(Corigliano Calabro, 28 agosto 1917 – Roma, 28 dicembre 2006) è stato un attore italiano. Egli riuscì però ad esprimere appieno la propria vis comica solo al fianco del grande Totò, di cui fu spalla affidabile e devota: dalla complicità di Tototruffa 62 di Camillo Mastrocinque (1961) alla parodia di Totò contro Maciste (1962) di Fernando Cerchio, fino al travolgente Il monaco di Monza di Sergio Corbucci (1963).Dalla metà degli anni sessanta fino al 1971 (anno in cui girò il suo ultimo film), Taranto prese parte, come caratterista d'eccezione, a ben diciannove musicarelli, al fianco di nomi importanti della musica leggera, come Gianni Morandi e Albano Carrisi. Durata 90 minuti. Nomi Alterati Gioco, In queste macchiette emerge anche una autentica vocazione d’attore sulla linea gloriosa del teatro dialettale partenopeo. New York, Boston, Chicago, di nuovo New York, Filadelfia: teatri sempre pieni, ma soldi zero. Fin da bambino, nella sartoria di famiglia, fu evidente la sua forte passione per la canzone napoletana e le sue prime esibizioni, come lo stesso Taranto dichiarò in un’intervista per “Il Mattino Illustrato” del 14 febbraio 1981, avvennero in matrimoni e feste private: “Nella sartoria cantavano tutti, anche mia madre e mio nonno. Copyright © Tutti i diritti riservati | © Yanna Trasporti| P.IVA: 03974110409 | info@yannatrasporti.it |, Privacy Policy | Cookie Policy |Powered by Computer Next Solutions. ... 2006 I grandi successi di Nino Taranto 2009 Nino Taranto - I successi Vol. anni, nel 1986, lasciando un grande rimpianto nel suo affezionatissimo pubblico nun mme mettisse Nino Taranto morì a Napoli, all’età di settantanove dimostrandosi versatile in tutti i campi dello spettacolo, dalla radio, nun mme metisse Ma 'ncopp' 'o core Strepitosi! He appeared in 83 films between 1924 and 1971. nun mme rumpisse Top subscription boxes – right to your door, Nino Taranto, Vol. (Catania, 14 novembre 1917 – Roma, 25 febbraio 2001), è stato un regista e sceneggiatore italiano. Partirei da don Antonio “l’allimmatore”, cosi soprannominato per l’abilità con la quale limava al massimo le paghe agli scritturati al Teatro Centrale e all'Eldorado a Santa Lucia, i locali che gestiva. "Cicci' si' fesso". Naturalmente anche le storie, le trame erano diverse, non esistevano queste canzoni di mafia. Negli ultimi anni sarebbe tornato con successo al teatro dialettale, soprattutto al fianco di Luisa Conte. Nino Taranto, Actor: Anni facili. te parlaje al teatro, dal cinema alla televisione, e proprio la RAI nel 1984 gli dedicò si' na 'nfama. (Palermo 05-11-1913 - Roma 15-08-1967) è stato un attore cinematografico italiano. Non potendo più votare monarchico, ri-oieqa sulla DC. Download our … Col varietà ho girato l’Italia per quasi dieci anni, mi chiamavano il piccolo re dei comici. (Saint John, 23 settembre 1897 – Santa Monica, 25 settembre 1984) è stato un attore cinematografico, teatrale e televisivo canadese. Non recita come se la sua parte fosse scritta in caratteri più grossi di quella degli altri; nelle apoteosi finali egli sembra quasi scusarsi di entrare nel quadro e nelle sue prime apparizioni ostenta la discrezione educata del signore che arrivi in un salotto lievemente in ritardo, quando tutti gli ospiti sono già seduti. è na buscia "Puveriello, ma pecchè?" Il suo autore, punto di riferimento, fu Raffaele Viviani e grazie al suo interesse, fece riscoprire e rivalutare il repertorio dell’autore partenopeo (dimenticato dalla critica e dal pubblico). E’ a questo punto della storia che entra in scena un personaggio importante nella vita dei Taranto, un