5, commi 1 e 2, lettere a e b) 1. Tutti i campi sono obbligatori. ... si realizza solo qualora entrambi i genitori siano concretamente destinatari dello stesso beneficio (circolare nr. Lavoro notturno e normativa. Fanno eccezione a tale normative i lavoratori oper Questa regola generale può trovare delle diversificazioni in base al CCNL di appartenenza; tuttavia l’arco temporale del lavoro notturno può essere ampliato ma mai ristretto. Ciò in quanto il requisito dell’alternanza, espresso dalla norma, si realizza solo qualora entrambi i genitori siano concretamente destinatari dello stesso beneficio (circolare nr. Andrea Tirotto, Inf. Respinto ricorso al TAR del MIGEP. norma presente nel testo pubblicato dal "Ministero del Welfare" dove si evince che qualora i genitori entrambi lavoratori subordinati affetti da turni notturni possono chiedere l'astensione dal lavoro notturno in alternanza ma non contemporaneamente. Ciò significa che l’Amministrazione, a richiesta di uno dei coniugi, è tenuta ad accordare il beneficio solo qualora vi sia coincidenza temporale tra i turni di servizio dei coniugi stessi (mattina pomeriggio sera). Svolgono lavoro notturno i lavoratori tenuti ad operare su turni a copertura delle 24 ore. Eventuali casi di adibizione al lavoro notturno, ai sensi dell’art. i genitori unici affidatari di minori di anni 12 (in caso di affidamento condiviso tra i due genitori entrambi i genitori possono beneficiare dall’esenzione dal lavoro notturno nei periodi di convivenza con il figlio); Il decreto citato fornisce le seguenti definizioni di periodo notturno e lavoratore notturno, riprendendo in massima parte quanto già definito dalla normativa precedentemente esistente (D.Lgs. 26 novembre 1999 n. 532, sono individuati dalle Aziende ed Enti. L’art. Sign up for Facebook today to discover local businesses near you. La standardizzazione delle procedure tecniche/operative da essi assunte a fondamento della propria operatività, consentono loro di esprimere un livello di efficacia ed efficienza che rendono tale Reparto unico nel panorama europeo delle Forze di Polizia. Per quanto attiene alle limitazioni al lavoro notturno, alla tutela della salute, all’introduzione di nuove forme di lavoro notturno, ai doveri del datore di lavoro, anche con riferimento alle relazioni sindacali, si applicano le disposizioni del D.Lgs. Viceversa, non si ha diritto ad accedere al beneficio di cui trattasi nell’ipotesi in cui i diversi servizi coincidano in modo parziale o residuale, ovvero qualora l’organizzazione dell’Ufficio, Reparto o Istituto in cui i coniugi dipendenti prestano rispettivamente la propria attività, in considerazione della tipologia dei turni di servizio ivi esistenti, non consenta un’effettiva alternanza di impiego tra i coniugi. Si sono verificati problemi interpretativi a causa della tendenza manifestata da taluni uffici periferici dell’Amministrazione della pubblica sicurezza, di interpretare in senso restrittivo l’espressione “turni continuativi”. I vostri dati personali saranno trattati solo per le finalità dettagliate nella privacy policy estesa. 80 per cento degli infermieri rifiuta vaccinazione antinfluenzale. Pisa: Ticket restaurant difficilmente spendibili. Ai sensi dell’art. La contrattazione collettiva per il personale di Polizia a ordinamento civile ha poi previsto ulteriori benefici. i genitori unici affidatari di minori di anni 12 (in caso di affidamento condiviso tra i due genitori entrambi i genitori possono beneficiare dell’esenzione dal lavoro notturno nei periodi di convivenza con il figlio); Esso prevede la facoltatività del lavoro notturno per: a) la lavoratrice madre di un figlio di età inferiore a tre anni o, in alternativa, il lavoratore padre convivente con la stessa; b) la lavoratrice o il lavoratore che sia l'unico genitore affidatario di un figlio convivente di età inferiore a dodici anni; c) la lavoratrice madre adottiva o affidataria di un minore, nei primi tre anni dall'ingresso del minore in famiglia, e comunque non oltre il dodicesimo anno di età o, in alternativa ed alle stesse condizioni, il lavoratore padre adottivo o affidatario convivente con la stessa. 