno anche di diversi locali e di strutture di intrattenimento. La Spina 2, uno dei tratti più complessi del progetto, si estende per l'intero corso Inghilterra, da corso Vittorio Emanuele II a piazza Statuto. Il costruito Viale della Spina si avvale di caratteristiche architettoniche uniche lungo tutto il suo percorso. [4] L'area verde sorge al di sopra del quadrivio Zappata, il posto di movimento - ad oggi interrato - che assicura la comunicazione tra le linee ferroviarie provenienti da Torino Porta Nuova, Torino Porta Susa, Torino Lingotto e Torino San Paolo. Arriviamo oggi all’ultimo appuntamento riguardante il grande progetto della Spina Centrale di Torino con l’approfondimento della sezione conclusiva del tratto ferroviario interrato, Spina 4. La Spina centrale è il viale che si sviluppa per 12 km attraversando la città da nord a sud, risultato della progressiva copertura del tracciato ferroviario. Si è svolto ieri 19 Aprile, la visita del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio al cantiere del passante ferroviario di Torino sotto la guida del Sindaco Piero Fassino e dell’Assessore ai trasporti Lubatti. A disposizione servizi di pronto intervento a Torino , Spina Centrale anche per per le riparazioni tapparelle serrande , ma anche basculanti e … Quando la Spina Centrale sarà completata, si potrà arrivare dall'aeroporto di Caselle fino al cuore di Torino Sud, attraverso un viale scenografico, che lambirà la Stazione di Porta Susa, il grattacielo Intesa San Paolo e il Politecnico, per poi terminare in largo Orbassano. Lavori con garanzia. Molte delle trasformazioni in quest'area sono già state realizzate. Seleziona un'opzione qui sotto per avere indicazioni dettagliate e confrontare i prezzi del biglietto e i tempi di viaggio nel pianificatore di viaggio di Rome2rio. La Spina Centrale è un grande viale scenografico che attraversa il centro della città da Nord a Sud, creato interrando la Ferrovia La Spina centrale è divenuta anche una via di opere di arte contemporanea, tra le quali è da ricordare la Fontana-Igloo di Mario Merz, l’Opera per Torino di Per Kirkeby e l’Albero Giardino di Giuseppe Pennone. (immagine estrapolata dal progetto esecutivo, fonte comune di Torino) Un altro tratto interessante è l'arricchimento del viale con opere d'arte contemporanea, realizzate da artisti di fama internazionale. Photo by Francofranco56. The artists chosen are: Per Kirkeby, Mario Merz, Giuseppe Penone, Walter Pichler, Giovanni Anselmo, Luigi Mainolfi, Giulio Paolini, Ulrich Rückriem, Gilberto Zorio, Jannis Kounellis and Michelangelo Pistoletto. [5] Gli edifici, uno a destinazione terziario e l'altro a residenziale, avranno altezza rispettivamente di 100 e 65 metri.[6]. A lavori ultimati, il viale ha affiancato la nuova stazione di Torino Porta Susa, posta a cavallo fra corso Inghilterra e corso Bolzano e accessibile da entrambi i corsi. Its purpose is to virtuously redraw the city as a whole: a heir of the great; complex regeneration plans for the 19th century metropolis. Riparazioni Urgenti attraverso ricerca del guasto dell’impianto elettrico causato generalmente dal cablaggio scadente , dall’umidità (acqua) , presa da cambiare o il salvavita. La Spina Centrale (Spin-a Central in piemontese) è una vasta area urbana della città di Torino, ancora in corso di realizzazione. Attraversamenti notturni dell'asse di scorrimento chiamato "Spina Centrale" che percorre la città di Torino, per circa 12 chilometri da Sud a Nord, contornato dalla nascente urbanizzazione pubblica e privata. In fase di definitiva ultimazione vi è poi il Parco Spina 4, intitolato ad Aurelio Peccei[10] ed il pieno recupero dell'ex INCET, con la riconversione a centro polifunzionale e l'insediamento di loft, ristoranti, una caserma dei carabinieri (inaugurata il 14 luglio 2014)[11] e un asilo. Torino: quasi pronta la spina centrale. In primo luogo l'Environment Park, uno dei due parchi tecnologici torinesi nati da operazioni di trasformazione urbana. La conseguente rimozione della vecchia ferrovia su strada avrebbe quindi permesso una vasta riqualificazione in superficie, seguendo un progetto da attuare in due passaggi: Data la vasta portata dei lavori, che interessano molteplici quartieri e circoscrizioni di Torino, il progetto fu scandito in quattro ambiti di