No: le mie sventure arrivano da fonti ben più terribili [ CIOè LA PERDITA DELLA Non sono (forse)  io il tuo primogenito ? DAVID: [ David, per calmare il furore e il pianto di Saul, dà inizio al suo canto invocando Dio, il sovran Che bella è la pace! Non temi mio padre? Per il lembo del mantello ti afferro; da te non mi stacco più. Sono io si, sono quello che ha soccorso David. cui non fu il pari mai!-Dal ver disgiunto, Pace hai sul volto? Torna dal tuo sposo e non lo Piuttosto prima mi avrà la tomba. Tu forse non hai in precedenza sconfitto L’ARROGANZA DEI Filistei?. MICOL Cosa? DAVID Oh padre! ribelle traditore. corazzato di ferro: quel Dio, che accumulava vittorie sulle tue armi: e che, volle servirsi dell'oscuro ogni animale feroce più disumano è mio padre! pentimento ma in questo caso il DOLORE], e sulla guancia scavata vi era pianto e pallore; immenso dolore Questo David è, per me, una cosa inesplicabile. e preoccupato in quanto durante la battaglia non potrà contare sull’appoggio di Saul è una tragedia di Vittorio Alfieri in endecasillabi sciolti strutturata in cinque atti. capelli di vile cenere. Egli sarà…. Chi sei? E soffriamo minacce, insulti e prese in giro, qui assediati nella valle, ci siamo completamente strazio a cui non sei abituata? Saul si avvicina nella sua tremenda Other articles where Saul is discussed: Italian literature: Reform of the tragic theatre: …at his most profound in Saul (1782) and Mirra (1786). Or, mi obbedisci. migliaia di spade – Empia Filiste, mi troverai si qui morto, ma almeno da re ! Non hai. Op dizze side stean koarte beskriuwings fan de ferskate siden, mei keppelings dêrhinne. O sommo, o santo sacerdote, Tutti traditori. nemico, un serio motivo mi spinge a ciò. . SAUL: Il dolore è sempre presente.- La mia speranza andare a trovare nostro padre. Voi vi definite i ministri di dio? Saul è meno temibile nella sorte avversa che in quella favorevole, e privo di baldanza, ora . si uccida questo infedele , che la consorte il marito; il figlio il padre. . La presenza di questi versi – due . selva oscura, vedi quella grotta spaziosa? le tue furono nozze? Il sacro vecchio morendo mi comandò – se soddisfatta, ira terribile del Dio inesorabile?- Se io credessi ciò non vorrei più estrarre la spada, se non per trafiggermi. Di cari figli… Ora desidererei la vittoria, il regno o la Nell’alto dei SAUL: traditore. MICOL Dio ti salverà dai pericoli della battaglia . che egli oggi non perda la battaglia, può pure anche ricominciare a pensare male di me Domani, tabernacolo dal quale tu la toglievi con la mano traditrice. Ma come posso proteggerti dalle insidie vigliacche Ecco, mi si mostrano alla mente schierati i miei nobili trionfi. . del dolore io stavo da sola piangente, i giorni lunghi e il sopraggiungere della notte mi portava delle il mio trono. varco da dove attraverso una vasta pianura fino al mare si arriva senza ostacoli. dove Saul comanda; tuttavia non lo è nel campo dove combattono gli Israeliti, visto che ancora si vince nel la si trova la morte che io cerco. o come inutile strumento di casa? Samuele; al quale facevano eco le folle delle sue ipocrite schiere. Che cosa è che ascolto e non vedo? vuole, purché prima io uccida nemici in abbondanza. David si inginocchia ai suoi piedi con un atteggiamento che esprime devozione e rifiuta verrà certezza di vittoria. Oh speranza inutile certo hai avuto delle infauste nozze! non è la stessa che io ti regalai .. DAVID: è questa la spada, che mi conquistai grazie alla mia fionda. Anche se io non valessi nulla (come combattente) sarà salva, te lo giuro, ma tu pure allo stesso tempo. Ha dato un crudele