L’intero transetto sud vide il coinvolgimento di Pietro Lorenzetti, il quale ne decorò le pareti con un manto di intonaco dipinto fino alla quota del pavimento, senza evidenti interruzioni. La Chiesa inferiore par che preghi inginocchiata sulla tomba del Santo. Il Sito utilizza i cookie per raccogliere e conservare informazioni sulle preferenze degli utenti. Quieto il sonno del Papa vegliato dai vecchi seduti, nella camera a formelle. I resti mortali di San Francesco d’Assisi riposano nella Basilica da ottocento anni insieme a quelli dei suoi primi compagni. 2,1). La Francia era presente ad Assisi attraverso il commercio delle stoffe e la cultura conventuale di altri ordini religiosi cistercensi che avevano percorso da Vercelli, Chiaravalle e Casamari le terre piemontesi, lombarde, laziali, toscane coi monaci di S. Bernardo. (Id 7,12). L'interno della chiesa, fasciato da un ballatoio che corre sotto i pilastri e illuminato da ampie vetrate, presenta una pianta a croce latina, con navata unica divisa in quattro campate coperte da volte a crociera, un transetto a due bracci e un'abside poligonale. Tra i due alberi fronzuti, un ampio spazio dal quale l'amoroso gesto del Santo evoca e attrae. Colore e linea dunque piuttosto che tensione o slancio acuto, nervoso, dinamico, sono i caratteri di tutta la basilica che si offre come un messaggio di spiritualità semplice, senza presupposti tecnici complicati o raziocini teologici, tomistici e francesi. Due scale addossate ai transetti immettono nel chiostro di Sisto IV e da qui il visitatore può salire direttamente all'abside della Chiesa superiore proseguendo il suo itinerario d'arte e di devozione. L'ultima cappella prospiciente la parete nord della navata, dedicata a Maria Maddalena, fu affrescata da Giotto e dalla sua bottega nel 1307-1308 su commissione di Teobaldo Pantano, vescovo di Assisi dal 1296 al 1329. Per maggiori informazioni visita il nostro sito Informativa sulla Privacy. Per questo il messaggio della sua pittura rimane al di là della prosa poetica e umana di Giotto e mantiene quel tanto di aristocratico tono che si fa denso di bagliori e fortemente drammatico. È proprio questa linea che si fa atto, sicurezza, espressione, interiorità di sentimenti e non più limite del semplice colore come nei bizantini quando serviva alla distinzione delle partiture cromatiche, la protagonista assoluta dell'arte nuova di Cimabue. Lungo la navata, nelle due zone in lato si sviluppano gli episodi del Vecchio Testamento, a sinistra, e del Nuovo Testamento, a destra. La decorazione pittorica della chiesa francescana non aveva scopi ornativi, ma didattici, e perciò veniva chiamata la "Bibbia dei poveri". Il gruppo di sinistra, coi soprastante monte, fa quasi da contrappeso allo slancio mistico del Santo. Prima di tutto era il luogo di sepoltura del fondator… Dio aleggia ovunque, è vicino all'uomo, cammina con lui per le strade del mondo per innalzare lo spirito sì, ma senza strappi violenti. Il campanile inoltre è greve con un largo impianto che si alleggerisce con le cornici orizzontali divisorie e appena si rianima con profilature salienti, verticali, verso aperture molto alte. Questo rigore è creato innanzi tutto da una linea che distacca dal fondo e che con lumeggiature particolari, non ancora giochi chiaroscurali, evidenzia figure ed oggetti. Affrescata dal Maestro di san Francesco. (Id 13,3). Questo luogo santo, insieme alle altre chiese, fanno di Assisi … In tal modo anche la struttura poligonale dell'abside si inserisce serenamente in questo discorso di colore e di misura serena ed umana. La basilica superiore di San Francesco d'Assisi è una delle due strutture che compongono la basilica di San Francesco ad Assisi, assieme alla basilica inferiore. Interessa a questo punto soffermarci per considerare l'arte insigne dei due massimi pittori della Basilica di S. Francesco. Ma non è tutto. La scena è divisa, dai profili dei monti, in diagonale. San Francesco Francescanesimo Webcam Tour 360 Basilica San Francesco Realizzato da PROMOVIDEO Perugia Religione e Fede Basilica e l'arte Digital version Attualità Eventi Preghiere Lettere al direttore Virtual Tour Tomba La Basilica di San Francesco è il luogo sacro