trasformazione urbana, noti rispettivamente con i nomi di Spina 1, Spina 2, Spina 3 e Spina 4, che definiscono nello specifico le zone di intervento lungo il percorso della Spina Centrale. L'insediamento, finanziato dalla società Sviluppo Dora-Novacoop e da un gruppo di imprenditori milanesi, comprende anche una nuova area residenziale in corso Umbria, per complessivi 350 alloggi. Dal punto di vista logistico, l'interramento del passante comporterà sia l'allargamento di corso Venezia, in conformità con il resto del viale della Spina, sia l'allungamento dello stesso corso, che nel tratto finale si allaccerà al raccordo autostradale per Caselle. Sul lato est, invece, si attesterà la Linea 2 della metropolitana di Torino,[9] che avrà qui il suo terminale nord. Some of the most important projects of transformation in Torino will be created along the Spina Centrale (The Backbone crossing Backbones 1, 2, 3 and 4): the new Porta Susa railway station (which will be the city’s main railway station in the future), the requalification of the OGR (Railway Body Shops) and Carceri Nuove (prison), the creation of the new Intesa San Paolo headquarters designed by Renzo Piano, the … Redatto dagli architetti Vittorio Gregotti e Augusto Cagnardi, il piano proponeva come obiettivo la trasformazione urbana della cosiddetta Spina Centrale, progettata per l'appunto come una sorta di spina dorsale cittadina, potenzialmente in grado di sostenere l'intero assetto urbanistico. Il primo tratto, racchiuso fra largo Turati e largo Orbassano, è caratterizzato dal cosiddetto parco della Clessidra (anche noto come parco Clessidra), un parco urbano dalla curiosa pianta a forma di clessidra che, ai giorni nostri, risulta ancora incompleto nella sua realizzazione. An hyper-lapse video about the Spina Centrale, in Turin, Italy. Il Parco Sempione, dal canto suo, sarà fortemente rivoluzionato dai lavori in corso d'opera, soprattutto nel suo lato ovest (parte integrante di Borgo Vittoria) che già adesso ospita la recente stazione di Torino Rebaudengo Fossata. The railway, in those years had played an instrumental role. Molto ampi sono anche i marciapiedi, soprattutto sul lato est, ed è stata realizzata anche una pista ciclabile. Le basi del progetto comunale furono poste dal piano regolatore generale (PRG) adottato nel 1993 e approvato dalla Regione nel 1995. il progetto attualmente in atto prevede la prosecuzione della Spina centrale da piazza Baldissera lungo corso Venezia fino ad arrivare, in questo lotto di lavori, a via Breglio. Città di Torino, Agenzia per la Mobilità Metropolitana, Gruppo Torinese Trasporti - Marzo 2006 Genova (/Ventimiglia) Spina Centrale Il completamento dell’infrastruttura tranviaria nel lungo periodo secondo lo studio The project provided for in the General Urban Development Scheme for the "Spina Centrale" - one of the three main axes that form the basis for large scale redevelopment - exploits the restructuring of the Turin railway link in order to carry out an important urban renewal operation. Per Torino si tratta della condicio sine qua non poter ricucire tessuti urbani divisi dall’asse ferroviario che lambiscono sia il centro storico sia gli ampliamenti novecenteschi a nord-ovest della città ma anche l’occasione per ridisegnare, con l’idea del grande boulevard della Spina centrale, un settore della Ci sono 7 modi per andare da Stazione di Torino Porta Nuova a Lido di Spina in treno, bus, macchina o in aereo. Eseguiamo lavori di: * ristrutturazioni * installazione di impianti idraulici * installazione impianti idrosanitari * installazione impianti idrotermosanitari * installazione di boiler elettrici The new buildings will link two parts of the zone that are currently separated by the worksite. [12] Inoltre, nel tratto compreso fra via Lauro Rossi e piazza Ghirlandaio, è in via di ampliamento via Cigna, con l'abbattimento di un edificio residenziale (all'angolo fra via Cigna e via Lauro Rossi) e la demolizione dell'azienda Metallurgica Piemontese; l'area dismessa sarà poi risistemata con la collocazione di capacità edificatorie sul fronte di via Cigna. Grazie all'enorme spazio a disposizione, tra via Caboto e corso Peschiera si hanno tre corsie per senso di marcia, un controviale pavimentato con pietra di fiume e ampi spartitraffico verdi. Media