6, comma 1, del D.Lgs. diMaria Luisa AstaPubblicato il: 22/03/2019 vai ai commenti. n.151/2001, puoi chiedere l’esonero al lavoro notturnose appartieni ad una delle seguenti categorie: 1. La legge prevede di non adibire al lavoro notturno alcune specifiche categorie di lavoratori che godono di particolari tutele, vediamo quali. d) esonero, a domanda, dal turno notturno per le situazioni monoparentali, ivi compreso il genitore unico affidatario, sino al compimento del dodicesimo anno di età del figlio convivente; e) divieto di inviare in missione fuori sede o in servizio di ordine pubblico per più di una giornata, senza il consenso dell’interessato, il personale con figli di età inferiore a tre anni che ha proposto istanza per essere esonerato dai turni continuativi e notturni e dalla sovrapposizione dei turni. In linea di massima, il lavoro notturno non può superare in … Giorgio Carta. 53 del Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151 e l’art. 2 comma 1 lett. Marco Piergentili, © Infermieristicamente - e-mail: redazione@infermieristicamente.it - Informativa privacy - Disclaimer Non chiediamo celebrazioni ma assunzioni e contratto, Vaccino Covid . Indirizzo e-mail: redazione@infermieristicamente.it. nel caso diun bambino riconosciuto da entrambi i genitori non conviventi;che convive solo con la madre:la madre ha diritto a non svolgere lavoro notturno fino ai 12 anni del minore,anche se c’e’ un affidamento condiviso… ma genitori non conviventi? Salvo Vaccaro, Inf. Per quanto riguarda il caso del lavoratore o la lavoratrice unico genitore con il figlio convivente di età inferiore a 12 anni, il Ministero del Lavoro ha precisato che in caso di affidamento condiviso tra i due genitori, entrambi i genitori possono beneficiare dall’esenzione dal lavoro notturno nei periodi di convivenza con il figlio che risultano dalla sentenza di affidamento congiunto. • Non sono obbligati a prestare lavoro notturno (art. Ecco perché, L’OSS non è professione sanitaria. Come precisa l’interpello del Ministero del Lavoro n. n. 4/2009 solo il lavoratore che risulti già godere dei benefici della L. n. 104/1992 – o possedere i requisiti per goderne - potrà richiedere l’esonero dal lavoro notturno”. Indennità infermieri un’offesa ad altre professioni? Il 63 per cento tra infermieri e medici non farebbe il vaccino, Aprire la pratica infortunio Covid. Su tale peculiare aspetto in sede di Commissione Paritetica è stato ribadito che, fermo restando il divieto di sovrapposizione completa dei turni, gli Uffici sono tenuti ad agevolare al massimo le esigenze del personale interessato, anche facendo ricorso ad altri istituti previsti dalla normativa vigente (orario flessibile, mobilità interna). Motivando tale revoca con una (??) Emilio Benincasa, Inf. Credits, NurSind ed Anaao annunciano stato di agitazione. Se fosse corretta tale interpretazione, dunque, la citata lavoratrice potrebbe essere impiegata, ad esempio, come “piantone” per i turni 7.00/13.00 e 13.00/19.00. 66/2003 che ha recepito la direttive europee 93/104/CE e 2000/34/CE concernenti alcuni aspetti dell'organizzazione dell'orario di lavoro. Donato Carrara, Inf. Madre di bambino con età minore di tre anni; se non lo chiede la madre lo può chiedere il padre convivente; 2. Lavoratore o lavoratrice unico affidatario di figlio con età minore di 12 anni; 3. b), punto 2 del D.Lgs. Sign up Log in. Facilitando la conciliazione tra lavoro e vita familiare per tali genitori e prestatori di assistenza, la presente direttiva dovrebbe contribuire a conseguire gli obiettivi del trattato di parità tra uomini e donne per quanto riguarda le opportunità sul mercato del lavoro, la parità di trattamento sul posto di lavoro e la promozione di un livello di occupazione elevato nell'Unione. Il Titolare del trattamento è: Segreteria Nazionale Nursind. Il chiarimento viene dal ministero del Lavoro, a seguito di nuove disposizioni per cui, in caso di separazione, il minore ha diritto di mantenere un rapporto equilibrato con entrambi i genitori ed è quindi prioritario l’affidamento condiviso. In tema vedasi