Quella data segna, per i quattro ragazzi, l'inizio di una vita fatta di discriminazione, umiliazione, paura e sofferenze che culmina con la deportazione.