Essi «rappresentano l’ente, convocano e presiedono la giunta […], e sovrintendono al funzionamento dei servizi e degli uffici e all’esecuzione degli atti» (co. 2). Gazzetta Ufficiale del 11/08/2020 n. 62. istruttore tecnico. Atti e procedimenti amministrativi. Da ciò consegue che essi sono titolari della capacità di determinare, non soltanto l’entità, ma anche l’identità degli interessi da perseguire. La vita istituzionale di un Comune trova un non marginale tratto connotativo di sé nel rapporto di fisiologica interdipendenza con la Provincia del cui territorio il suo territorio è parte. Aree Tematiche. 3, comma 1, lettere g) e h); 4; 5; 8; 9; ... che modifica la direttiva 2011/92/UE, concernente la valutazione dell’impatto ambientale di ... con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per le attività ... funzioni o di compiti specifici agli altri enti territoriali sub-regionali. dispone che «La potestà regolamentare spetta allo Stato nelle materie di legislazione esclusiva, salva delega alle Regioni. Ad esso compete, inoltre, l’approvazione, anche con eventuali modifiche, dello Statuto (art. Per realizzare i propri fini, le Comunità «adottano piani pluriennali di opere ed interventi e individuano gli strumenti idonei a perseguire gli obiettivi dello sviluppo socioeconomico, ivi compresi quelli previsti dalla Unione europea, dallo Stato e dalla regione» (art. 22.11.1999, n. 1, che esprime l’opzione di fondo per l’elezione diretta da parte del corpo elettorale del Presidente della Giunta, si rimette a quest’ultimo la nomina e la revoca dei suoi componenti, facendo comunque salva la facoltà degli Statuti di disporre diversamente (co. 5), e rinviando alla legge regionale la disciplina dei casi «di incompatibilità» (co. 1) ulteriori rispetto a quelli prescritti dalla Costituzione e dalla l. 2.7.2004, n. 165. 5 Cost. Ed il principio di adeguatezza, secondo il quale ogni soggetto istituzionale deve essere (almeno astrattamente) idoneo a svolgere il compito al quale è chiamato, ben potrebbe anche leggersi, all’opposto, proprio come rispetto della “autonomia”, che potrà, sì, vedersi compressa da azioni sostitutive, ma, appunto, solo attraverso interventi “adeguati”, e cioè non arbitrariamente invasivi della identità antropologica che è in essa istituzionalizzata. Il co. 2 dell’art. 117 Cost. organiżżazióne s. f. [der. La Giunta comunale è composta dal Sindaco, che la presiede, e da assessori, il cui numero è stabilito «dagli statuti, […] e comunque non superiore a sedici unità» (art. 5 della Costituzione: «Non compiutamente inteso, all’inizio della vicenda repubblicana, per i pesi esercitati da un canto dalla persistente e accettata organizzazione centralistica dello stato e dall’altro dall’attaccamento […] alla versione individualistica e liberale della libertà dei cittadini, [l’art. CONCORSO - Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e con la tipologia a tempo pieno, di un posto di capo sezione attivita'' finanziarie - area contabile - cat. La disciplina della potestà amministrativa nel Titolo V Cost. La stessa norma impugnata ... di impiego alle dipendenze di Regioni ed Enti locali, in seguito alla privatizzazione, è retto ... l’inammissibilità della censura concernente la violazione, da parte dell’art. “legge La Loggia”, recante Disposizioni per l’adeguamento dell’ordinamento della Repubblica alla legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3), che, all’art. Publisher Noccioli Place of publication Firenze From year - To year 1945-2012 . Legislazione di tutela 18, l. n. 142/1990, e poi oggetto di regolazione ad opera dell’art. 113/2011) (Manovra economica bis 2011) • alla L. … 122, co. 3, Cost.) Anche alla luce della “legge La Loggia”, dunque, sembra si possa ritenere che al Comune spetta la competenza generale nell’esercizio della funzione amministrativa in senso stretto, una volta che la legge statale abbia individuato le materie di cui ogni ente locale è titolare perché «connaturate alle caratteristiche proprie» (e cioè quelle materie «essenziali e imprescindibili per il funzionamento dell’ente e per il soddisfacimento di bisogni primari delle comunità di riferimento», ad identificare le quali contribuisce «in via prioritaria» la circostanza fattuale dell’esser queste, per tradizione amministrativa, «storicamente svolte» da Comuni e Province: art. Tutti i quiz, salvo alcuni casi speciali, vengono proposti in ordine assolutamente casuale, sia per quanto riguarda la numerazione dei quesiti, sia per quanto riguarda la disposizione delle risposte … Esso «rappresenta l’ente, convoca e presiede il consiglio metropolitano e la conferenza metropolitana, sovrintende al funzionamento dei servizi e degli uffici e all’esecuzione degli atti; esercita le altre funzioni attribuite dallo statuto» (co. 8). 