circolare N. 333-A/9807.B.7 del 26 maggio 2008. b) esonero dal turno notturno, a domanda, per la madre o, alternativamente, per il padre, sino al compimento del terzo anno di età del figlio. Diritto Militare e per le Forze di Polizia Moderatore: Avv. operano ad integrazione di quanto già previsto a carico dell'Amministrazione della P.S, Polizza assicurativa per il rimborso delle spese legali e per i danni causati a terzi, Monetizzazione del congedo ordinario maturato e non fruito, RPC "Toscana": insensato l'impiego in singole unità, Polizia di Stato: Dinamiche sindacali in atto. Lavoro Notturno. Cosa devi sapere, https://www.infermieristicamente.it/informativa-privacy.html. Per Pfizer, escluse per legge, responsabilità per eventi avversi vaccino? Nella generalità dei casi i permessi legge 104 possono essere richiesti per assistere un solo disabile, ma il lavoratore che assiste più familiari con handicap grave può cumulare i permessi mensili spettanti.. Il cumulo dei permessi, però, è consentito solo a determinate condizioni. Lavoro notturno 1. Tutto quello che devi sapere, Università & NurSind. c) esonero, a domanda, per la madre dal turno notturno o da turni continuativi articolati sulle 24 ore, o per le situazioni monoparentali da turni continuativi articolati sulle 24 ore, sino al compimento del terzo anno di età del figlio. Sono entrambi astronauti. 532/99). UK. 51 (4° contratto integrativo del decreto del Presidente della Repubblica 11 settembre 2007, n. 170, relativo al quadriennio normativo 20062009 e al biennio economico 2006-2007) prevede i seguenti benefici: a) esonero dalla sovrapposizione completa dei turni, a richiesta degli interessati, tra coniugi dipendenti dalla stessa Amministrazione con figli fino a sei anni di età. Local Business. Art. La Sardegna al grido di Vergogna: infermieri pagano prezzo pandemia, NurSind. 11 Limitazioni al lavoro notturno 1. Calcolo dei sei aumenti periodici (sei scatti) di stipendio nel trattamento di fine servizio, Firenze: Emergenza Covid-19, inammissibili dinieghi alla Postale, Firenze: Polfer, orari difformi da riportare a canoni di legittimità, Grosseto: Questura ed il tira e molla degli orari in deroga, Prato: Questura, richiesta ricorso aggiornamento in modalità e-learning, L'assegno di funzione: caratteristiche ed importi, Disciplina della mobilità a domanda del personale della Polizia di Stato, Candidatura alle elezioni politiche di personale della Polizia di Stato, Comunicazione su corretta applicazione dell'articolo 54 dpr 1092/73 per il calcolo del 44% della base pensionabile, POLIZIA: Viminale stila “classifica” sindacati, Siulp primo con 25.042 iscritti, Esenzione dai servizi esterni nei turni previsti nelle fasce serale e notturna, Aggravamento di infermità per causa di servizio - revisione dell’equo indennizzo, Il rimborso forfetario nel trattamento di missione, Inabilità parziale o totale sopravvenuta durante il rapporto di lavoro e sue conseguenze. In qualsiasi momento potrete esercitare i diritti di cui al Regolamento UE 679/2016. Così, evidentemente, non è, atteso che è lo stesso tenore letterale della norma a escludere tale possibilità, così come più volte evidenziato dallo stesso Dipartimento della pubblica sicurezza, tra l’altro con nota nr. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie, Il 14 settembre 2016, a conclusione della gara europea pubblicata dal Fondo di Assistenza per il personale della Polizia di Stato il 15 gennaio dello stesso anno, sono stati firmati i contratti, di durata quinquennale relativi alla ". Svolgono lavoro notturno i lavoratori tenuti ad operare su turni a copertura delle 24 ore. Eventuali casi di adibizione al lavoro notturno, ai sensi dell’art. 11 del Decreto Legislativo 8 aprile 2003, n. 66, come modificati dal Decreto Legislativo n. 80/2015, contemplano le categorie di lavoratori per cui sono previsti il divieto e la non obbligatorietà di prestare lavoro notturno. le donne, dalle ore 24 alle ore 6, nel periodo che intercorre tra l’accertamento dello stato di gravidanza e il compimento di un anno di età del bambino; i minori, per un periodo di almeno 12 ore