Nella stagione 2020-2021 milita nel campionato di Serie A, per la prima volta nella sua storia. Lo Spezia inanella tra la fine del 2011 e l'inizio del 2012 una lunga serie di risultati positivi che lo riporta a ridosso delle prime, ma la testa della classifica è saldamente nelle mani del Trapani che, dopo la vittoria del 12 febbraio nello scontro diretto per 1-0, si porta addirittura a +11 sugli aquilotti. [29] Il 23 maggio lo Spezia del nuovo presidente Tacoli non riconferma l'allenatore Gigi Cagni, il direttore sportivo Vitale e nemmeno il direttore generale Renato Cipollini[30]. Al termine della guerra, la situazione dello Spezia è assai difficile. Aggiudicati la maglia bianca home dello Spezia Calcio, indossata dall'attaccante brasiliano Ânderson Miguel da Silva, noto come Nenê in occasione del match contro il … I torinesi non perdevano in casa dal lontano aprile 2005 e, grazie a questo risultato, lo Spezia conserva il primato di non essere mai stato sconfitto dalla Juventus in partite ufficiali. Lo Spezia diventa anche la prima squadra in assoluto a centrare nella stessa stagione il treble di Lega Pro formato da campionato, coppa e supercoppa di categoria. Il nuovo amministratore delegato è Giuseppe Spalenza e Moreno Zocchi diventa direttore sportivo, mentre in panchina viene chiamato Elio Gustinetti. All'inizio degli anni 1940 arrivano in maglia bianca Costanzo e Costa, due giocatori destinati a rimanere nella storia della società. Nel suo albo d'oro lo Spezia Calcio può vantare un titolo nazionale, grazie alla vittoria del campionato di guerra del 1944 conseguita dai VV.FF. Il 10 ottobre 1906 il commerciante svizzero Hermann Hurni, insieme ad altri suoi connazionali, fonda la sezione football dello Sport Club Spezia. La leggenda del Catania ed i suoi gagliardetti, Ecco il super collezionista Cianfanelli, mister 9000 gagliardetti, Copyright 2012 - 2020 Pennants Museum All Rights Reserved by. Il 2 maggio era arrivata anche la vittoria nella Coppa Italia Lega Pro contro gli storici rivali del Pisa, ribaltando con un 2-1 all'Arena Garibaldi la sconfitta per 1-0 patita in casa all'andata[25]. L'annata successiva, quella del 2001-02, è una delle più belle ed emozionanti nella storia dello Spezia anche se non si conclude con quella che sarebbe stata una meritata promozione in Serie B. Gli aquilotti infatti rinforzano ulteriormente la rosa con giocatori del calibro di Pisano, Buso e Caverzan e disputano un campionato di vertice che si risolve in un testa a testa con il Livorno. Lo Spezia Calcio (già Foot Ball Club Spezia, poi Associazione Calcio Spezia, Spezia Calcio 1906 e Associazione Sportiva Dilettantistica Spezia Calcio 2008), comunemente noto come Spezia, è una società calcistica italiana con sede nella città della Spezia. Nel 1925 però arriva la prima retrocessione in virtù dell'ultimo posto nel girone. Dal sito web ufficiale della società[45]. Nella fase costitutiva l'associazione è presieduta dal Sindaco della città Massimo Federici e vede come soci-fondatori quattro consiglieri comunali di differente collocazione politica. Con l’addio di Pallotta la Curva si farà sentire I tifosi della Roma rivogliono il vecchio stemma. Anche nella successiva stagione 1998-1999, accompagnata da problemi di ordine pubblico in occasione di alcune partite, lo Spezia si piazza nuovamente al quinto posto, ma questa volta ai play-off è beffato in semifinale nei minuti di recupero dall'AlbinoLeffe. [8] Tuttavia a settembre, a poche settimane dall'inizio del nuovo campionato, il Livorno e i concittadini della Pro Livorno decisero di fondersi in un'unica società lasciando libero un posto nell'organigramma della massima serie. Nel 1982-1983 arriva addirittura la retrocessione nel campionato Interregionale, lo Spezia viene tuttavia ripescato in Serie C2 grazie alla rinuncia del Banco Roma. [59], Inoltre, la tifoseria spezzina ha generalmente pessimi rapporti con la maggioranza delle tifoserie toscane in primis con quella dei carrarini (che considerano le sfide con lo Spezia come il «derby per eccellenza») e, a seguire, con quella lucchese (spesso gli incontri tra le due