2, comma 1, ... collettiva cui rinvia la legislazione statale non è derogabile neanche in via ... ...legislazione amministrativa concernente l'attivita' degli i locali. Nonostante ciò, e pur dovendosi registrare un esito fallimentare (almeno per molti versi) della esperienza regionale in Italia, comunque la cattiva prova fornita da siffatta esperienza non può valere a sostenere la riproposizione del centralismo. 3. Non v’è dubbio che, così concepito, il principio può costituire un efficace strumento per la valorizzazione delle capacità delle autonomie territoriali, le quali – una volta liberate dalla morsa paralizzante delle burocrazie conservatrici – possono dispiegare tutte le loro energie per la cura degli interessi delle comunità di cui sono enti esponenziali, in ciò rassicurate dalla “certezza”, in caso di difficoltà, dell’intervento da parte del soggetto sussidiante. – «esercita le potestà legislative attribuite alla Regione e le altre funzioni conferitegli dalla Costituzione e dalle leggi», potendo altresì «fare proposte di legge alle Camere» (art. c) La Città metropolitana. ... DECRETO … Resta infine da precisare – ribadendo quanto riferito poc’anzi – che all’interno della Città metropolitana è possibile «articolare il territorio del comune capoluogo in più comuni»: siffatta articolazione deve essere proposta dal Comune capoluogo, «con deliberazione del consiglio comunale, adottata secondo la procedura prevista dall'articolo 6, comma 4, del testo unico», e «sottoposta a referendum tra tutti i cittadini della città metropolitana» (co. 22). In biologia: a. Insieme di processi attraverso cui organi, apparati e strutture si formano, si sviluppano, si differenziano e si coordinano così da costituire un organismo vivente: l’organizzazione dell’embrione,... amministrativo agg. La legge, invero, prevede quali «organi della città metropolitana: a) il sindaco metropolitano; b) il consiglio metropolitano; c) la conferenza metropolitana» (co. 7), quest’ultima figurando in luogo della Giunta metropolitana (prevista dalla previgente disciplina), benché, diversamente da questa, sia «composta dal sindaco metropolitano, che la convoca e la presiede, e dai sindaci dei comuni appartenenti alla città metropolitana» (co. 42), e svolga un ruolo ben diverso, ad essa spettando soltanto «poteri propositivi e consultivi, secondo quanto disposto dallo statuto» (co. 8), nonché quello di adottare o respingere «lo statuto e le sue modifiche proposti dal consiglio metropolitano» (co. 9). 4), fondata sulla centralità del metodo cooperativo fra le istituzioni esponenziali di comunità concentriche, «al fine di consentire la collaborazione e l’azione coordinata fra Regioni ed enti locali nell’ambito delle rispettive competenze» (co. 4 e 5). La struttura amministrativa della Regione è stabilita dallo Statuto, che «ne determina la forma di governo e i principi fondamentali di organizzazione e funzionamento» (art. L'entrata in vigore di nuove leggi che enunciano tali principi abroga le norme statutarie con essi incompatibili. Attualmente le leggi fondamentali per i Comuni sono: Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n° 267 – TESTO UNICO DELLE LEGGI SULL’ ORDINAMENTO DEGLI ENTI LOCALI. 2.– Si è costituito in giudizio ... Parlamento europeo e del Consiglio concernente la valutazione degli effetti di determinati piani ... ispirate alla semplificazione amministrativa ed alla celerità, al fine di garantire ... ..., che ha chiesto il rigetto dei ricorsi degli imputati come da conclusioni scritte depositate ...'accusa, avrebbero dovuto dar corso alla attività di prevenzione in realtà non attuata. Cenni sulla struttura degli enti territoriali infranazionali: Regione, Provincia, Città metropolitana e Comune. n. 3/2001. Delle Unioni vi è traccia già nell’art. Sentenza nº 220 da Corte Costituzionale, 19 Luglio 2013, Sentenza nº 44 da Corte Costituzionale, 13 Marzo 2014. L'autonomia amministrativa degli enti locali nel quadro costituzionale del 1948. Area geografica Calabria. Sentenza nº 199 da Corte Costituzionale, 02 Settembre 2020, Sentenza nº 5 da Corte Costituzionale, 23 Gennaio 2014. 