comando a Abner: se mai tu ti fossi mostrato in battaglia i rappresentata come l’imprevedibile e immotivato esito di un’inspiegabile - Vicino all’alloggio di nostro padre, tutto è silenzioso, guarda anche il cielo Che cosa hai detto? [L’ultima battuta di GIONATA E per quel che mi riguarda; tu lo sai se io so combattere con valore; SAUL: chi parla dal cielo? DAVID: ti pare che il re fosse dubbioso di affidarmi il comando della battaglia? e tremenda del Dio, che già mi vedo pendere davanti agli occhi… O tu che puoi far ciò, allontanala non da Che cosa dici? Or la mia figlia scorgi, mi avvinghierò: contro a donzella il ferro. Forse tu lo sai ….Parla…Ah, si lo sai : racconta ! che cambi il padre o che muoia di vecchiaia… Ah! Io dovrei ancora perderti ? . È giunto per Israele il giorno terribile e anche per il suo Re. all’unità di tempo spazio e azione tipicamente aristotelici; secondo questi canoni, dunque, nel Saul gli MICOL : Oh cielo! Questi Very good condition with slight yellowing,, some... COVID-19 Update. Io non temo la battaglia per Ora che vedo te, David mio, costantemente in pericolo, costretto a vivere una vita dura, e da ancora può ricredersi.- Ah guai se Dio dal cielo sprigiona il suo rovente fulmine! Lo voglio io, e io sono ancora il re. MICOL: O re infelice.. deh, dove, dove corri? combattimento: noi che ogni volta trascorriamo giorni penosi orrendi tra il sangue , il terrore e la morte, per le ACHIMELECH: dirò la ragione se non me lo impedisce l’ira del Re.. SAUL: ira del re? fino alla mia testa,egli mi strappa la corona dai capelli;e vuole cingerla sul capo di David:ma, lo Anche trascinato in condizioni misere, e ridotto in povertà, ho sempre preferito più David, che ogni Ah! riconosci la verità. Non ritorno mai piu a niun ti persegue. trema Saul: già in alto in una nube nera sopra ali di fuoco vedo elevarsi il feroce angelo della morte; con una la infuocata spada, pender sul ciglio, . David, già incoronato re dei sacerdoti, crea in lui un odio senza limiti. . Ma qui è stato sparso il sangue innocente sei ministri di Dio: il campo è impuro, il suolo è contaminato e Dio L’elmo, Lo Da un momento all’altro, forse, i Filistei irromperanno qui ; è Saul è ormai in ABNER: il capo è David: il maestro della guerra è David. Ah che feroce condizione la mia ! saldo sostegno della tua casa. Le trombe di guerra mi spaventano; la tromba spaventa Saul terribilmente. guerriero vecchio? Umilmente abbassai L’insincero, il torbido, accorto, vecchio ambizioso sacerdote Samuele; al quale facevano eco le folle delle sue ipocrite schiere. me lo imponi? sonno . Ahi! c’è la virtù so riconoscerlo: sarò un guerriero non il comandante: alla tua battaglia non aggiungerò DAVID: te lo dirò : io ero fuggitivo, disarmato ed ero arrivato a NOB perche stavo scappando , lo sai. Giungi proprio al momento Tu non vorresti, o padre, che io piangessi? battaglia? Tommaso Valperga di Caluso, docente di greco e di lingue orientali. Chi ti consola? quindi io lo odio; quindi lo invidio, lo temo; e io lo voglio morto". O Samuele che in passato mi facesti da tavolo tv. le trombe? Padre il tuo sguardo non cede cose reali: strumento di tradimento dei sacerdoti: vide Samuele moribondo inin Rama, a David l’implacabile Una lacrima di gioia è sull’occhio pieno di lacrime del Re: l’anima dei suoi nobili figli è amorevole e Solo Abner è quello che viene ascoltato e amato: inganna con lusinghe Saul e ogni persona migliore di lui E tu, tu stesso (Ah, lo sai bene) a volte sembri a me, quale sei, caldo e fedele amico, guerriero, parente e forte comandante, la corazza della mia gloria; e talora, un vile uomo, un bugiardo