suo amico, più che un semplice collega…il Principe Antonio De Curtis, in arte Totò. L'orazione funebre di Nino Taranto, durante il funerale di Totò che si celebrò a Napoli. Scatto rubato durante la rappresentazione della macchietta “Ciccio Formaggio”. San Luca Calcio Allenatore, Negli anni sessanta accrebbe la sua popolarità con numerose partecipazioni televisive, come il varietà Lui, lei e gli altri (1956), firmato da Marchesi e Metz, e l'edizione 1964-65 di Canzonissima dal titolo Napoli contro tutti, ma senza abbandonare la radio.Nel 1962 condusse Il cronotrotter, mentre nel 1968 fu l'interprete della rubrica di canzoni e poesie napoletane Cinque rose per Nanninella. Cafiero-Fumo e poi in compagnie di varietà come cantante-macchiettista. Mario. Film Completi in Italiano - Nino Taranto (Napoli, 28 agosto 1907 – Napoli, 23 febbraio 1986) è stato un attore, comico e cantante italiano. Dopo il debutto, un temporale si portò via l’arena, comprese le scene, i costumi e gli strumenti dell’orchestra. Anche la TV ha in progetto un omaggio... Il 15 febbraio 1898 nasce a Napoli il principe della risata. E' stato un regista, aiuto regista, produttore e direttore di produzione cinematografico italiano. La moglie è uguale per tutti. Il Nome Più Diffuso In Italia, La Macchietta, an album by Nino Taranto on Spotify. Il suo luogo di cultura fondamentale è Napoli che cambierebbe soltanto, se costretto e strappato a forza, con la Roma dei ministeri. Try disabling any ad blockers and refreshing this page. Aiuto e assistente operatore cinematografico presente nei film di Totò. In seguito al rinnovato interesse per la figura e per l'arte di Totò, spesso mi capita di sentirmi chiedere il testo di questo e di altri sketch... Quando dal varietà Totò è approdato alla rivista per sostituire Macario... Che cosa posso dire di quello straordinario Pulcinella moderno che è Totò? (Salonicco, 29 agosto 1925 – Bologna, 23 luglio 2003) è stata un'attrice greca naturalizzata italiana. !,,; 0 " n 1 b ! Quattro soldi a sera per mezz’ora di macchiette alla Gemma del Mare, una baracca sulla spiaggia di san Giovanni a Teduccio. Nino Taranto con Mario Scarpetta durante le riprese di “Taranto Story” Regia di Gennaro Magliuolo (1984). E' stato un operatore cinematografico. (Roma, 23 ottobre 1931 – Roma, 6 settembre 1996) è stato un regista e sceneggiatore italiano. La notte, però, a causa di un corto circuito, il teatro andò a fuoco e fu completamente distrutto. E’ molto orgoglioso e fiero di avere un napoletano come presidente della Repubblica.Condizione sociale. Novità; TOLINO; MOODS; AZIENDA . Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Quindi, crebbe tra musica e canzoni e quando arrivò il momento di andare a scuola, il piccolo Taranto non amava trascorrere il suo tempo tra un libro di storia o di geografia e così all’età di dieci anni smise di andarci. Les Cafiero diventano tanto popolari nel giro dell’arte povera da attirare l’attenzione curiosa, prima, poi accompagnata da lodi, del “re della risata”, Eduardo Scarpetta. Filippo e Dolores Palumbo, e con successo si impegnò anche in difficili Dopo una lunga gavetta nel teatro d’avanguardia, prima a Napoli e poi a Milano, entra nella compagnia di Nino Taranto e, in seguito, in quella di Gino Bramieri, al Teatro Sistina di Roma. E l’orchestra attaccò l’introduzione di Carlo Mazza, mentre il pezzo grosso si risedeva tronfio e soddisfatto, convinto che Taranto gli avesse usato particolare deferenza. Directed by Steno. Uci World Championship 2019, Locandina dell'epoca con un cast d'eccezione...... Un napoletano al dì sopra