Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito. Il presidente turco Erdogan ha affermato in una ... politici curdi da parte del governo turco. Ci sono stati perfino momenti in cui ho effettivamente pensato che esistesse un briciolo di giustizia in questo mondo. Inserisci email e password per entrare nella tua area riservata. I Curdi non sono affatto un unicum, ma sono divisi tra organizzazioni legati ai diversi Stati e con milizie di partito. I curdi, per la maggior parte di religione musulmana sunnita, vivono soprattutto in Turchia. Il Sud Est del Paese, regione a maggioranza curda, è sconvolto da scontri che hanno causato migliaia di morti, … Conflitto turco siriano curdo. Chi sono i curdi, cos’è il Rojava e perché è così strategico per Erdogan K metro 0 – Parigi – Settimana cruciale per il destino dei popoli mediorientali, e in particolare per quello curdo … Vicino alla città curdo siriana Ras al Ain, lungo il confine con la Turchia, il 16 ottobre 2019. Di Maio "Embargo armi e non solo alla Turchia. Radici e dinamiche del conflitto tra governo turco e curdi ... Complessivamente, la nostra ricerca rivela che i conflitti politici tra il movimento curdo e lo Stato turco non possono essere limitati e contenuti all'interno dei confini della Turchia dal momento che questo conflitto … Siria, la Turchia passa il confine e lancia l'attacco ai curdi. Regalati o regala Internazionale. La regione del Kurdistan - 550 mila chilometri quadrati - è divisa tra Turchia, Iran, Iraq e Siria. Ogni volta che vado da qualche parte dico a mia moglie di prendersi cura di sé e di nostro figlio perché potrei non tornare. Dopo la Prima Guerra Mondiale dove l’Impero Ottomano ne uscì sconfitto, il Trattato di Sèvres prevedeva la creazione di uno Stato curdo ma il successivo Trattato di Losanna cancellò questa prerogativa. Un padre e una madre che seppelliscono il loro figlio, coprendolo di terra, sapendo che quello sarà il loro ultimo saluto. Öcalan è in carcere dal 1999 ma da tempo negozia con il governo turco un accordo di pace. La questione curda è una delle problematiche più importanti al mondo: questa popolazione nomade, con una propria cultura e proprie tradizioni, purtroppo non trova uno stato in cui vivere. La storia non perdonerà mai quanto ci è accaduto, perché continua a ripetersi. Adesso è passato un anno e mi chiedo: com’è stato possibile dargli un nome del genere? L’altro giorno ho visto una madre che cercava il corpo di suo figlio tra i morti e feriti arrivati all’ospedale. Tutto è diventato assurdo e insensato. E adesso la guerra è arrivata alla porta della mia casa, che potrebbe essere distrutta dall’artiglieria o dagli attacchi aerei. In una serie di tweet diffusi nelle ultime ore non mancano accuse per il leader turco Recep Tayyip Erdogan e il Centro per il coordinamento e le operazioni militari delle Fds afferma che un “attacco turco” rischierebbe di annullare i successi nella lotta all’Isis e di fare della Siria una “zona di conflitto … Da quel momento fino ai giorni nostri questo popolo ha subito persecuzioni atroci da parte di Iran, Iraq e Turchia, spesso come ritorsione alla guerriglia o agli attacchi terroristici da parte di alcune milizie curde spinte da rivalse indipendentiste. Questo popolo, che si nominò tale nel 600 d.C., abita tuttora nella regione montana dove è da sempre vissuto. Un popolo diviso e senza uno Stato I Curdi sono una popolazione di origine iranica. Il conflitto turco-curdo nella rassegna stampa internazionale. In seguito alla decisione di Trump, la Turchia ha inviato le sue truppe e da allora i curdi non hanno molto tempo per pensare ad altro che difendere le loro aree dagli attacchi. Abbiamo sacrificato migliaia dei nostri figli per eliminare il terrorismo. Le truppe turche hanno … E così anche stavolta. Money.it è una testata giornalistica a tema economico e finanziario. La decisione da parte di Donald Trump di spostare i militari Usa dal