1, co. 2). 18.8.2000, n. 267, Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali; l. cost. 22 luglio 2010) - Selezione pubblica, per esami, finalizzata all'assunzione a tempo determinato (24 mesi) e parziale (18 ore settimanali), mediante contratto di formazione e lavoro, di due agenti di polizia municipale (cat. 48, co. 1). Delle Unioni vi è traccia già nell’art. Esso dura in carica quattro anni (co. 59) ed è eleggibile fra «i sindaci della provincia, il cui mandato scada non prima di diciotto mesi dalla data di svolgimento delle elezioni» (co. 60). Per quel che attiene alle modalità di esercizio, il co. 3 sanciva che «La Regione esercita normalmente le sue funzioni amministrative delegandole alle Province, ai Comuni e ad altri enti locali, o valendosi dei loro uffici», così immaginandosi un modello di amministrazione innovativo rispetto a quello tradizionale per Ministeri: un modello, cioè, basato sull’idea della Regione come ente di programmazione e di indirizzo, la concreta gestione dei compiti amministrativi dovendo, di regola, essere delegata agli enti territoriali infraregionali. I. L’interpretazione costituzionale, Napoli, 1993, 268 ss.). Sentenza nº 200 da Corte Costituzionale, 10 Settembre 2020. 114, 118, 3° co., 128-130, 132-133, oltre al principio sancito all’art. ... ... nel giudizio di legittimità costituzionale degli artt. La nozione di pubblica amministrazione 2. Testo Unico Enti Locali Dlgs 267/2000 15. La potestà normativa ... viene vincolata al rispetto della legislazione europea e di quanto previsto dal d.lgs. Valutazione di vLex. 118 Cost. 19, l. 7.8.2012, dell’art. Regioni ed enti locali alla Costituente Nonostante il testo costituzionale del 1948 dedichi solo pochi enunciati agli enti locali – si tratta in particolare degli artt. legislazione amministrativa concernente l'attivita' degli ... ... verbali di contravvenzione; legislazione amministrativa concernente l'attivita' degli Enti Locali; nozioni di diritto amministrativo; ... ... Sardegna e Friuli-Venezia Giulia, e degli articoli 17 e 18 del decreto-legge 6 luglio 2012, ... di indirizzo e di coordinamento delle attività dei Comuni nelle materie e nei limiti indicati ...23 citato, il quale prevede che la legislazione statale e regionale provveda, entro il 31 ... il riconoscimento delle Province come enti costitutivi della Repubblica, dotati di autonomia ... di conferimento di funzioni agli enti locali, tale da menomare le attribuzioni delle Regioni ... la ricorrente, dell’autonomia amministrativa ed organizzativa delle Regioni nei loro rapporti ... al precedente comma 18, in quanto concernente la riallocazione delle risorse conseguenti allo ... ... le unioni di comuni, per violazione degli artt. Gli enti locali adeguano gli statuti entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore … Diversamente che per la potestà amministrativa normativa, per quella amministrativa in senso stretto viene abbandonato il principio del. 32, co. 1, TUEL, esse sono oggi disciplinate dalla l. n. 56/2014, che le definisce come «enti locali costituiti da due o più comuni per l’esercizio associato di funzioni o servizi di loro competenza» (art. Il pluralismo istituzionale e autonomistico. Gli enti territoriali infranazionali, a norma dell’art. CONCORSO (scad. 7). L’assunto trova conforto nel dato testuale dell’art. Il pluralismo istituzionale e autonomistico La terza grande tipologia organizzatoria in cui si articola il sistema delle PP.AA. 117), e separatamente la funzione amministrativa in senso stretto (art. Diploma Scuola Superiore. 1, co. 4). La Città metropolitana, che dall’art. Ad essa compete l’adozione dei regolamenti sull’ordinamento degli uffici e dei servizi, nel rispetto dei criteri generali stabiliti dal consiglio (co. 3). Il testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, apporovato con D.Lgs. Le fonti primarie 4. Alla luce dell’art. Definizione delle materie di competenza degli enti territoriali locali e principio di sussidiarietà (“verticale”). 