consecutive comprendente l’intervallo tra le ore 22 e le 6 o tra le ore 23 e le 7. le lavoratrici madri, o, in alternativa, i padri di bambini di età inferiore a tre anni; i genitori unici affidatari di minori di anni 12 (in caso di affidamento condiviso tra i due genitori entrambi i genitori possono beneficiare dall’esenzione dal lavoro notturno nei periodi di convivenza con il figlio); i genitori adottivi o affidatari di un minore, nei primi 3 anni dall’ingresso del minore in famiglia e comunque non oltre il raggiungimento dei 12 anni di età da parte di quest’ultimo; lavoratori che hanno a carico persone con disabilità ai sensi della legge 104/92. 26 novembre 1999 n. 532, sono individuati dalle Aziende ed Enti. Grazie in anticipo a chi voglia rispondere. È vietato adibire le donne al lavoro, dalle ore 24 alle ore 6, dall'accertamento dello stato di gravidanza fino al compimento di un anno di età del bambino. Per questa ragione, in questo articolo vedremo cosa è il lavoro notturno e qual normativa lo regola. i genitori unici affidatari di minori di anni 12 (in caso di affidamento condiviso tra i due genitori entrambi i genitori possono beneficiare dell’esenzione dal lavoro notturno nei periodi di convivenza con il figlio); Joomla templates powered by Sparky. Reparto Mobile Firenze: Roma, come premio a letto senza pranzo e cena! 66/03 “Riforma della disciplina in materia di orario di lavoro in attuazione delle direttive 93/104/Ce e 2000/34/CE”, dove in questo decreto troviamo le definizioni di periodo notturno e lavoratore notturno. 95098210248, Redazione: Inf. 53 - Lavoro notturno (Legge 9 dicembre 1977, n. 903, art. 2. LAVORO NOTTURNO: DEFINIZIONI ED OBBLIGHI DI LEGGE . Per maggiori informazioni circa il trattamento dei dati personali visitare https://www.infermieristicamente.it/informativa-privacy.html. Il prestatore di lavoro deve svolgere le proprie mansioni di notte in via normale; la prestazione, quindi, non deve avere carattere di eccezionalità. 26 novembre 1999, n. 532. Il lavoro notturno è disciplinato dal D.lgs. Limitazioni al lavoro notturno per i genitori di figli minori di tre anni. Limitazioni al lavoro notturno per i genitori di figli minori di tre anni. 53, c. 2 TU): Legge Bilancio: Infermieri SSN in extra orario per vaccinare, a 50 euro l'ora, Covid. 112/2008 convertito dalla Legge 133/2008. Giuseppe Provinzano, Inf. In quanto alla durata della prestazione rimane salvaguardata l'attuale organizzazione del lavoro dei servizi assistenziali che operano nei turni a copertura delle 24 ore. Nel caso in cui sopraggiungano condizioni di salute che comportano l’inidoneità alla prestazione di lavoro notturno, accertata dal medico competente, si applicano le disposizioni dell’art. Precedente Successivo. Per quanto non disciplinato dal presente articolo trovano applicazione le disposizioni di legge in materia di lavoro notturno ivi incluso il D.Lgs. 53 del D.Lgs. Che lavoro fanno i tuoi genitori? - i genitori unici affidatari di minori di anni 12 (in caso di affidamento condiviso tra i due genitori entrambi i genitori possono beneficiare dall’esenzione dal lavoro notturno nei periodi di convivenza con il figlio); 28 likes. Infermieri genitori single, quali soluzioni per conciliare figli e lavoro? In base a tale interpretazione restrittiva la lavoratrice che si trovi in una delle descritte situazioni potrebbe essere impiegata in servizi continuativi, purché non effettui l’intera turnazione. Anche il nostro cervello risente del lavoro notturno, in particolare con un peggioramento nelle prestazioni delle principali facoltà cognitive, come memoria, attenzione, velocità di reazione. E’ assolutamente vietato adibire al lavoro notturno: Non possono essere obbligati a svolgere attività lavorativa nel periodo notturno: L'indirizzo email non verrà pubblicato. nel mio caso io sono IP e mio marito agente di Polizia. agevolazioni per genitori entrambi turnisti. Il testo dell’articolo 53, così come modificato dall’articolo 11 del D.lgs 80/2015, disciplina alcune limitazioni al lavoro notturno. i genitori unici affidatari di minori di anni 12 (in caso di affidamento