di ogni sospetto, Un napoletano al dì sopra di ogni sospetto (1976) con Tullio Del Matto, Dolores Palumbo e Antonio Allocca, Riprese del film Ben Hur del 1959. di teatro, cinema e televisione. Ebbi anche la fortuna di militare assieme ai grandi del varietà, Petrolini, Viviani, Molinari, Gino Franzi: e fu proprio il Franzi a farmi avere un contratto per l’Apollo di Milano e per il Maffei di Torino. Venne l’avan-finale del secondo tempo e l’attore iniziò la consueta serie delle sue macchiette: dopo la prima, il pubblico — come suole — prese a chiedergli a gran voce questa o quella interpretazione. In America avevamo fatto sceneggiata e varietà, i testi erano scritti da Clement, basandoci sulle canzoni in voga, sceglieva quella che più sentiva di fare e ne faceva tre atti. Per la "figura” che si faceva al nord, si è molto vergognato per lo scandalo delle cozze. Mentre stavo in questa compagnia il secondo anno{ ebbi tre offerte, una da Nella Regini, compagnia di operette, un’altra da Vincenzo Scarpetta, il figlio di Eduardo, e la terza per l’America. e si dilatavano spesso per poter costruire una situazione scenica di una certa consistenza. Collaborazione storica, fotografica e documentale: Federico Clemente. le maggiori protagoniste di quegli anni, tra cui Anna Fougez, Titina De STORICI E TEMATICI. Fratello maggiore di Nino Pavese, esordì al cinema giovanissimo, interpretando, nel 1916, due film muti diretti da Roberto Roberti: La peccatrice e La vampa. Gli stessi professori scontenti, erano convinti che fosse stato meglio lasciar perdere gli studi e intraprendere la carriera dello spettacolo e del canto. Nino Taranto nel 1950 Antonio Eduardo Taranto, detto "Nino", nacque nel 1907, a Forcella, nel cuore di Napoli, figlio di un sarto, Raimondo, e di sua moglie, Maria Salomone. te n'abuse ca Ciccio Formaggio MMe rispunniste: Popolare attore Si mme vulisse Nino Taranto <3 Alberto Sordi <3 Turi Pandolfini <3 # arrivanoidollari "BuongiornoContessa Elvira, moglie mia defunta...Ammazza quanto eri brutta..." Related Videos Magnifico e struggente brano, portato al trionfo dalla "voce di Napoli", fu successo internazionale grazie alla voce del Maestro Sergio Bruni. Si' na 'nfà...,si na 'nfà'..., ch'è asciuta 'ncopp' 'o naso a te. Esordimmo con la sceneggiata Nanninella d”a Riviera., scritta, come quasi tutte quelle in repertorio, da Clement. Antonio De Papis is a lawyer and his specialization is separation by mutual consent. Memorizzava il testo nella sua interezza e, come in una specie di laboratorio... C’è una vecchia e complimentosa «frase fatta» che si mormora alle signore quando si scusano di averci voltata la schiena : «Le belle donne non hanno spalle». Nino Taranto in scena con il fratello Carlo Taranto. With Nino Taranto, Nadia Gray, Lea Padovani, Hélène Rémy. Un emulo del grande Papaccio o del grandissimo Pasquariello. Ha lavorato con Totò in 'Totò contro Maciste' e ne 'Gli amanti latini'... E' stato un macchinista e operatore cinematografico. Infatti fui portato a Roma con una troupe di varietà e debuttammo all’Arena Esedra.Nino Taranto. Nino Taranto is known for the following movies: Accadde al commissariato Character : Il commissario. Gioca al lotto, alla Sisal, al Totip, a carte. Totò era lì, vicino a una cappella in costruzione, osservando la solennità dei marmi. I campi obbligatori sono contrassegnati *. Nonna Felicita, regia di Mario Mattoli (1938)L'ha fatto una signora, regia di Mario Mattoli (1938)Eravamo sette vedove, regia di Mario Mattoli (1939)La canzone rubata, regia di Max Neufeld (1940)Tutta la città canta, regia di Riccardo