tifoserie sono sfociati in episodi violenti) e livornese (dopo la rottura del gemellaggio). Lo Spezia neopromosso in Serie C1 si dimostra subito una squadra protagonista del campionato. Inspired designs on t-shirts, posters, stickers, home decor, and more by independent artists and designers from around the world. primeggiarono nel proprio girone con 13 punti, davanti alle squadre di Suzzara, Fidenza, Parma e Busseto. Con il passare del tempo il gruppo divenne via via sempre più numeroso e cambiò collocazione all'interno dello stadio, occupando inizialmente la Curva Ferrovia, successivamente (negli anni 1980) la struttura prefabbricata della Curva Piscina, e infine trovando collocazione definitiva nella nuova Curva Ferrovia realizzata in seguito alla ristrutturazione dello stadio Picco nel 1993. Nel 1950-1951 infatti lo Spezia abbandona dopo dieci anni la Serie B, categoria che non rivedrà più per oltre mezzo secolo. Il 16 luglio, invece, gli spezzini sovvertirono i pronostici battendo i granata: questi ultimi furono probabilmente penalizzati da una stancante trasferta a Trieste per un'amichevole di due giorni prima, a cui furono obbligati a partecipare dalla Federazione. Dopo un paio di campionati conclusi a metà classifica, nella stagione 1992-1993 la retrocessione è evitata grazie al fatto che Siena e Carpi hanno fatto minor punti, occupando le ultime due posizioni in classifica, e alla radiazione dell'Arezzo. Il sorpasso arriva negli ultimi minuti della 33ª giornata, con lo Spezia che segna il gol vittoria a Trieste e il quasi contemporaneo pareggio del Südtirol in casa contro i granata siciliani. Ulteriore particolarità del riconoscimento è il fatto che la FIGC ha attribuito alla squadra spezzina un titolo in realtà vinto dal G.S. [23] Epica è l'ultima partita di campionato contro la Pistoiese, giocata tra le mura amiche con il sostegno di oltre 12.000 tifosi. Nell'annata successiva, l'allenatore è Pasquale Marino, il quale riesce a portare lo Spezia al sesto posto finale; ai play-off, gli aquilotti vengono sconfitti in casa al primo turno per 2-1 dal Cittadella. Il 17 maggio conquista la sua seconda Supercoppa di Lega di Prima Divisione contro la Ternana dopo il doppio confronto (0-0 e 2-1). Lo Spezia disputa le gare interne nello stadio Alberto Picco alla Spezia. Spezia, per motivi logistici, vennero inclusi nel girone D del settore emiliano. Al ritorno in Serie C gli aquilotti sfiorano per due volte la promozione in Serie B, classificandosi terzi, alle spalle di Perugia e Maceratese, nel 1966-1967 e secondi nel 1967-1968 dietro al Cesena, che pure era stato sconfitto al Picco 2-0 e sembrava poter essere facilmente recuperato nelle ultime giornate. Inoltre il Regno d'Italia, col decreto legislativo luogotenenziale nº 249 del 5 ottobre 1944, dichiarò privo di ogni valore giuridico qualsiasi atto di nomina del governo della RSI; specificamente, annullò e rese illegittimo ab initio il mandato di Ettore Rossi e di Puccio Pucci alla guida del CONI, nonché i conseguenti incarichi di Rossi e di Ferdinando Pozzani in FIGC. Spezia Calcio 2008, è stato temporaneamente adottato come stemma un logo circolare con il nome della società e il simbolo dell'aquila ripreso dallo stemma Comunale. Il voto contrario delle piccole squadre, maggioritarie nel Consiglio direttivo della Federcalcio, comportò la fuga delle grandi società, che fondarono la Confederazione Calcistica Italiana e organizzarono un proprio campionato privato in contrapposizione a quello federale. Lo Spezia, insomma, può fregiarsi della vittoria di un campionato a cui, tecnicamente, non ha mai partecipato, sebbene bisogna constatare che il 42º Corpo dei Vigili del Fuoco rilevò e schierò gli stessi giocatori del club ligure (oltre a calciatori provenienti da altre compagini), e quindi de facto i due sodalizi tendevano a coincidere. It is one of the major Italian military and commercial harbours, located between Genoa and Pisa on the Ligurian Sea. [23] Nelle due stagioni successive arrivano altre due salvezze assai faticose, talvolta con l'aiuto della differenza reti nella classifica avulsa. [19] Al posto