condiviso tra i due genitori entrambi i genitori possono beneficiare dall’esenzione dal lavoro notturno nei periodi di convivenza con il figlio); Vincenzo Raucci, Inf. Uscita fuori luogo, Sito internet della rivista trimestrale del sindacato infermieristico NURSIND, Segreteria Nazionale NursindVia Francesco Squartini, 356121 PisaC.F. Daniele Carbocci, Inf. Nel 2019, la soglia entro cui i figli restano a carico dei genitori è fissata a 4000 euro per i minori di 24 anni, mentre per i ragazzi di età compresa tra i 24 e i 26 permane la precedente soglia di 2840,51 euro. E’ garantita al lavoratore l’assegnazione ad altro lavoro o a lavori diurni. Le definizioni di lavoro notturno e di lavoratore notturno sono contenute nel D.Lgs 532/1999 (art.2), nel D.Lgs 66/2003 (art 1 comma 2) come modificato dall’art. I Vostri dati non saranno oggetto di alcuna diffusione. 333-A/9807.B.7 del 26 maggio 2008). 26 novembre 1999, n. 532. Log in. Roma, 11 ottobre 2015                   La Segreteria Nazionale, Abbiamo 24 visitatori e nessun utente online. Permessi 104 per entrambi i genitori. Maria Luisa Asta, Inf. degli operatori della Polizia di Stato continuano gli apparentamenti o meglio le federazioni tra le tante, occorso che quest'anno, in particolare, ha messo in difficoltà anche l'Amministrazione. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. In tale ambito si è ritenuto opportuno chiarire che ai fini della concessione del beneficio in argomento risulta vincolante il presupposto che il coniuge del richiedente svolga un’attività lavorativa il cui orario sia articolato, in via non eccezionale, anche nelle fasce orarie notturne. LAVORO NOTTURNO I DIRITTI • È vietato adibire le donne al lavoro notturno dalle ore 24 alle ore 6 del mattino dall’accerta-mento dello stato di gravidanza fino al compimento di 1 anno di età del bambino (art. Giuseppe Romeo, Inf. b), punto 2 del D.Lgs. Siamo pochi e stanchi, Monete 2 euro. Entrambi, per esempio, possono arricchire il proprio profilo LinkedIn. Se addirittura sono entrambi i genitori ad essere turnisti, la conciliazione vita–lavoro diventa ancor più complicata, ma la legge prevede il diritto alla turnazione opposta. n. 66/2003. Copyright © 2020 Siulp Toscana. Lavoro notturno In Italia sono circa 3 milioni i lavoratori dipendenti che lavorano a turni notturni (dati ISTAT 2004) Circa 20% di tutti i lavoratori dipendenti Prevalgono uomini di età 26 - 45 anni Ma anche donne e over 50 Lavoro notturno 2. I genitori separati che godono dell’affidamento condiviso dei figli hanno il diritto di non lavorare di notte. Si considera lavoratore notturno chi lavora in questa fascia oraria per almeno tre ore al giorno o per almeno ottanta giornilavorativi in un anno. In particolare, l’articolo 18 del DPR 16 aprile 2009 , nr. Sign up. Elsa Frogioni, Inf. Ai genitori spetta una detrazione dell’Irpef che tiene conto dei figli a carico.Sono a carico i figli che dipendono economicamente dai genitori e non in grado di sostentarsi. Lavoro notturno. Mentre ormai diventa sempre più difficile tenere il conto delle sigle sindacali, e ricordare la denominazione di ciascuna, in rappresentanza (?) 532/1999 prescrive le misure per la tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori che prestano la loro attività nel lavoro notturno. Al lavoratore notturno sono corrisposte le indennità previste dall’art.86 comma 12 (Indennità per particolari condizioni di lavoro). Il lavoro notturno è regolamentato dal D.Lgs. 333-A/9807.F.6.2 del 10 aprile 2005, ove si prescrive esplicitamente che “le dipendenti che abbiano chiesto l’applicazione del predetto beneficio non potranno essere impiegate in nessuna delle fasce orarie in cui si articola la turnazione h 24”. Cerco la legge che tutela i genitori con turno notturno di lavoro, che sancisca il diritto ad uno dei due di essere dispensato dal turno per poter accudire il/i figlo/i minore/i. ... possono chiedere all'amministrazione l'esenzione del lavoro notturno o turno continuativo. Hai a carico un disabile riconosciuto ai sensi della Legge 104. Il trattamento può essere effettuato sia in formato elettronico che cartaceo.