Freda (1943)Lo sciopero dei milioni, regia di Raffaello Matarazzo (1947)Dove sta Zazà?, regia di Giorgio Simonelli (1947)Il barone Carlo Mazza, regia di Guido Brignone (1948)Accidenti alla guerra!..., regia di Giorgio Simonelli (1948)Se fossi deputato, regia di Giorgio Simonelli (1949)La cintura di castità, regia di Camillo Mastrocinque (1949)I pompieri di Viggiù, regia di Mario Mattoli (1949)Botta e risposta, regia di Mario Soldati (1949)Libera uscita, regia di Duilio Coletti (1950)Tizio, Caio, Sempronio, regia di Marcello Marchesi, Vittorio Metz e Alberto Pozzetti (1951)Licenza premio, regia di Max Neufeld (1951)Fiorenzo il terzo uomo, regia di Stefano Canzio (1951)Un ladro in paradiso, regia di Domenico Paolella (1951)È arrivato l'accordatore, regia di Duilio Coletti (1952)Café Chantant, regia di Camillo Mastrocinque (1954)Anni facili, regia di Luigi Zampa (1953)Milanesi a Napoli, regia di Enzo Di Gianni (1954)Accadde al commissariato, regia di Giorgio Simonelli (1954)Assi alla ribalta, regia di Ferdinando Baldi e Giorgio Cristallini (1954)La moglie è uguale per tutti, regia di Giorgio Simonelli (1955)Moglie e buoi, regia di Leonardo De Mitri (1956)A sud niente di nuovo, regia di Giorgio Simonelli (1956)Mariti in città, regia di Luigi Comencini (1957)Italia piccola, regia di Mario Soldati (1957)Arrivano i dollari!, regia di Mario Costa (1957)Il terribile Teodoro, regia di Roberto Bianchi Montero (1958)Don Vesuvio, regia di Siro Marcellini (1958)I prepotenti, regia di Mario Amendola (1958)Mogli pericolose, regia di Luigi Comencini (1958)Avventura a Capri, regia di Giuseppe Lupartiti (1958)Prepotenti più di prima, regia di Mario Mattoli (1959)Ferdinando I, re di Napoli, regia di Gianni Franciolini (1959)Caravan petrol, regia di Mario Amendola (1960)Tototruffa 62, regia di Camillo Mastrocinque (1961)Pesci d'oro e bikini d'argento, regia di Carlo Veo (1961)Che femmina... e che dollari!, regia di Giorgio Simonelli (1961)Lo smemorato di Collegno, regia di Sergio Corbucci (1962)Totò contro Maciste, regia di Fernando Cerchio (1962)I quattro monaci, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1962)Il giorno più corto, regia di Sergio Corbucci (1962)Il segugio, regia di Bernard-Roland (1962)Le massaggiatrici, regia di Lucio Fulci (1962)I due colonnelli, regia di Steno (1962)Totò contro i 4, regia di Steno (1963)I quattro moschettieri, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1963)Il monaco di Monza, regia di Sergio Corbucci (1963)Uno strano tipo, regia di Lucio Fulci (1963)Napoleone a Firenze, regia di Piero Perotti (1963)Una lacrima sul viso, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1964)In ginocchio da te, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1964)Se non avessi più te, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1965)Non son degno di te, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1965)Rita la zanzara, regia di Lina Wertmüller (1966)Perdono, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1966)Nessuno mi può giudicare, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1966)Mi vedrai tornare, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1966)Dio, come ti amo!, regia di Miguel Iglesias (1966)Te lo leggo negli occhi, regia di Camillo Mastrocinque (1966)Stasera mi butto, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1967)Il ragazzo che sapeva amare, regia di Enzo Dell'Aquila (1967)Franco, Ciccio e le vedove allegre, regia di Marino Girolami (1967)Nel sole, regia di Aldo Grimaldi (1967)Operazione ricchezza, regia di Vittorio Musy Glori (1967)Chimera, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1968)L'oro del mondo, regia di Aldo Grimaldi (1968)Il ragazzo che sorride, regia di Aldo Grimaldi (1968)Totò story, regia di AA. Alcune scene ricalcano in chiave grottesca il caso Bruneri-Canella... Tra la folla che sabato mattina ha reso omaggio alla salma di Totò, a poche ore dalla morte del grande comico, c’era anche una anonima donnetta: magra... Il terzo funerale di Totò si svolse un mese dopo la morte di Totò e venne celebrato con una bara vuota... Macario, Taranto, Totò, sono i tre buffi che entusiasmano i frequentatori della rivista. Designed and Developed by, Marzio Honorato – Età – Biografia – Vita privata – Moglie – Figli, Luisa Amatucci – Tutto su di lei – Chi è – Carriera – Vita privata, Come contestare una bolletta di luce o gas: breve guida, Enzo Capo – Uomini e Donne – Biografia – Lavoro – Vita privata – Curiosità, Stasera in tv – Programmazione Rai – 17 giugno 2020, Antonella Elia – Biografia – Carriera – Vita privata – Opinionista al GF Vip, Monete polacche antiche: ecco il loro valore, Oroscopo Paolo Fox – domani giovedì 19 novembre 2020 – Previsioni per Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci, Oroscopo Paolo Fox – domani giovedì 19 novembre 2020 – Previsioni per Leone, Vergine, Bilancia e Scorpione, Oroscopo Paolo Fox – domani giovedì 19 novembre 2020 – Previsioni per Ariete, Toro, Gemelli e Cancro. L’ultimo spettacolo prima del rogo nell’antico tempio dell’opera buffa, la rivista Milleluci. Marzio Honorato – Vita privata – Moglie – Figli. – Nacque a Napoli al vico Carbonari nel quartiere Pendino il 28 agosto 1907, registrato con il nome di Antonio Eduardo. Furbo e piuttosto intelligente, è di carattere un po’ litigioso e si lamenta spesso: ma è anche la vittima della donna, del capufficio, della famiglia cui è molto legato (fratelli e cognati vivono con lui). Erano compagnie a spettacoli completi, uno spettacolo al giorno, oggi se ne fanno tre, poi non esistevano coltelli, né sfregi, né guapperie... si pensi che in compagnia eravamo quarantacinque persone. Attratto anche io, come molti artisti della mia stessa età, dalla sceneggiata, ebbi la fortuna di essere chiamato a sostituire Sportelli, secondo comico della Cafiero-Fumo, quando Ciccillo andò soldato. tu nce tiene 'e pille, 'o ssà, da Totò. Listen to your favorite songs from 60 minuti con Nino Taranto (I grandi successi) by Nino Taranto Now. dei più noti testi di Pisano e Ciuffi, tra cui Agata, Mazza bene, come amava ripetere; e fu per questo motivo uno dei pochi artisti sua vita, tra mobili antichi e tanti ricordi di una vita vissuta sul palcoscenico. Andai dal direttore della mia compagnia e gli feci presente queste tre offerte; lui non mi voleva lasciare perché teneva molto a me e mi disse che se mi lasciava era per farmi tentare la fortuna e che non sarei andato né con la Nella Regini, né con Scarpetta ma in America. Allora il gerarca, per dimostrare agli spettatori quanto fosse il suo entusiasmo ma anche per affermare pubblicamente la propria potente autorità, si alzò a mezzo dalla poltrona e con voce tonante esclamò perentoriamente rivolto all’attore: Il vocione aveva dominato il fracasso e la frase giunse agli orecchi di tutti, carica dell’involontario ma da tutti afferrato doppio senso. Sul Mare Luccica Per Bambini, Terzogenito di nove figli di Raimondo e di Maria Salomone, fu concepito dopo la morte neonatale di una coppia di gemelli. Foto inviata da un amico: Paolo D'ascenzo. (Jesi, 20 marzo 1915 – Roma, 26 dicembre 2008) è stato un giavellottista italiano, campione italiano assoluto per otto volte... (Fiume, 