dello Spezia viene inserita d'ufficio nel campionato di Serie B la seconda squadra cittadina, l'Ausonia La Spezia. Con il passare dei mesi, diventa sempre più grave anche la crisi economica nella quale si trova la società aquilotta, guidata da Giuseppe Ruggieri. La stagione 1985-1986 in particolare diventa memorabile; la squadra viene affidata dall'allenatore spezzino Sergio Carpanesi e arrivano dei giocatori indimenticabili come Borgo, Ferretti, Telesio, Palazzese, Brilli e Pillon. I tifosi: "Calpestata la storia" Tifoseria in subbuglio per lo stemma bianco e blu presente sulla nuova prima maglia del Bologna. Il campionato 2019-2020 si rivela più soddisfacente, con gli spezzini che, guidati dal tecnico Vincenzo Italiano, ottengono un eccellente terzo posto finale in classifica con 61 punti, valevole per le semifinali play-off, facendo registrare il miglior piazzamento della storia del club in un campionato ufficiale. [15] Lo Spezia Calcio, nel frattempo, rimase inattivo.[16][17]. Nell'agosto 2008 la nuova società era stata ammessa in Serie D, venendo poi ripescata in Lega Pro Seconda Divisione nel luglio 2009. Lo Spezia Calcio (già Foot Ball Club Spezia, poi Associazione Calcio Spezia, Spezia Calcio 1906 e Associazione Sportiva Dilettantistica Spezia Calcio 2008), comunemente noto come Spezia, è una società calcistica italiana con sede nella città della Spezia.Nella stagione 2020-2021 milita nel campionato di Serie A, per la prima volta nella sua storia. Spezia 1906 ad A.C. Spezia. Nel girone di ritorno alcune sconfitte con le dirette concorrenti e i numerosi scivoloni subìti tra le mura amiche costringono gli aquilotti a lottare per la salvezza fino all'ultima giornata di campionato, nella quale la squadra evita la retrocessione diretta grazie a un'altra storica vittoria (2-3) allo stadio Olimpico di Torino contro una Juventus con molte riserve e giovani (tra cui il promettente Sebastian Giovinco). Media in category "SVG sports logos of Italy" The following 22 files are in this category, out of 22 total. I DELLA SCALA E I MASTINI. Associazione Calcio Padova - Vêneto-ITA. 1911-1919 - La squadra partecipa solo a tornei amichevoli. In Seconda Divisione lo Spezia torna a dominare ma la riforma dei campionati fa sì che la squadra rimanga comunque esclusa dalla massima divisione nazionale. Visualizza altre idee su squadra di calcio, stemma, calcio. Nel 1979-1980 lo Spezia è terzo dietro a Prato e Rondinella, ma riesce a tornare nuovamente nella Serie C1 grazie alla penalizzazione inflitta alla Rondinella per illecito sportivo. Col tempo però la società scompare dalle massime serie nazionali tanto che l'ultima apparizione in serie A risale al 1934. Al termine della stagione lo Spezia, capolista con 63 punti, stacca il Genoa, secondo in graduatoria, di ben sette lunghezze in classifica. L'allenatore è l'emergente Andrea Mandorlini, che fornisce subito alla squadra un gioco decisamente brillante e sempre votato all'attacco. La stagione 2007-2008 comincia sotto i peggiori auspici: eliminazione al primo turno della Coppa Italia (sconfitta per 2-0 a opera del Piacenza sul neutro di Fiorenzuola) e penalizzazione di 1 punto in classifica da parte della Co.Vi.Soc. Comunicato ufficiale n. 20 del gennaio 1944 riportante non un cambio di denominazione bensì una «nuova società affiliata», cfr. [55], Dopo la fine del gemellaggio coi blucerchiati, la tifoseria spezzina ha solamente rapporti di amicizia. Tuttavia, dopo perduranti ricerche e petizioni dei giornalisti e delle autorità spezzine, il 22 gennaio 2002 la Federazione ha parzialmente accolto le istanze dello Spezia Calcio, assegnandogli un titolo sportivo onorifico (ufficiale, ma non equiparabile allo "scudetto") per la vittoria del campionato 1943-1944, con una menzione particolare allo spirito di sportività con cui gli atleti bianconeri affrontarono le difficoltà di un periodo storico in cui l'Italia era lacerata dalla guerra civile. Cagliari Calcio, commonly referred to as Cagliari (Italian: [ˈkaʎʎari] ()), is an Italian football club based in Cagliari, Sardinia.The club currently plays in Serie A.As of 2019–20, the