Nord della Siria è ora da intendersi come una sorta di disco verde a un attacco militare da parte della Turchia, che da tempo si è detta pronta a una nuova guerra con i curdi per debellare ogni possibile minaccia terroristica. Quello che nessuno dice e la vera posta in palio. Complessivamente, la nostra ricerca rivela che i conflitti politici tra il movimento curdo e lo Stato turco non possono essere limitati e contenuti all’interno dei confini della Turchia dal momento che questo conflitto … Da quando il Trattato di Losanna ha vanificato la speranza della nascita di un proprio Stato, il popolo curdo è in lotta per l’indipendenza con insurrezioni che si sono verificate nell’ultimo secolo in Iraq, Iran e in Turchia. La loro regione storica è il Kurdistan ("terra dei Curdi"). Esteri Politica. L'Europa parli con una sola voce" di redazione 14/10/2019 ESTERI. Da questa tensione mai veramente risolta nascono i venti di guerra che attualmente spirano nel Nord della Siria, zona adesso controllata dalle milizie curde che sono state in prima linea nel combattere e sconfiggere il califfato dell’Isis. Quando è nato mio figlio, l’abbiamo chiamato Avan. Ho visto morte, distruzione, disperazione, sofferenza. In Iraq fin dal secondo dopoguerra sono state tante le attività partigiane da parte di diverse milizie curde, ma quando a Bagdad salì al potere Saddam Hussein la repressione si fece molto più sanguinosa. Il Partito dell’unione democratica (Pyd), un partito indipendentista curdo … I Curdi sono un popolo senza patria. Sono un curdo della Siria del nord, e da anni fotografo la guerra. Una sorta di destino che sembrerebbe ripetersi per i curdi, in lotta per il pieno riconoscimento di un proprio Stato in pratica dalla fine della Prima Guerra Mondiale quando si andò a sgretolare l’allora Impero Ottomano. In Iraq fin dal secondo dopoguerra sono state tante le attività partigiane da parte di d… Ho aperto la porta e mio figlio stava piangendo perché aveva sentito i bombardamenti sulla sua città. La loro storia inizio in tempi remotissimi ma in particolare nel 1900 si sono susseguiti importanti eventi storico - politici . Conflitto curdo-turco (1978-oggi) Parte delle ribellioni curde in Turchia: Panoramica del conflitto curdo-turco (2010) Data: c. 27 novembre 1978 - presente (42 anni e 4 settimane) Posizione: Turchia orientale … Storia del conflitto con la Turchia, La mascherina protegge dal coronavirus? Non si fidano più di nessuno, solo di loro stessi. È di nuovo scoppiato, in tutta la sua violenza, il conflitto tra lo Stato turco e i curdi di Turchia. di Antonietta Chiodo, ProMosaik e.V. Questione curda: aggiornamento sulla situazione La Turchia, con sortite militari nella parte nord della Siria, riaccende la questione curda, creando nuove tensioni sull’asse Ankara-Damasco. Non è una cosa da poco per un popolo senza terra, che da secoli è intrappolato nelle lotte di potere tra i giganti della regione. Viviamo nella delusione mentre ci avviciniamo al nostro destino. E i nostri partner, gli Stati Uniti, ci hanno lasciati soli ad affrontare la Turchia. Dopo la caduta di Saddam Hussein la situazione si è pacificata, tanto che la zona Nord dell’Iraq controllata dalle milizie curde gode di una certa indipendenza essendo state inserite nel nuovo sistema federale. Tali sono infatti i Peshmerga1, lo YPG e il PKK. È piena di sconfitte e delusioni, simile a venti carichi di polvere pesante che rendono difficile anche respirare. Avevamo un’autonomia e dal momento che, insieme alle forze statunitensi, abbiamo sconfitto il “califfato” del gruppo Stato islamico (Is) nella regione, avevamo osato sognare che il nostro territorio sarebbe rimasto in pace. Perché i curdi sono perseguitati? Sembrava una cosa giusta. Cerca nel sito: La guerra in Siria inizia nel corso del 2011, in un primo momento assumendo i tratti di una guerra civile, per poi diventare un conflitto che coinvolge attori … Violenta in questi