8 maggio 1926 – Roma, 10 marzo 2012) è stato un direttore della fotografia, pittore e scrittore italiano. Testo: Michele Galdieri, rivista in due atti - Compagnia Totò-Barzizza - 'Spettacoli Errepi' - Prima: Roma, Teatro Valle, 21 dicembre 1947, Paese Italia - Anno 1953 - Produzione: Gianni Hecht per la Documento Film - Durata 93'. Discografico e biografo del cantante Claudio Villa Il rapporto fra il Principe Totò ed il 'reuccio' Claudio “Villa”, iniziò perché Claudio chiese... E' stato un operatore cinematografico italiano, attivo negli anni '60. accanto a Luisa Conte. GENERALE  *  TAB. Quando parlo di entusiasmo, non affermo nè di più nè di meno... Si nata comme a me napulitana ma 'mpietto tien' 'o core furastiero, mo c' 'o blue-jeans fai l'americana e t' he 'mparata a ddì pure "i love you"... Paese Italia - Anno 1963 - Durata 91 min - Colore bianco e nero - Audio sonoro - Genere commedia - Regia Sergio Corbucci. width: 1em !important; nun mme tagliasse Il padre era un sarto del quartiere di Forcella. Tornai a Napoli con mille dollari e una pianola elettrica che mi regalai poche ore prima dell’imbarco. Il suo unico maestro fu un certo Salvatore Capaldo, il quale curò la sua educazione musicale, dalle lezioni di canto allo studio della musica. Esperto e testimone inoltre del Teatro di Rivista... (Torino, 27 maggio 1902 – Torino, 26 marzo 1980) è stato un popolare attore e comico italiano di teatro, cinema e televisione. I due riscossero ampio successo in numerosi teatri italiani con lo spettacolo Finalmente un imbecille! Il tempo di rifare le valigie e mi imbarcai di nuovo, stessa destinazione. Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Attenti alle donne scarica la base midi gratuitamente (senza registrazione). Basikaraoke.me è un motore di ricerca di basi karaoke. La fucilazione di Pulcinella, con Giacomo Furia, Gennarino Palumbo, Gennaro Di Napoli, Isa Danieli, Nino Taranto, Carlo Taranto, Anna Maria Ackermann, regia di Gennaro Magliulo, trasmessa il 7 agosto 1973. 'o cuollo d' 'a cammisa. Esordì tredicenne al Teatro Centrale di Napoli, interpretando quelle che sarebbero diventate le sue specialità: la "canzone in giacca" drammatica e quella da "dicitore" in abito da sera, rivelando le straordinarie doti di caratterista che l'avrebbero reso, per oltre mezzo secolo, uno degli interpreti più amati dal pubblico italiano.Nel 1927 entrò nella compagnia di sceneggiate Cafiero-Fumo e nel 1928 si avvicinò con successo alla sceneggiatura; invitato in tournée negli Stati Uniti, ne tornò con "una pianola a nastro e mille dollari" impiegati per finanziare la sua prima compagnia di varietà, che durò solo quindici giorni e finì nel disastro totale.Nel 1933 venne scoperto da Anna Fougez, che lo fece debuttare nella grande rivista, alla quale si sarebbe dedicato fino al secondo dopoguerra, accanto a Wanda Osiris e poi a Titina De Filippo, dando vita a straordinarie macchiette, tra le quali l'indimenticabile Ciccio Formaggio, ritagliato perfettamente su di lui dal duo Cioffi e Pisano: un ometto iellato, tradito e bistrattato dalla fidanzata, la quale per ennesimo gratuito dispetto gli sforbicia la tesa del cappello.Proprio quella paglietta tagliuzzata divenne uno dei simboli della sua comicità ed ispirò alcuni fortunati spettacoli di rivista come Mazza, Pezza e Pizzo e Quagliarulo se ne va, oltre al popolare film Il barone Carlo Mazza di Guido Brignone (1948).Si dedicò anche alla prosa costituendo una propria compagnia solo nel 1955 e mettendo in scena, oltre a farse e commedie leggere, i testi dell'amico e maestro Raffaele Viviani, di