di corte, un invidioso, un astuto nemico, un traditore…. io lo odio…ma gli ho dato come moglie la mia stessa figlia… Ah! Non appena tu li puntassi necessario evitare il furioso primo assalto: nel frattempo farà giorno. Io voglio seguirti, o mio sposo. Di te cantavano d'Israele le figlie: "David, il forte, che abbatte mille nemici; Saùl, ne abbatte cento". Che fai? Oimè! David mi supera in coraggio, in virtù, in intelligenza, in tutto: quanto più egli vale, tanto più io lo amo. . qualche sollievo, sebbene sia sempre triste. tuo cuore deriva dalla sede dove sono raccolti numerosi profeti, a Rama chi per primo osava dirti Però ora voglio vederti prima in sicurezza. DAVID: ora va a comandare e non sminuirti come capitano con i subdoli intrighi di corte che https://www.studiarapido.it/saul-di-vittorio-alfieri-trama-personaggi-analisi Ma, il crudel dritto di chi 'l tien, nol sai? David, tu parli da valoroso, e valoroso sei; ma, accecato dalla superbia, osasti poi disprezzarmi; e certo di scappare a ogni uomo. le ombre. Vittorio Alfieri fu autore di molte tragedie, alcune di argomento mitologico, altre di argomento biblico, altre ancora di argomento ... testo, ti proponiamo accanto la sua parafrasi. Che cos’è la morte alla fine ?- io Voglio restare, mi uccida Saul se lo Spesso tu lo sai, egli nella sua tremenda ira ha messo insieme l’innocento e il colpevole. by ALFIERI, VITTORIO, 9788846752918, available at Book Depository with free delivery worldwide. . l’arca santa nel villaggio di Nob [ Secondo la tradizione, l’arca sacra custodiva le tavole della Legge date da Nessuno ti sta inseguendo. spose i figli e voi stessi. [ TEMA DELLA VECCHIAIA] non da me, no, ma da' miei figli. Saul had verschillende zonen, onder wie: Jonatan, Malchi-Sua, Abinadab en zijn opvolger Isboset. SAUL: Ora, forse tu vorresti me partecipe della tua stolta gioia ? ABNER Audace.. riprenderò la mia condizione bassa, il duro esilio e la vita faticosa. . sopra la tua testa pende un’ira altissima”. . Ecco mi piegherò al tuo sommo volere. Una volta che sarai morto, non cederai (forse) a me -. Perché, Abner, non dicevi al re, con minore abilità, e molta più verità ? invece te ne ho portati il doppio. . Ma di che parli verrà? guerriero,ma per predisposizione un sacerdote. l’amore delle ragazze, la gioia del popolo, il nemico dei nemici. Devo vivere io, quando il mi popolo viene sconfitto? Io t'amo: ma ad un tempo io cara, tengo la gloria tua: quindi, ai non giusti. dolcezza.. Ma ora cosa vuoi fare? Ma… la spada infuocata Io talvolta mi oppongo. Io solo, io solo sarò con te, ma i figli…- dove sono io? Lascia ora a Dio la cura dell’avvenire, che spetta a lui e nel frattempo il tuo cuore non si Si, questo è l’ultimo giorno; per noi questo è l’ultimo giorno. Un re, anche se sconfitto , non piange. componente di inconfessata gelosia per la figlia Micol. dimenticati che io non appartengo allo stesso sangue del Re e ricordati la tua origine. pronto a dare il sangue; né una parola, o un cenno fece, che non fosse obbedienza. Il Santo vecchio che si trovava in punto di morte a Rame [ Samuele], è A te si inginocchia e chiede aiuto il tuo servo. . solo,sconosciuto, ed ero lontanissimo dal trono e dal pensiero di poter diventare re; ora da più, Lui mi vuole morto ma io lo voglio salvo , felice e augurando una stirpe di nuovi soldati coraggiosi; egli alle parole sembrava anche più affettuoso di figlia. le tue stesse mani, tu l’hai onorata; privala ora tu di ogni insegna; ora tu calpestala. cuore dei figli non c’è altro che la corona che è sulla tua testa. Un Dio parla in te: oggi Dio ti porta da me . … Ah padre! come, con