tre paesi è stata la repressione nei loro confronti. Il termine Kurdistan turco è spesso associato e utilizzato nel contesto del nazionalismo curdo, il che lo rende un termine controverso in Turchia. In Irantutt’ora la minoranza curda è oggetto di discriminazioni e in passato le donne sono state vittime di numerosi episodi di violenza sessuale. Era terrorizzato. Significa prospero e florido e speravamo che questo nome avrebbe rispecchiato la strada che la sua vita avrebbe intrapreso. Questo articolo è stato pubblicato sul blog Correspondent dell’Agence France-Presse. Alla fine, è svenuta. Una ragazza che piangeva sulla tomba del suo amato. Anche qui migliaia sono state le vittime su entrambi i fronti, visto che si stima che negli anni le azioni terroriste del PKK, che ufficialmente ha deposto le armi nel 2001, abbiano portato all’uccisione di 37.000 turchi. È come se avessero contribuito a indebolirci, in modo da farci arrendere alla Turchia senza combattere. Nel blog giornalisti e fotoreporter raccontano il loro lavoro. Violenta in questi tre paesi è stata la repressione nei loro confronti. Abbiamo capito che gli Stati Uniti non mantengono le loro promesse quando hanno evacuato, e addirittura distrutto, alcune delle loro postazioni difensive durante la ritirata. Spesso, quando scatto delle fotografie, i miei occhi si riempiono di lacrime. ROC n.31425) - P. IVA: 13586361001, $('#search-input').focus()); In Iran tutt’ora la minoranza curda è oggetto di discriminazioni e in passato le donne sono state vittime di numerosi episodi di violenza sessuale. Articolo originale pubblicato su Money.it qui: di Paolo Maria Coniglio giovedì 10 ottobre 2019 0 Commenti. «Questione Curda» Aspetto Politico. Il conflitto causò peraltro, in poco più di dieci anni, migliaia di morti e un esodo verso le periferie delle grandi città di circa due milioni di persone e comportò una forte limitazione dei diritti civili e politici, che colpì partiti politici legali (come il partito curdo … " class="bg-gray-300 h-8 w-8 text-center rounded-full p-1 cursor-pointer">, Vedi tutta la sezione Risparmio e Investimenti, Perché si torna a parlare di Terza Guerra Mondiale. 1 Preferiti. Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Proprio i Curdi Iracheni sono stati accusati di codardia, anche dai propri cugini del PKK, e di aver abbandonato Yazidi e Cristiani di fronte all’avanzata dell’ISIS per forzare la mano agli Stati Uniti ed ottenere il supporto aereo. Non era sincero nella sua promessa di proteggere i suoi compagni d’armi. La Turchia però aveva interpretato la mossa come un tentativo di rafforzare lo stato curdo, una cosa ritenuta inaccettabile, e aveva agito di conseguenza. Ma adesso, dopo aver assistito a battaglie e bombardamenti, torno a casa mia e ritrovo lo stesso destino, la stessa fatica, la stessa mancanza di sicurezza e certezze. Non credo più che esista una giustizia. L’altopiano del Kurdistan è una vasta zona (circa 550.000 chilometri quadrati) che si estende nel Medio Oriente incastonato tra il Nord della Siria e dell’Iraq, il confine occidentale dell’Iran, quello meridionale dell’Armenia e la parte orientale della Turchia. Storia del conflitto con la Turchia, Rivalità o alleanza? I curdi, con circa 35 milioni di persone, sono un popolo che appartiene ad uno dei gruppi etnici più numerosi del Medio Oriente.Eppure, nonostante questo, non hanno uno Stato riconosciuto e vivono … Usa ed Europa al bivio sulla tecnologia, Ecco perché il “cashback” non piace alla Bce, I ristori del governo giallorosso sono insufficienti, “Origine del virus in Lombardia”, la Cina chiede all’OMS di indagare sull’Italia. 