cui propose fra l'altro L'ultimo scugnizzo (1956) e Don Giacinto (1961), che valorizzarono al meglio la sua intensa espressività. Questo sito non costituisce testata giornalistica e non ha carattere periodico essendo aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. (Roma, 19 gennaio 1915 – Roma, 13 marzo 1988), è stato un regista cinematografico. margin: 0 .07em !important; nun mme facisse ricordare un episodio che rende bene l’idea del profondo legame tra Your Amazon Music account is currently associated with a different marketplace. È proprio Scarpetta che convince Salvatore Cafiero a mettersi in prosa e il comico acconsente, ma la compagnia Cafiero ha una vita tribolatamente breve e la proposta di Fumo, nel 1919, diventa autentico salvagente per il comico e per sua moglie. Si dedicava dall'una di notte fino alle tre, tre e mezza alla lettura delle scenegggiature... Totò è giunto al suo ottantesimo film. Nell’ambiente si diceva che quella soubrette portasse male…Nino non volle stare a sentire le chiacchiere. (Certaldo, 5 febbraio 1909 – Milano, 9 giugno 1999) è stato un attore italiano di teatro, cinema e televisione. (Sanremo, 22 novembre 1929) è un'attrice italiana, considerata una delle più importanti interpreti della rivista, del cinema e della televisione italiana. Isa Danieli, erede diretta di una grande dinastia di attori: “La gioia che può dare l’apertura di un palcoscenico e indicibile e per me vedere il sipario che si apre è un vero atto di amore. (Firenze, 21 ottobre 1916 – Roma, 29 marzo 1974) è stato un attore italiano di cinema e televisione. Terzogenito di nove figli di Raimondo e di Maria Salomone, fu concepito dopo la morte neonatale di una coppia di gemelli. Paese Italia - Anno 1949 - Durata 90 min - B/N - Sonoro - Genere Comico - Regia Mario Mattoli. Nino Taranto | Length : 03:43 Writer: Nino Taranto. La Cafiero-Fumo sarà invitata a lunghe serie di rappresentazioni estive, dando il cambio alla compagnia Molinari, la stabile del Nuovo, intanto impegnata in tournée a Roma e in Sicilia, nel rifatto teatro. The Firemen of Viggiù ... Moglie e buoi. Nino Taranto, Vol. Il debutto si fece, il teatro era bellissimo e fu una serata magica. La risposta non mi convinse, fu allora che decisi di raccontare tutto a don Vito Genovese, che era un ammiratore della compagnia e ci aveva spesso detto di essere a nostra disposizione per qualsiasi problema.Chiesi udienza, l’ottenni, e dissi in che situazione ci trovavamo. PERIODI A metà degli anni ottanta è protagonista in due pellicole erotiche di buona fattura quali Una donna allo specchio con Stefania Sandrelli e Senza scrupoli con Sandra Wey. Nino Taranto fu anche uno dei comici in assoluto più presenti alla radio, dove accentuò, più che l'eleganza che lo contraddistingueva sul palcoscenico, la voce duttile e la gioiosa caratterizzazione napoletana. A proposito, anzi, dell’illustre «Carlo Mazza», Taranto racconta un aneddoto spassoso. Home Biografia Teatro Cinema Televisione Poesie Canzoni Dei luoghi comuni sul napoletano-tipo Taranto sembra essere I’"incarnazione” più che lo “scongiuro". Sempre col timore delle corna, si è sposato dopo un lunghissimo fidanzamento: la moglie fedele e la paglietta sono i suoi status symbol. Ma, in fondo, anche quello del misero «Ciccio» è uno sfogo ; l’agnello che approfitta dell’assenza del lupo per narrare le proprie sventure; la colomba che, alle spalle dello sparviero, depreca la sua ferocia. Nessuno ha dimenticato l’attore brillante, il comico garbato, l’interprete di tanti spettacoli di Viviani, il co-protagonista con Totò di vari film.