in category "Spina Centrale" The following 2 files are in this category, out of 2 total. manufacturing Torino The tour goes along the “Spina centrale” main boulevard touching some of the most significant examples of converted industrial sites, passing near the areas where the transformation is still in progress. La zona, liberata dal passante ferroviario di Torino, è oggetto di una profonda e radicale riorganizzazione a livello urbanistico, con la realizzazione di un nuovo viale - l'avveniristico viale della Spina - progettato sul sedime della vecchia ferrovia e la riqualificazione dell'intera area circostante, a partire dall'allacciamento col raccordo autostradale Torino-Caselle (all'altezza di corso Grosseto) per finire in largo Orbassano. Provvedimento del Consiglio Circoscrizionale VI, Barriera di Milano, una nuova stazione dei Carabinieri per una maggiore sicurezza, CittAgorà – Periodico del Consiglio Comunale di Torino, Loft e ristoranti nell'ex Incet e al Comune un milione di euro, Torino: sì al trasferimento di Gondrand, Metallurgica Piemontese e Carlini, Cascina Fossata, approvato dalla Giunta il progetto di riqualificazione, L'intervento nelle aree dismesse a Torino: le aree della Spina Centrale, Sito del comitato istituzionale del Comune di Torino, Comitato Dora Spina Tre, sito del comitato spontaneo dei residenti, Spina 3: immagini dei suoi cantieri, del passato e del presente, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Spina_Centrale&oldid=115146842, Pagine con argomenti di formatnum non numerici, Voci con modulo citazione e parametro coautori, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Così detta in quanto progettata come una sorta di, una nuova e imponente arteria di comunicazione, denominata viale della Spina, avrebbe preso il posto della vecchia ferrovia, connettendo vaste aree a lungo dismesse e fisicamente separate fra loro e realizzando una nuova. All'interno del giardino centrale è stata posta l'opera d'arte dell'artista Per Kirkeby Opera per Torino. 2000 Il Comune di Torino istituisce il “Progetto speciale Spina Centrale”, affidandone il coordinamento e l’integrazione all’architetto in organico Angelica Ciocchetti.In seguito a bando pubblico, viene designato l’architetto Giampiero Buffi (già con questo ruolo nel processo rigenerativo di Bercy, a Parigi) Rispettivamente, i tre vecchi impianti siderurgici dell'ex Fiat Ferriere, divenuta in seguito Teksid (Valdocco, Vitali, Valdellatorre), più gli ex stabilimenti Michelin, Paracchi, Fiat Nole, Ingest, fino alle Officine Savigliano. Nell'area Michelin Nord, insieme ad altri interventi previsti, è stato realizzato il principale villaggio media per le Olimpiadi 2006, costituito da tre torri da circa 70 metri che si affacciano su corso Mortara. La Spina Centrale (Spin-a Central in piemontese) è una vasta area urbana della città di Torino, ancora in corso di realizzazione. Idraulico ProntoPro Torino e provincia, zona Spina Centrale, giorno e notte, 24 ore su 24. Queste lo scavalcano con una struttura a ponte in due punti. Di fronte all'Environment Park è stato inaugurato nel 2003 il Centro commerciale Dora, comprensivo della multisala cinematografica The Space, dell'ipermercato Ipercoop, di una galleria commerciale e di un parcheggio multipiano.Il centro è sorto sull'area ex Michelin (di circa 100.000 m²) compresa tra via Livorno, via Treviso e corso Umbria. L'edificio ad ovest ospita ad oggi il quartier generale della General Motors Powertrain Torino. Il primo passo, innanzitutto, prevedeva l'interramento del passante ferroviario di Torino, che per buona parte del suo percorso sarebbe defluito sottoterra, potenziando fra l'altro il sistema di interscambi e aumentando la disponibilità di mezzi pubblici in città. La Spina 4, ultimo tratto della Spina Centrale, si sviluppa lungo l'asse di corso Venezia, a partire da piazza Generale Antonio Baldissera per finire all'altezza di corso Grosseto, attraversando in ultimo il parco Sempione. Nel tratto di corso Castelfidardo, il viale attraversa le strutture del recente ampliamento del Politecnico di Torino. Nella stessa area, ad ovest di corso Castelfidardo, sono stati recuperati diversi edifici delle dismesse Officine Grandi Riparazioni (OGR) che ora ospitano aule, laboratori ed una mensa per gli studenti del