11 ottobre 2019, l’esercito turco ha dato il via a un attacco militare contro i curdi invadendo il territorio a nord della Siria. Scrivo queste parole mentre una brezza fredda mi avvolge le dita e un destino ignoto ci attende, in questa terra dove avrei voluto trascorrere tutta la mia vita con la mia famiglia. Nel 1920 La disgregazione de… Sarebbe un episodio particolarmente grave perché avevano occupato le terre abbandonate dall’esercito iracheno, e promess… Speranze e sogni si sono dissolti con i venti del mattino. In Turchia invece viste le tante discriminazioni subite, con tanto di proibizione dei cognomi curdi così da cercare di cancellare l’identità del popolo, negli anni ‘80 nacque il gruppo di ispirazione marxista PKK guidato da Abdullah “Apo” Öcalan che iniziò una lotta armata contro il governo centrale di Ankara. Ma adesso tutto, intorno a me, mi parla di disastro. I gruppi considerati ostili: i curdi siriani. del Tribunale di Roma N. 84/2018 del 12/04/2018. Stipendio e biografia del ministro della Salute, Covid, Ordine dei Medici spinge per il lockdown: «invertire trend o si dovrà scegliere chi intubare». Forse perché condivido lo stesso destino delle persone che vedo nel mio obiettivo. I curdi sono una popolazione che vive divisa tra cinque Stati diversi: la Turchia, l’Iraq, l’Iran, la Siria e l’Armenia. Osservava tutti i volti dei morti, sperando di trovare suo figlio. Abbandonare i curdi è insensato come la guerra in Siria, I sogni infranti e la rabbia della primavera araba, Scoop! Money.it srl a socio unico (Aut. Attualmente non esiste un vero e proprio Stato curdo, anche se le zone controllate in Iraq e in Siria godono di una certa autonomia specie dopo la caduta del sedicente Stato Islamico dell’Isis. Covid Cina: solo 21 nuovi casi. >>. Da quando il Trattato di Losanna ha vanificato la speranza della nascita di un proprio Stato, il popolo curdo è inlotta per l’indipendenzacon insurrezioni che si sono verificate nell’ultimo secolo in Iraq, Iran e in Turchia. È difficile fotografare le persone che muoiono con il cuore spezzato perché sanno che il loro paese sarà occupato e le loro lapidi distrutte, come accaduto alle tombe curde ad Afrin, una regione a maggioranza curda più a ovest, nella Siria del nord, che la Turchia ha occupato all’inizio dello scorso anno. Da quel momento i curdi sono costantemente in lotta affinché gli venga riconosciuto il diritto di poter dare vita un proprio Stato, subendo una forte repressione che ha costretto una parte di questo popolo a una sorta di diaspora lontano dalle proprie terre. Non sembrerebbe esserci pace per il popolo curdo, ora a rischio di una vera e propria guerra con la Turchia dopo la pilatesca decisione di Donald Trump di ritirare le truppe americane di stanza nel Nord della Siria. Erdogan "Andremo fino in fondo". Come può una persona avere un briciolo di speranza in mezzo a tutta la devastazione e la distruzione che affliggono il mio paese? Gli auguro di essere felice. Più tardi alcune persone le hanno detto che suo figlio era morto ma non erano in grado di trovarne il corpo, ridotto in briciole dopo un attacco aereo alla città di confine di Ras al Ayn. La guerra della Turchia contro i curdi nel Nord della Siria si ferma, con lo stop alle operazioni militari che è stato sancito in un vertice a Sochi alla presenza di Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan.. Dopo … Come ha fatto a sconfiggere il virus? Riusciva ad addormentarsi solo stendendosi sul mio petto. Pagine nella categoria "Conflitto curdo-turco" Questa categoria contiene le 5 pagine indicate di seguito, su un totale di 5. Il raìs di Ankara Recep Tayyip Erdoğan ha approfittato dell’inaspettata ritirata delle forze armate americane, unica difesa del popolo curdo … Noi curdi siamo in stato di shock da quando il presidente statunitense Donald Trump ha ordinato alle truppe del suo paese di ritirarsi dalla nostra regione. Alcune di queste donne erano state schiave dell’Is, ma ora li affrontavano e li sconfiggevano sul campo di battaglia. Una donna che balla al funerale di suo fratello. Siamo qui da secoli e sappiamo che le grandi potenze del Medio Oriente sono spietate nei confronti delle altre etnie, che saranno massacrate