Il settore primario impiega il 10% (2003) della popolazione attiva e fornisce il 2,7% (2006) del PIL. In Sud Africa ci sono varie aziende che hanno assunto una rilevanza mondiale. Il settore secondario e quello terziario L’industria ha conosciuto un discreto sviluppo nei settori tradizionali (siderurgico, metallurgico, chimico e tessile). Solo nei territori che, per le loro più favorevoli condizioni climatiche e ambientali, si prestavano all’insediamento degli Europei, come il Sudafrica, lo Zimbabwe e il Kenya, l’agricoltura ha assunto forme più razionali e variate, come anche in Algeria e Tunisia, con l’introduzione dell’agrumicoltura, della viticoltura e dell’olivicoltura. Il settore terziario che rappresenta il 70% del PIL è particolarmente attivo nel settore finanziario, (la sua borsa è fra le prime 20 a livello mondiale), anche i settori commerciale, delle comunicazioni e dei trasporti, rivestono notevole importanza. Come interpretare l'areogramma dei settori economici. Caratteristiche fisiche. Quindi l’industria è legata alla produzione di metalli. Il grafico degli occupati per settore economico (Sudafrica) I dati immessi nella tabella generano questo grafico, che rappresenta le percentuali di occupati nel settore primario, secondario e terziario (in riferimento al 2010). Appunto di geografia per le scuole superiori che descrive lo Stato del Sudafrica, il suo territorio, le sue città, l'ambiente, la popolazione. Anche il settore terziario è ben sviluppato, soprattutto nell’ambito delle comunicazioni e del turismo (specie con i safari e i parchi naturali). Sudafricana, Repubblica Stato dell’Africa australe, che occupa l’estrema parte meridionale del continente, confinando a NO con la Namibia, a N con il Botswana e lo Zimbabwe, a NE con il Mozambico e lo Swaziland, e inglobando, nella parte orientale del proprio territorio, il Lesotho.. 1. un settore informale di sussistenza rilevante. SETTORE TERZIARIO Il settore terziario è molto sviluppato grazie soprattutto alle attività legate alla commercializzazione dei minerali grezzi e lavorati. Clicca per ingrandire. L'allevamento L’allevamento ha un posto importante nell’economia sudafricana; il patrimonio ovino, destinato alla produzione di lana e pellami, è di notevole consistenza; ingente è anche il numero dei bovini da carne e da latte, e dei suini. Inoltre, il Sudafrica è uno dei maggiori produttori di carbone al mondo ed il secondo produttore di diamanti. Storicamente, l’economia del Sudafrica è basata so-prattutto sul settore primario, ma negli ultimi decenni, in linea con gli sviluppi a livello mondiale, la crescita ha virato verso il manifatturiero, il settore terziario e il settore banking & finance, settore che ha mostrato ritmi di … L’Africa è il continente meno industrializzato. Sudafrica, Egitto e i paesi maghrebini in genere presentano una struttura industriale adatta sia alla produzione per i mercati locali che alla esportazione. Settore manifatturiero. Il Sudafrica è uno dei paesi che esporta di più in tutto il mondo ed è il principale esportatore al mondo di diamanti, oro e platino. Sudafrica, Africa: Su Tripadvisor trovi 2.779.781 recensioni su cose da fare, ristoranti e hotel a Sudafrica. Tra i punti di forza del Sudafrica ci sono le sue infrastrutture fisiche ed economiche, risorse naturali minerali e metalliche, il settore manifatturiero e terziario in crescita e potenziale per sviluppare una forte industria del turismo. Nel terziario si va