47, co. 1), nominati dal Sindaco, al quale la legge riconosce anche il potere di revocarli (art. ; Falcon, G., Il nuovo titolo V della parte seconda della Costituzione, in Le Regioni, 2001, 1, 63 ss. 1, composto di ben 151 commi) si è provveduto a ridefinirne la struttura, in un assetto che può ben dirsi provvisorio (perché dettato – come recita il co. 51 – «In attesa della riforma del titolo V della parte seconda della Costituzione e delle relative norme di attuazione»). 18 agosto 2000 n.267, aggiornato fino alle modifiche apportate dal decreto-legge del 14 dicembre 2018, n. 135, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 febbraio 2019, n. 12, recante: "Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure … Personale e Innovazione. Legislazione inistrativa, concernente l'attivita' degli Enti locali. È opinione largamente condivisa in dottrina, e per certi versi anche in giurisprudenza, che la riforma del Titolo V abbia prodotto una vera e propria “rivoluzione” nei rapporti tra Stato, Regioni e autonomie locali territoriali. Il co. 6 del novellato art. (co. 6). Esso è stato letto invece prevalentemente attraverso la lente, e storica e giuridica, delle autonomie locali intese in senso tradizionale, con conseguente mortificazione della carica davvero rivoluzionaria che il testo normativo celava nelle sue espressioni» (così Berti, G., Art. . b) La Provincia. L'amministrazione locale nella riforma costituzionale del Titolo V. Il riordino del governo locale nella nuova legislazione. 5] ha preso quota via via come ponte necessario tra la società e le sue strutture. Costituzione artt. Istituire un Consorzio è facoltà degli enti locali; nondimeno, «In caso di rilevante interesse pubblico, la legge dello Stato può prevedere la costituzione di consorzi obbligatori per l’esercizio di determinate funzioni e servizi» (co. 7). 117, 118. (co. 45), e fatta salva la possibilità, coerente con l’art. 3 novembre 2011) - Mobilita' volontaria per la copertura di un posto di istruttore contabile ragioniere, cat. Ed invero – sebbene possa affermarsi che, nella interpretazione ormai consolidata dell’art. I rappresentanti dei comuni della comunità montana sono eletti dai consigli dei comuni partecipanti con il sistema del voto limitato garantendo la rappresentanza delle minoranze» (art. 5, Cost., che va letto il novellato Titolo V della Costituzione. In particolare, mentre il Presidente «è scelto tra i sindaci dei comuni associati», e la Giunta «tra i componenti dell’esecutivo dei comuni associati», il Consiglio, che «è composto da un numero di consiglieri definito nello statuto», è eletto «dai singoli consigli dei comuni associati tra i propri componenti, garantendo la rappresentanza delle minoranze e assicurando la rappresentanza di ogni comune». Barbera, A., La Regione come ente di governo, in Pol. 3.3.1934, n. 383 (nuovo Testo Unico della legge comunale e provinciale), per poi essere riproposti, dapprima dalla l. n. 142/1990, ed oggi dall’art. Intorno ad ogni Regione, nell’ambito di un variegato universo (fatto di enti sia territoriali sia istituzionali), orbitano le Province; intorno a ciascuna di queste, a loro volta, e anche qui nell’ambito di un variegato universo, orbitano i Comuni. 46, co. 2 e 4). Pertanto, accanto alle discipline giuridiche di base (diritto costituzionale, … Il decentramento e il policentrismo autarchici degli enti territoriali infranazionali: gli enti strumentali ed ausiliari di Regioni, Province e Comuni. Per comprendere meglio la normativa attuale in materia di autonomie locali occorre fare un salto nel passato ad oltre 20 anni fa, quando ci fu proprio una profonda innovazione nel nostro ordinamento con l’introduzione della legge 142/90 “Ordinamento delle autonomie locali”, che segnò proprio una svolta epocale. Per quel che concerne la sua elezione, l’art. L’istituto, unitamente a quello della fusione di Comuni (entrambi, a dir così, “incentivati” dalla l. n. 56/2014), mira con ogni evidenza a risolvere il problema dell’eccessivo numero di Comuni (oltre 8.000), da chiunque considerato di ostacolo per un’amministrazione pubblica più efficiente e meno costosa. Fonte Dati. In quel quadro la potestà amministrativa (tanto quella in senso stretto, quanto quella regolamentare) era distribuita secondo il principio del “parallelismo” delle funzioni. I comuni e le province hanno autonomia statutaria normativa organizzativa amministrativa nonché autonomia impositiva e finanziaria nell'ambito dei propri statuti e regolamenti e delle leggi di coordinamento della finanza pubblica.