team is temporarily playing their home games at the 16,000-seat Sardegna Arena, adjacent to the future new stadium site.. Nella stagione 2014-2015, sotto la guida di Nenad Bjelica, lo Spezia termina il campionato al quinto posto; viene poi eliminato al turno preliminare dei play-off dall'Avellino. A questo punto si entrò nel vivo del torneo, allorquando i liguri furono inclusi in un gruppo di quattro squadre per la qualificazione al girone finale: di queste, tuttavia, i Vigili del Fuoco si trovarono di fronte al solo Bologna, a causa delle rinunce di Montecatini e Lucchese. Al contestato presidente Blengino succede Polotti e in società arriva l'ex capitano Sergio Borgo, che riesce a organizzare un buon gruppo per affrontare la Serie C2. La Serie D ospita gli aquilotti per ben quattro campionati; nel 1963-1964 la promozione sembra a portata di mano, ma a due giornate dal termine la bruciante sconfitta per 4-0 sul terreno della diretta concorrente Massese è fatale allo Spezia, che chiude al terzo posto. Vengono varate ulteriori riforme per la composizione dei campionati e nel 1934-1935 lo Spezia viene retrocesso, insieme a metà delle squadre della serie cadetta, nella costituenda Serie C. Nella stagione seguente (1935-1936) gli aquilotti disputano un campionato che diventa un serrato testa a testa con la Sanremese: il torneo si conclude con ricorsi, penalizzazioni e proteste ma alla fine è lo Spezia a spuntarla e a ritornare così subito in Serie B. Nel 1936-1937 in Serie B lo Spezia, che ha nel frattempo assunto la nuova denominazione di A.C. Spezia, arriva quarto a cinque punti dalla Serie A. Disputa i suoi incontri casalinghi allo stadio Alberto Picco. 1945 - L'A.C. [7] Lo Spezia perse gli spareggi contro il Pastore di Torino e sarebbe dovuto retrocedere. Nella stagione 1977-1978 gli aquilotti, guidati da Scoglio mentre Sonetti partecipa a un corso tecnico a Coverciano, ottengono un sesto posto che consente di accedere alla cosiddetta Serie C1. Il 9 luglio 1944, presso l'Arena di Milano (semideserta per il timore di rastrellamenti da parte dei tedeschi), iniziarono le finali con il pareggio tra VV.FF. Scontri tra ultras nel prepartita, Il commissario Manzo ferito negli scontri con i tifosi spezzini, Dal gemellaggio alla rivalità, la lunga storia di Spezia-Livorno, Le Aquile volano in... B - 1906-2006 Un secolo di calcio a Spezia, Scudetto a Spezia - Partite e protagonisti del Campionato di Guerra 1943-44, Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, La costituzione ufficiale della Confederazione Calcistica Italiana, Nonostante la ripulsa della F.I.G.C. Però, derogando dai regolamenti, si consentiva alle società l'utilizzo anche di giocatori non tesserati purché muniti di nulla-osta del club di appartenenza...» La. I risultati però stentano ad arrivare e la sconfitta di Bolzano alla quinta giornata decreta l'esonero di Fulvio D'Adderio che lascia il posto ad Alessandro Pane. White or transparent. L'attaccante aquilotto Barbuti è il capocannoniere del girone con 23 reti.[22]. Dopo la prima guerra mondiale, nel 1919 lo Spezia si iscrive per la prima volta al campionato regolare organizzato dalla Federazione e nella stagione 1919-1920 vince il girone ligure del Campionato di Promozione, accedendo così alla Prima Categoria. Le probabili formazioni di Inter-Spezia: Vidal si riprende il centrocampo, con lui ecco Sensi Primi forti segni di Pirlolandia: CR7 show, nessuna sbavatura. Media in category "Association football logos of Italy" The following 132 files are in this category, out of 132 total. Dopo vari anni l'imprenditore Zanoli è lasciato solo dai suoi soci e solamente l'ingresso dell'Inter di Massimo Moratti (rappresentato da Ernesto Paolillo) nella società salva le casse societarie da una possibile bancarotta. Il mercato estivo, appannaggio del direttore sportivo Massimo Varini, vede l'acquisto di numerosi calciatori, tra cui il ritorno di Corrado Colombo. biggest football archive of the world. Gli anni 1980 iniziano con una retrocessione in Serie C2 nella stagione 1980-1981 con Barbuti che si conferma ancora capocannoniere con 17 reti all'attivo.