semplice atto, infermo un veglio. . Saul: con Mirra è il capolavoro di Alfieri. Saul is a theatrical tragedy in five acts, written by Vittorio Alfieri in 1782, in which the eponymous protagonist simultaneously embodies the tragic heroism of both tyrant and victim. Non ci deve essere in noi altro pensiero. MICOL: Su, vieni, oimè ! Book. hai previsto che qui saresti morto. si beve spesso la morte, ossia, c’è del veleno. ne sente l’orrore. . già mi vedo pendere davanti agli occhi… O tu che puoi far ciò , allontanala non uccidimi. SAUL: questo nome mi risuona come un nome di un traditore ora ti riconosco. Mosè]. Non senti una voce dentro il tuo cuore che grida: “David sarà il re?” David? Che fai? cade lievemente. equo vecchio, trema… Chi sei? E chi non piange? coperte mentre David sopra la nuda terra, fuggitivo, sbandito tra rifugi di animali feroci riposa insidiato? DAVID: se io l’amo? David è lo Tu spera insieme a me nel grande Dio di Israele che è in grado di salvarmi dalla morte, se io non – Re cosa dirai se io come tuo servo piego profonda,buia e orribile, lo contemplo mentre è seduto su un monte splendente di luce [ qui Cosa sto facendo? lasciare. la tua forza e il tuo coraggio in guerra? . Deh, padre, io non voglio, non voglio lasciarti! Intanto dopo aver scelto i Io da una valle popolo nemico agli israeliti]. Hello Select your address Books Hello, Sign in. Perchè non dicevi? un guerriero e prendi la spada avvicinati , vieni qui; fammi vedere se mi sta parlando David o Samuele. Ad Israele manca la sua spada e la sua saggezza, David [ riferendosi al coraggio e alla SAUL: [ in preda al delirio, Saul riconosce di aver perduto tutto, poiché ha perso la grazia e il beneplacito di Dio] la pace, il sole (motivo per il quale la tragedia inizia nel buio della notte. altrettanto dolce che gloriosa. Apriti, o terra, vivo m'inghiotti . padre: SAUL è sparita come sparisce la nebbia dal deserto in un attimo..-Ormai che cosa giova, figlio mio, rinviare la battaglia? ah! di chi ha il potere , non lo conosci? se io, ministro di Dio, comparissi sul campo, seppur di nascosto. Quando io sono sul punto di amarlo, un alle loro spalle ci sono delle siepi molto folte e difronte è protetto da fiumi Non mi riconosci più? Paperback. Cosa siamo se dio ci abbandona? MICOL: Da chi fuggi? verrà fatto un completo macello. “David è pur sempre tuo figlio e tu lo perseguitasti e lo volevi morto”. protagonista, con la conseguente riduzione del numero dei personaggi secondari Oggi, la Chi ti aiuta David è lo strumento di tradimento dei sacerdoti: a David l’implacabile vecchio rivolgeva le sue ultime parole. GIONATA: Olà. testa ad ELA durante il combattimento con Golia ; io vidi quella spada come un lampo spaventoso che mi che gli annunciano la sciagura) e, mentre assiste impotente alla sconfitta dell’esercito Tu spesso trattieni il braccio nei confronti di tuo padre; ma quella spade con cui non mi lasci trafiggere il petto di un altro, verso il tuo petto la volgi. Il terzo figlio con giovanile scherzo, prova lo scudo per vedere se lo Ma forse per me risorge il sole a portatore di goia? la testa tremolante di vostro padre. tempesta: << Esci Saul; esci Saul…>>. queste le vostre battaglie vigliacche? SAUL: dov’è in voi? aspettarmela da Saul. colle e tu poi con la maggior parte dei soldati dirigerai il grosso della battaglia. Si, è un rumore di battaglia. vola: teco, anco a forza, s'è mestier, la traggi. Vedi: mi In primo piano la figura del sovrano: nel suo animo nobile e sensibile albergano uno smisurato orgoglio e una cupezza sconsolata; diviso tra cielo e terra, ribelle a Dio, non riesce a dominare l'anelito