per eccellenza di Assisi, poiché qui i … Le scene si affiancano ciascuna con un evidentissimo centro compositivo di chiara impostazione drammatica con personaggi psicologicamente ben definiti, con forte rilievo plastico e con efficace e geniale evidenza pittorica. L'arco d'ingresso mostra otto Santi a figura intera, mentre altri Santi figurano negli sguanci delle finestre. Sacro Convento, © 2020 tutti i diritti riservati • Credits. I critici sono incerti sulla data dei lavori giotteschi della Basilica Superiore. La figura del Santo fa quasi parte del monte sul cui fianco le celle hanno forma di piccole chiese. Suddivisa in tre campate scandite da pilastri e costoloni, la navata presenta una serie di cappelle, due prospicienti la parete sud (da est, cappella di san Martino e cappella di san Pietro d' Alcantara) e tre aperte lungo la parete nord e dedicate rispettivamente, sempre da est, ai santi Stefano, Antonio da Padova e Maria Maddalena. Il transetto nord è costituito da diversi affreschi elaborati dalla Bottega di Giotto, Simone Martini, e Cimabue. 12,3). La figura del Santo è di potente volume come un pilastro, al confronto delle esili colonne. La Chiesa superiore invita all'espansione e alla letizia; questa alla meditazione, alla penitenza e al silenzio. La Basilica di San Francesco di Assisi è diventata “Basilica” o meglio Basilica Patriarcale e Cappella Papale nel 1754 con la nomina di papa Benedetto XIV. E il gioco di essi, da contemplarsi più in basso, non è che il gioco necessario per costruzioni che si sono aggiunte e affiancate alla Chiesa, con un impianto più allargato dei previsto progetto che si svilupperà poi nel pieno Rinascimento. “...un Serafino discese dal cielo... di sì grande splendore che parea che ardesse... e infra l'ali di detto Serafino di subito apparve una similitudine d'uomo crocifisso... e le due ali di detto Serafino erano sopra il capo, e l'altre due stese come da volare, e l'altre due fasciavano tutto il corpo”. Il cosiddetto naturalismo di Giotto ebbe buon gioco in queste pitture che avevano il compito di narrare di commuovere colpendo direttamente la semplice fantasia popolare senza sottigliezze dottrinali e senza astrattezze allegoriche. Le rotture della chiesa permettono la visione della scena. Per maggiori informazioni visita il nostro sito Informativa sulla Privacy. Basilica di San Francesco La prima pietra per la Chiesa Inferiore la posò Papa Gregorio IX il giorno succesivo alla canonizzazione del Santo in data 17 luglio 1228 . Questo titolo è dovuto da diversi fattori: primo tra tutti dal messaggio di pace e fratellanza che la vita di San Francesco ha legato per sempre a questo posto. The Gothic late 13th and 14th-century lower basilica was built as an enormous crypt with cross-ribbed vaults . Basilica Superiore La Chiesa superiore slanciata, spaziosa, ariosa, luminosa è in netto contrasto con la Basilica inferiore che si presenta come una grave, potente, oscura costruzione ad archi schiacciati e a volte prone. La Chiesa e il cristiano devono accettare la Croce di Gesù per vincere il male. Giotto realizzò il ciclo delle Storie sulla vita di san Francesco (1296-1304) secondo un programma stabilito con precisione dai committenti. Due anni più tardi, il corpo del Santo, deposto nel frattempo a S. Giorgio (la futura chiesa di S. Chiara), fu trasportato e sepolto in gran segreto (per paura di cacciatori di reliquie) nella chiesa non finita. Si tratta della collina inferiore della città dove, abitualmente, erano sepolti i "senza legge", i condannati dalla giustizia (forse anche per questo era chiamata Collis inferni). Infatti, negli anni novanta si iniziarono a dipingere anche le vele e i registri superiori della navata, con maestranze romane e toscane. La decorazione della Basilica Superiore ha come punto di partenza il 1272 ed è Cimabue che qui domina veramente con una drammaticità che lo distacca fortemente dalla Pala della Maestà degli Uffizi Fiorentini. Lo sguardo è attratto da una incerta luminosità dell'altare maggiore e dalle vele della Crociera. Il ciclo di Assisi abbina due meraviglie: quella della vera prima narrazione prosastica di una vita di S. Francesco in un ritmo continuo narrativo e quella