Politecnico. ... De Rossi, Antonio - Durbiano, Giovanni, Torino 1980-2011. Nel prossimo futuro tale asse portante del sistema viario torinese si connetterà a Corso … One is the Spina Centrale ("Central Spine") project which includes the doubling of a major railway crossing the city, the Turin-Milan railway locally known as Passante Ferroviario di Torino ("Turin Railway Bypass"). La scultura è diventata, nell'iconografia cittadina, uno dei simboli della riqualificazione della città; sui quattro lati dell'opera sono segnalati con scritte a neon rossi i quattro punti cardinali, apparentemente sbagliati (in realtà bisogna seguire la freccia indicata dal pannello triangolare trasparente posto sopra la scritta). Sempre nel comprensorio Valdocco lo studio Isola Architetti ha realizzato il complesso residenziale Isole nel Parco, dove è situato uno degli edifici più alti della città, la residenza La Torre (70 m).[8]. Tutte queste strutture si affacciano su una piazza pedonale interna. The Spina Centrale of Torino In the Post-War period, Turin was the most important industrial city in Italy. Nella seconda metà degli anni ottanta, in concomitanza con la necessità di riorganizzare e potenziare il sistema ferroviario cittadino, il Comune di Torino cominciò a porre attenzione alle aree dismesse e degradate adiacenti al tracciato della ferrovia. The Passante Ferroviario (Railway Loop) (more than 7 km of tracks were buried) is the largest infrastructural project carried out in Torino since post World War II times. Dopo il 2006, il villaggio media è stato riconvertito quasi per intero a residenza popolare. In termini generali, si tratta di una lunga e imponente area che si sviluppa in direzione nord-sud nel territorio comunale, in posizione pressoché baricentrica rispetto al contesto cittadino, rappresentante il più grande intervento infrastrutturale realizzato in città dal secondo dopoguerra.[3]. La stazione, che ha sostituito lo storico impianto situato in piazza XVIII Dicembre, è dotata di binari interrati e in superficie presenta un fabbricato viaggiatori a forma di semicilindro trasparente. Benvenuti nel sito del Comitato Dora Spina Tre di Torino, il comitato autorganizzato di cittadini. la spina centrale di torino di benedetto di cristina The “Spina” of Turin is about planning renewal of the urban settlement. Il progetto del viale della Spina ha ispirato un'analoga idea per il progetto del "secondo passante di Torino", in corrispondenza dell'asse di corso Marche, ancora di ipotetica realizzazione. One is the Spina Centrale ("Central Spine") project which includes the doubling of a major railway crossing the city, the Turin-Milan railway locally known as Passante Ferroviario di Torino ("Turin Railway Bypass"). L'area è suddivisa in sette macrozone, create in corrispondenza di altrettanti fabbricati industriali dismessi intorno agli anni ottanta. Sulle ceneri delle vecchie fabbriche son già stati costruiti nuovi edifici residenziali e un nuovo centro commerciale (all'angolo fra via Cigna e corso Vigevano), nonché il Museo dedicato al pittore Ettore Fico. All free photos on this site are public domain. Tuttavia RFI non ha mai presentato un progetto definitivo per la costruzione del grattacielo, mentre nel frattempo il gruppo assicurativo Fondiaria Sai ha espresso più volte l'intenzione di costruire il proprio centro direzionale sulle aree della Spina che potrebbe sorgere sia in sostituzione di quello previsto da RFI sia nell'area di Spina 1 nel triangolo compreso tra corso Lione, corso Mediterraneo e via Rivalta. The first three works have already been completed: “Igloo” by Mario Merz, the artist from Milan; the “Caduti di Cefalonia e Corfù” garden redesigned with new paths and trees by Giuseppe Penone and “Opera per Torino” by Danish artist Per Kirkeby. The “Spina” program, in … Dei quattro ambiti del progetto, la Spina 3[7] occupa la superficie più ampia (oltre un milione di metri quadrati) e rappresenta uno dei più grandi interventi del Piano Regolatore di Torino, con investimenti complessivi di circa 800 milioni di euro. la copertura del passante avrebbe incentivato una massiccia riorganizzazione degli spazi urbani circostanti, con l'insediamento di nuovi servizi pubblici e privati, attività terziarie, parchi, residenze, collegamenti viari, ecc.