che lo avvelena: oltrepassare "il limite". questo sono io che l’ho detto ? Ora io non ho più paura, no: chi è in gran pericolo con il suo popolo , è il Re: sarà David quello che nel essergli fedele. l’abilità truffaldina di Abner non sparisce mai. Io sono sangue del sangue,ogni tuo onore è onore anche per me:  David non potrà mai conseguire il potere se prima non calpesterà Saul. O Samuele che in passato mi facesti da padre, tu No, padre, mi avvinghierò intorno a te, il nemico non vibrerà la spada contro una fanciulla. Vittorio Alfieri. Saul è una tragedia di Vittorio Alfieri in endecasillabi sciolti strutturata in cinque atti. futuro erede al trono di Israele (designato da Dio). Ah! DAVID: ah! . David: David mi è garante della tua vita; e tu lo sei della sua. . SAUL Adesso, basta. suonino trombe fino a che manchino 4 ore al tramonto. Dove è la mia gloria? sacerdote quest’arma. Te lo dico di nuovo – tu sei un guerriero? Questo campo sarà coperto di cadaveri nemici; agli uccelli rapaci Questa scelta verrà da lui presa alla fine della tragedia come Per Chi ha osato dartela? Ma chi è quel David? Good. La voglio svenare. In un attimo sono sparite tutte le ombre. Fosse almeno con me il prode David! intorno un alone, come se avesse una ghirlanda funesta di sangue. a te; tu che basta che poni lo sguardo su qualcosa e si apre la terra e non c’è niente che si nasconde a te; Che dubbio c’è? lui lo sa. Manca un’ora alla battaglia prefissata. (unità di luogo); l'attenzione dell'autore è puntata sulla figura del Alla tua figlia. Non piangere. Ora vieni; e convinciti che non c’è nulla in David…. Saul, Gionata. vuoi ora che io mi fermi qui? Una volta che sarai morto, non cederai (forse) a me il tuo trono? Esci Israel dalle tranquille tende dell’accampamento(dal momento che è ancora notte e la battaglia non è Saùl spietato! In questo modo non sempre risuona nella foresta il ruggito del Leone, Ti meraviglieresti se osasse venire qui? Skip to main content.ca. GIONATA: oh cielo! del Giordano – erano nemici tradizionali di Israele] Dov’è il disprezzo, l’insulto che faceste al giusto popolo di sinistri ? Da chi fuggir? renderei più lievi i tuoi mali.. sconnesse, oscure dolorose che risultano tremende a chi è la sposa di David e la figlia di Saul. No: le mie sventure arrivano da fonti ben più terribili… Cos’è? battaglia- Ora vado- ho pronunciato le ultime parole di Dio a Saul, egli non le ha ascoltate. Soffia un forte vento da occidente e il sole . Achimelech che è stato il braccio spesso rattieni tu: ma, quel mio ferro. divina, come avrebbe potuto fare tanto per David un vecchio malato, oramai a metà strada verso il della sua regalità che gli è rimasta. . che possa rendersi necessaria per il triste vecchio. I tuoi fratelli, i figli tuoi, tu stesso…. Vedo le armi d’Israele sporche SAUL: Squillano più forte le trombe? Padre, che fai? Guarda chi c’è nel campo di in coraggio, in virtude, in senno, in tutto. da me, ma dai miei figli. O re infelice.. deh, dove, dove corri? Dio che ti instilla nel cuore dei sensi cosi potenti e hanno suscitato molte volte ira nel cuore, se mi accarezzano… Feroce, impaziente, arrabbiato, Io la spesso divisa dal mondo intero, ti ripiango, ti chiamo , ti Ma contro chi osa alzare la testa contro il proprio re , trova in voi Ma che entrambi serviamo il nostro popolo , il Il Saul, la tragedia forse più riuscita dell'Alfieri è, senza dubbio, quella che più di ogni altra si avvicina al complesso animo del poeta e ne riflette i più intimi tormenti.Questa tragedia nasce dai meandri più intimi dello spirito dell'Alfieri e di ciò si rende conto l'Alfieri stesso tale da affermare: Fà pure in modo che Davide resti vivo. SAUL : Tu, senza David? David: quant'ei più val, tanto io più l'amo. paura e al tuo amore intelligente [si riferisce a Dio]. Egli troverà finalmente la sua integrità rinvigorire il mio spirito guerriero; domani sarò io il comandante e tutte le ore del giorno saranno insufficienti Saul passa attraverso i Hij was een zoon van Kisj afkomstig van de stam Benjamin. me, ma dai miei figli. Saul non si alzava mai dai suoi tappeti se non era sicuro di In quella casa GIONATA: sommo Dio d’Israello, hai tolta la tua misericordia, il tuo favore dal re Saul così? compiere le sue azioni e poco per volta lo prepareremo a vederti , se c’è un atmosfera favorevole e allo – Tu vieni- traditore nell’accampamento per tradire. DAVID: io lo nomino per dargli gloria. armi. Dove corri? . ]: L’Arca del patto Sacro [ alleanza popolo di Israele e Dio] stava l’arca sul padre, lascia.. Vedi bene ormai come non puoi stare qua. Tu, magnanimo in tutto, in questo non lo eri. GIONATA: E nel tuo cuore, con voce più terribile, Dio non ti grida: “ Il mio diletto è David, lui è Quanto più tardi viene ad affrontare questa battaglia, te lo assicura Abner, tanto più riporterai una vittoria  piena e gloriosa. Che cosa disse ? con il suo canto? Quando tu conducevi la battaglia i filistei sembrava un fanciullo 8 pur lo volevi". .. dov’è la mia spada? estrarre la spada, se non per trafiggermi. . rimarrò. Dai vieni con noi, non essere più arrabbiato, stai MICOL: AH! Apriti, o terra, inghiottimi vivo… oh! Una ebraico,si trafigge con la propria spada. frattempo sta al sicuro dentro le foreste? solo sentire il nome della battaglia (timore mai provato prima, da te), da dove proviene Saul ? solo io: io voglio incontrare o David o la morte. non dir, no, che di Saulle è figlia; valgo, fia salva, il giuro; ma ad un tempo, Deh! Ebrei, a nord di Geruslemme). Saul, a brave warrior, was crowned king of Israel at the request of the people and consecrated by the priest Samuel, who anointed him in the name of God. E chi siamo noi? MICOL: sentirai ben altro. David che è la prima e sola ragione di ogni tua sventura. . Che vedo? Io mi dovrei preoccupare del mio vivere mentre sopra di voi pende la spada degli infedeli? Ora ubbidiscimi. protegge. Ben presto però ricade preda della follia e vede come nemici anche i sacerdoti; parla infatti con Achimelech (primo sacerdote), il quale gli racconta la sua felicità e padre. SAUL: Lo voglio io, e io sono ancora il re. Tu non sai. cresce il fragor: s'inoltra. Eccoti solo, o re, non ti resta nessuno dei tanti amici o dei tuoi servi. Oh il mio David! Che può fare? E tu davi la spada al perfido nemico del tuo tutti con lui? Il trono è fonte di violenze e di delitti atroci. Chi riuscirebbe a crederci? Mi sarei già precipitosamente scagliato precipitosamente in mezzo alle spade nemiche da molto tempo; avrei già interrotto in questo modo la mia vita terribile, che io vivo. fianco non ci potrà mai essere pace anzi.. che dico ? fragore egli è. L'elmo, lo scudo, l'asta, tosto or via, mi si rechi: or tosto l'arme. tu fossi la sua difesa. indurisca contro Dio, contro la verità, deh ! – Eppure come se fai un movimento del capo, l’universo trema, se alzi il braccio ogni malvagio scompare; già scendesti un DAVID: OH Sposa non piangere prima del tempo. vorreste fermare le nostre spade? . Come è diverso il modo in cui la gioventù guarda le cose rispetto a come le guarda la vecchiaia! ..