dell'arte di Giotto, che doveva necessariamente sintetizzare il messaggio umano e cristiano di Francesco: semplicità, rispetto di ogni creatura e penetrazione del suo essere e dei suoi messaggi in comunione con l'uomo; amore della creazione come opera di Dio e come scala per ritornare alla sua contemplazione: perdono in senso orizzontale e verticale per ristabilire l'armonia dentro cui l'anima degli uomini può trovare la pace e la gioia. Assisi, Basilica Superiore, interno La luminosa struttura, uno dei prototipi del gotico italiano, è sorta in previsione di una complessa decorazione ad affresco, avviata prima del 1280, distribuita in tutti gli spazi disponibili. Le sepolture, il tesoro e le decorazioni della Basilica di San Francesco d’Assisi Gli anni ’90 del 900: dai restauri al terremoto Secondo la tradizione, il luogo in cui fu sepolto e su cui sorge l’attuale Basilica di San Francesco d’Assisi, fu scelto dallo stesso Francesco. La navata, coperta di volte a crociera scandite da costoloni recanti una bellissima ornamentazione floreale e geometrica, conserva alle pareti i resti frammentari della primitiva decorazione murale, eseguita intorno al 1260 da un pittore umbro nota come Maestro di San Francesco. A sinistra dell'altare è rappresentata nelle storie di San Pietro e di San Paolo la vicenda della Chiesa terrena. Il Sito utilizza i cookie per raccogliere e conservare informazioni sulle preferenze degli utenti. CIMABUE E GIOTTO Nell' abside che conclude sul lato ovest il presbiterio della Basilica Inferiore si trova II Giudizio Finale di Cesare Sermei, un grande affresco commissionato nel 1622 dai francescani. Uniamo il commento di qualche affresco. La Basilica di San Francesco di Assisi è formata da due chiese sovrapposte, la Basilica superiore e la Basilica inferiore, grandiose sono in entrambe le decorazioni interne. La navata centrale si presenta come una galleria oscura formata dalle potenti costolature degli archi impostati ad altezza d'uomo. Per la decorazione della basilica vengono chiamati i migliori artisti. Organo ufficiale di stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi La basilica inferiore di San Francesco dAssisi è una delle due strutture che compongono la basilica di San Francesco ad Assisi, assieme con la basilica superiore. Bellissimo esempio della partecipazione scenografica del paesaggio al fatto rappresentato. San Francesco Francescanesimo Webcam Tour 360 Basilica San Francesco Realizzato da PROMOVIDEO Perugia Religione e Fede Basilica e l'arte Digital version Attualità Eventi Preghiere Lettere al direttore Virtual Tour Tomba Il grandioso ciclo pittorico della basilica Superiore è il più unitario e logico che si conosca, e si presenta come un'opera storica e religiosa. La Chiesa superiore par che canti impennata verso il cielo. Gli affreschi Le ampie e compatte superfici murarie delle … Secondo la tradizione fu lo stesso Francesco ad indicare il luogo in cui voleva essere sepolto. “Fu un uomo d'Assisi che, quando egli alcuna volta vedeva Francesco... si poneva giù le vestimenta e spazzavagli la via per la città innanzi e poneale sotto i piedi...” (S. Bonaventura, Vita di S. Francesco, 1,1). Le pitture di Giotto destinate a colpire vivamente la fantasia popolare hanno il carattere dell’immediatezza narrativa e di plastica evidenza. Dal profondo dell'essere turbato dal peccato e dalle passioni nasce al contatto purificatore di Francesco questo respiro di liberazione e di gioia pura. L'apertura delle cappelle ha distrutto parte dell'esteso ciclo pittorico delle pareti laterali, realizzato dal cosiddetto Maestro di San Francesco, intorno al 1260, con cinque Storie di san Francesco, sulla parete sud, e altrettante Storie della Passione di Cristo, su quella nord. La costruzione della basilica inizia nel 1228, il giorno dopo la canonizzazione di Francesco, il figlio di un ricco mercante umbro che si spoglia dei suoi privilegi e incarna il ritorno a un modello evangelico di carità e umiltà cristiana. Vi si trovavano infatti descritti e rappresentati, per episodi salienti, tutti i testi della Rivelazione divina. L'interno propone una sola navata a quattro campate di ampio respiro con largo transetto e abside poligonale.