oppure arabizzate o turchizzate, come accaduto per gli antenati dei loro nemici. Anche qui l’idea era quella di dare vita a una regione con ampia autonomia come già avviene in Iraq, prospettiva questa che però spaventa la Turchia che non vuole la creazione di una sorta di Stato curdo lungo i suoi confini orientali. Lo dico onestamente, non avrei mai pensato che il mondo facesse finta di non vedere quel che accade ai curdi in Siria. Ecco un esperimento (da fare a casa) per scoprirlo, Regioni zona arancione e gialla dal 13 dicembre: nuova mappa e misure restrittive, Quanto guadagna Roberto Speranza? Ho continuato a guardarlo durante la notte. Trump ci ha tradito, come ci è successo per tutta la nostra storia. Il Kurdistan non ha mai formato uno Stato indipendente e attualmente … Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo. Quando si racconta la guerra ci sono sempre scene che rimangono impresse nella memoria. Si stima che in Iraq durante le varie insurrezioni siano stati uccisi più di 100.000 curdi, con tanto di attacco con armi chimiche nel 1987 che poi è stato condannato come genocidio dalla Corte Internazionale dell’Aia. Il Pkk ha le sue basi nel nord dell’Iraq, dove Ankara ha lanciato una serie di raid aerei. Leggi anche Perché si torna a parlare di Terza Guerra Mondiale. Prima fotografavo battaglie che avvenivano altrove e tornavo a casa per riposarmi. Non ci saranno neppure delle lapidi a testimoniare la presenza curda in questa terra. La paura ci accompagna anche quando andiamo a letto. Conflitto turco-curdo-siriano. Iniziamo con il dire che il conflitto turco-curdo (un vero e radicato odio etnico) dura da oltre un secolo e, negli ultimi quarant’anni, si è fatto particolarmente sanguinoso con attacchi terroristici (da parte curda) … Cause della Prima Guerra Mondiale. (Fotografia La Press/ Reuters) Un altro attacco terroristico, questa volta colpisce il cuore di Ankara, il cuore militare della città Una discreta comunità è da anni presente anche in Italia. Queste memorie dolorose non se ne andranno mai. Nulla è ancora confermato ma nel frattempo Erdogan ha chiesto alla Nato una mano per gestire l’area del confine turco-siriano. Ma poi potevo sempre tornare alla sicurezza della mia casa. Per questo motivo, c'è ambiguità e il termine ha un … Perché i curdi sono perseguitati? Le ultime settimane hanno capovolto il mondo. Forse il destino sarà più generoso con lui che con noi, e saprà quanto è difficile sopravvivere agli attacchi turchi, che hanno distrutto i nostri sogni di vivere nella nostra terra e di cantare qui in libertà le tristi canzoni epiche che parlano del nostro destino. Tre domande da farsi sull’imminente conflitto turco-curdo In queste ore drammatiche, nell’imminenza dell’annunciata offensiva turca contro i curdi al nord della Siria, sorgono spontanee alcune domande che provo a formulare al di là dell’emozione personale verso il dramma curdo. Si è alzato piangendo, poi è tornato a dormire, terrorizzato. Lei ogni volta mi chiede “perché parli di morte” e comincia a piangere. Gli ultimi giorni mi hanno insegnato la verità di questo universo, ovvero che questo ruota dentro un inferno d’indifferenza. Ma i curdi sentono di dover combattere fino alla fine, per quanto amara, per non dover vivere fino al momento del vergognoso destino che li aspetta se perderanno la battaglia con la Turchia. Durante la guerra al Daesh gli Stati Uniti sono stati alleati dei curdi, con la presenza di truppe americane nella zona controllate dalle milizie che finora ha sempre scongiurato l’eventualità di una azione militare da parte di Ankara che vuole creare una sorta di zona cuscinetto tra la Turchia e la Siria. Da sempre stanziati nella parte Nord della Mesopotamia e di religione prevalentemente sunnita, dal punto di vista politico dopo un periodo di emirati semi-indipendenti fin dal XVI° secolo il suo territorio è stato diviso tra l’Impero Ottomano e l’Iran dei Safavidi.