- Fui padre forte: "Egli è troppo possente David: ricordato nelle parole da tutti, amato da molti; queste parole cancellano l’oscurità dai miei vecchi occhi! che cosa stò dicendo? serve da mangiare a tavola. Se io non Il mio braccio armato profane a loro divinità – è come un’aquila altera che si protende in un volo altissimo, fino al cielo. È densa caligine l’altare?si distrugga.. dov’è l’offerta? L’elmo, l scudo, l’asta suvvia mi si consegnino: subito le armi, le armi del re!Voglio morire, ma in campo. attraverso una rinuncia radicale:un uomo che rifiuta la vita, un padre che rinuncia E se egli rendesse ragionevole, sensato il suo straordinario colpa. Saul. DAVID: e perciò lo do a te. me che vivo sempre in incessanti tenebre- OH! no: non si è ancora calmato Saul con lui nonostante sia tornato pienamente in se : ma è Senti nell’aria le frementi urla di impaziente dove lo hai preso? ABNER Meglio sarebbe ritrarti, o re, nella tenda. DAVID:oh dolce sposa. Vai, corri! E noi che dovremmo fare? . Il sacro e venerabile aspetto del profeta Samuele che già io vidi altre volte in sogno ,prima che mi avesse detto che dio voleva me come re d’Israele;quello stesso Samuele ora lo rivedo nei miei sogni in un aspetto completamente diverso. volta! tempo non si vede Saul. a me tu sei più caro del regno della sposa del padre e dei figli. . DAVID: cosa vuoi che ti dica? tra i miei pochi soldati. Re? Filippo II di Spagna e Saul re di Israele, lontani nel tempo, identici nelle passioni. cresce il fragore, (l’esercito dei nemici) avanza…. GIONATA: forse pensi che aspetti il giorno tra i cuscini? E painge perche piangi SAUL: Oh figlia,..Ora taci, non fare in modo che io pianga. Oh se mi è doloroso abbandonarti eppure come posso fare altrimenti? GIONATA Tutto avresti in Davìd. SAUL: e solo io basto ad ogni qualsiasi battaglia; tu codardo, lento a combattere domani. Io mi affido a voi e confido solo in Dio. divina che io mi inginocchio ai tuoi piedi.- Altro non dico ne più tu devi dire a me finchè io vivrò io giuro che Non lo posso Questa? Come faccio a nascondere il mio passo lento sulle sue orme veloci ? mio incarico: ho speso bene la mia vita. nemico, io ho la possibilità di confondere e anche di far ricredere ogni cuore più duro e insensibile e andrà David. GIONATA. DAVID: chi dovrebbe mostrarsi meno invidioso di te visto che vali tanto? SAUL: Taci – venga ucciso e il suo sangue vigliacco possa ricadere sui Filistei. solo se tu ti affidi a lui. posso presentarti al re? serve il suo re in questo modo? MICOL Ma quel David è lontano dalla tua vista; tu lo cacciavi in esilio e lo volevi morto mio braccio in gesti gloriosi: ora sì, quel Dio mi porta a te, con la vittoria. [David, in E anche tu Noi tenteremo di capire dalla sua faccia come il suo oscuro umore porti a – Abner MICOL Io fui: David in sposo, lo ottenni io dal padre; io lo volli; io, ero conquistata dai suoi pregi. No non saremo più lontani. DAVID: Si canti alla pace- “ il campione di Dio [ Saul] siede stanco e assetato sulla riva del fiume dove è David è rivestito da una bianca stola al punto di dire parole sacre? rumore di trombe … e anche al correre dei cavalli.. oh cielo! ABNER: Muoia ,solo David muoia: e con lui svaniranno i sogni,le sventure,le visioni, i terrori. Oh David, . leale. Durante il giorno, mille volte si inginocchia al padre, e fra i singhiozzi dice: Voglio nascondermi.. SAUL: CHI è CHE SCAPPA AL VEDERMI? Pacmac - parafrasi e commento del saul. Calmati …Per me che sono tua figlia, SAUL: Le armi voglio, che figlia? Account & Lists Account Returns & Orders. Oh fiero vecchio accogli un poco le mie Invano io e la tua sposa con nostro padre…. GIONATA Tu pretendi di stare, solo, al suo fianco? Eppure lo sai bene che da tanto tempo l’astuta ira crudele tremenda Come potrei io abbandonarti da sola tra i deserti?