Il referendum è indetto con Decreto del Presidente della Repubblica e solo Mattarella può revocare la data del 29 marzo. (foto: Roberto Monaldo/ LaPresse) Il prossimo 29 marzo dovrebbe tenersi il referendum sul taglio dei parlamentari, ma con la gestione dell’epidemia del coronavirus il condizionale è d’obbligo: non si esclude infatti vi possa essere un breve slittamento a causa della situazione emergenziale in cui versa il paese. L’articolo Rinviato il referendum del 29 marzo proviene da Italpress . Con Decreto del Presidente della Repubblica del 28 gennaio 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 23 del 29 gennaio 2020, è stata fissata al 29 marzo 2020 la data del referendum confermativo popolare. Il Consiglio dei Ministri ha stabilito il rinvio del referendum relativo al taglio dei parlamentari fissato per il 29 marzo 2020. Le procedure referendarie in Italia e all'estero vengono quindi sospese, per riprendere quando sarà fissata la nuova data del referendum. Il governo ha rinviato il referendum sul taglio dei parlamentari, previsto per il 29 marzo. Originariamente previsto per il 29 marzo 2020, il referendum è stato rinviato al 20 e 21 settembre a seguito della pandemia di COVID-19 in Italia. Il Governo ieri sera ha comunicato che non si voterà il 29 marzo e ha rinviato a data da destinarsi. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri, vista l'emergenza sanitaria da Coronavirus, per consentire campagne elettorali efficaci e informazione adeguata, Rinviato il referendum del 29 marzo sul taglio dei parlamentari, Agenzia nazionale beni sequestrati e confiscati alla criminalità, Autorità di gestione servizi di cura infanzia e anziani non autosufficienti, Struttura di missione antimafia sisma 2016, Consultazione dati elettorali e referendari, Sottosegretari e Viceministri dell'Interno dal 1888, Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici, Altri contenuti - Prevenzione della corruzione, Altri contenuti - Accessibilità e catalogo di dati, metadati e banche dati, Coronavirus: ulteriori misure per contenere l'emergenza contagio, Consiglio dei ministri n.34 - 5 marzo 2020 (sito governo.it), Elezioni (sito dipartimento Affari interni e territoriali), Eligendo - Speciale referendum costituzionale. Legislatura 'blindata' fino al 2023 ... 7.00 Referendum e regionali, ... Quest'anno, come se non bastasse la pandemia, il governo ha convocato elezioni e referendum proprio il 20 settembre: quando si dicono le coincidenze, clericali,. Ci sono dei vincoli legislativi che non sono rinviabili. Email [email protected], Tabloid società cooperativa Martedì 17 Marzo 2020, ore 17:29 Rinviata la data del referendum confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari, in programma il 29 marzo prossimo. Referendum del 29 marzo rinviato. Il referendum costituzionale del 29 marzo sul taglio dei parlamentari sarà rinviato a data da destinarsi per via dell’emergenza Coronavirus. Il referendum costituzionale confermativo verrà rinviato, dal 29 marzo, quando doveva tenersi, a data da destinarsi e, molto probabilmente, sarà abbinato alle prossime regionali. Sono state sospese anche le operazioni per il voto all’estero. Resta un'alea di dubbio solo su quando verrà presa la decisione. Legislatura 'blindata' fino al 2023 Manca solo l'ufficializzazione, ma la decisione è stata presa di Alberto Maggi Ilreporter.it è il sito d’informazione online de Il Reporter, il magazine free press che ogni mese fa conoscere storie, curiosità, tradizioni e personaggi della città. Il referendum è stato indetto per confermare o bocciare la riforma degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione italiana, modifica che prevede il taglio dei parlamentari, riducendo i deputati da 630 a 400 e i senatori da 315 a 200, oltre a una diminuzione di quelli eletti all’estero: se passasse la riforma i deputati scenderebbero da 12 a 8, i senatori da 6 a 4. Le procedure referendarie in Italia e all'estero vengono quindi sospese, per riprendere quando sarà fissata la nuova data del referendum. Una decisione quasi obbligata, visto che le ultime misure contro il sovraffollamento degli spazi pubblici e privati, per evitare l’aumento di casi di Covid-19, avrebbero rischiato di creare grandi problemi durante la consultazione popolare. (ITALPRESS). La caccia all’ultimo regalo quest’anno si fa ancora più difficile. La nuova data del referendum sul taglio dei parlamentari sarà quindi fissata più avanti. Una norma contenuta nel decreto stabilisce infatti il termine di 240 giorni di tempo per indire il referendum dalla data in cui venne approvata l’ordinanza che ammetteva il referendum. Il referendum non si terrà quindi alla fine di marzo, tuttavia non è stata ancora indicata una data sostitutiva. La legge ci consente di fissare la nuova data entro il 23 marzo 2020, in una domenica compresa tra il 50^ e il 70^ giorno successivo all’indizione”, aggiunge. In calo i nuovi casi positivi al coronavirus e crescono i tamponi: i dati del bollettino Covid di oggi, 22 dicembre, ecco quanti sono i contagi nella nostra regione. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri, presieduto dal premier Giuseppe Conte, durante la riunione del 5 marzo. Referendum taglio dei parlamentari: cosa accadrà il 29 marzo. I seggi saranno aperti dalla ore 7:00 alle 23:00 e tutti gli aventi diritti potranno esprimere il proprio voto per approvare o respingere il testo di legge riguardante il taglio dei parlamentari. Contenuto inserito il 07/03/2020. Rinviata la data del referendum confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari, in programma il 29 marzo prossimo. Il governo ha approvato in via ufficiale il rinvio sine die del referendum per il taglio dei parlamentari, previsto per il 29 marzo 2020. Allo studio la nuova data Twitter. Il referendum sul taglio dei parlamentari verrà rinviato? Referendum del 29 marzo rinviato 06 marzo 2020 Rinviata la data del referendum confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari, in programma il 29 marzo prossimo. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri a seguito delle misure per contenere la diffusione del coronavirus in Italia. Rinviare il referendum del 29 marzo. Quando si potrà votare allora per il referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari? Per restare sempre aggiornati gratuitamente. Senza referendum, in caso di voto sarebbero eletti ancora 945 parlamentari anziché 600. Dopo la chiusura delle scuole, è arrivata oggi la decisione su un altro tema caldo del momento, lo slittamento del referendum confermativo sul taglio dei parlamentari, previsto per il 29 marzo. In particolare sono sospese le attività di nomina degli scrutatori. RINVIATO . Il Consiglio dei ministri (Cdm) ha deciso oggi pomeriggio di proporre al Presidente della Repubblica la revoca del dPR 28 gennaio 2020, con il quale, prima dell'emergenza sanitaria da Coronavirus, è stato indetto il referendum popolare confermativo. L’ultima data utile sarebbe il 22 novembre. Inoltre nella situazione di emergenza in cui si trova al momento l’Italia non sarebbe stato garantito un adeguato spazio alle campagne elettorali per il sì e per il no e la corretta informazione dei cittadini. Una decisione largamente anticiata e inevitabile a causa dell’emergenza Coronavirus che ha determinato la cancellazione di ogni manifestazione pubblica. Il referendum sul taglio dei parlamentari è rinviato dunque all’autunno. Si tratta di un referendum costituzionale confermativo e per questo motivo non è necessario raggiungere il quorum del 50% più uno perché la consultazione sia valida. Non c’è stato il tempo per discuterne. Il referendum confermativo del 29 marzo sul taglio dei parlamentari potrebbe quindi essere rinviato a maggio, più precisamente alla domenica 17 o due settimane più tardi, domenica 31. Facebook. Aggiornamento 18 marzo: il decreto “cura Italia”, approvato dal governo il 17 marzo 2020, ha stabilito i limiti per il rinvio del referendum. Anche questo fatto probabilmente ha inciso sulla decisione di un rinvio, perché la situazione sanitaria potrebbe non consentire a tutti gli italiani di andare a votare. Le news del giorno, gli appuntamenti da non perdere, le voci dei protagonisti. Mercoledì, 4 marzo 2020 - 13:04:00 Referendum del 29 marzo rinviato. ... vorrebbe dire giungere troppo a ridosso del voto del 29 marzo». CONDIVIDI. “Il referendum è stato rinviato sine die“, ha annunciato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ai giornalisti. Con Decreto del Presidente della Repubblica del 28 gennaio 2020 (G.U. Il Consiglio dei ministri (Cdm) ha deciso oggi pomeriggio di proporre al Presidente della Repubblica la revoca del dPR 28 gennaio 2020, con il quale, prima dell’emergenza sanitaria da Coronavirus, è stato indetto il referendum popolare confermativo. Di. La legge di revisione costituzionale è stata approvata in doppia lettura da entrambe le Camere a maggioranza assoluta, ex articolo 138, comma 1 … Nell'ambito delle misure predisposte per il contenimento della diffusione del COVID-19 (Coronavirus) il referendum costituzionale per la riduzione dei parlamentari del 29 marzo 2020 è stato rinviato. L’ordinanza è di fine gennaio. Notizie, cronaca, politica, cultura, tempo libero, eventi: raccontiamo Firenze ogni giorno, da oltre dieci anni. Il Presidente della Repubblica non può revocare il referendum. Coronavirus, rinviato il referendum sul taglio dei parlamentari. Alle altre decisioni prese dal Governo per prevenire il rischio di contagio da Coronavirus si aggiunge il rinvio del referendum per il taglio dei parlamentari, previsto per il 29 marzo 2020. Il referendum sul taglio dei parlamentari, previsto per il 29 marzo, viene rinviato a causa dell’emergenza Coronavirus. Era nell’aria da giorni. La scelta del Cdm ha l'obiettivo di consentire a tutti i soggetti politici una campagna elettorale efficace e ai cittadini un'adeguata informazione sulla scelta che sono chiamati a fare votando sul quesito referendario. Rinviata la data del referendum confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari, in programma il 29 marzo prossimo. ... Anche il referendum già previsto e calendarizzato per il 29 marzo 2020 salta. Vista l’emergenza Coronavirus che sta interessando il Paese, l’esecutivo è stato costretto a prendere una decisione in merito. Referendum Costituzionale del 29 marzo 2020. E i parrucchieri e i centri estetici? Il nuovo Decreto introduce la zona rossa in tutta Italia, molti negozi non possono stare aperti il 24 dicembre. Il Consiglio dei ministri (Cdm) ha deciso oggi pomeriggio di proporre al Presidente della Repubblica la revoca del dPR 28 gennaio 2020, con il quale, prima dell'emergenza sanitaria da Coronavirus, è stato indetto il referendum popolare … Il referendum confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari, in programma il 29 marzo prossimo, è stato rinviato a data da destinarsi. Notizie, eventi, cultura, cosa fare a Firenze. La decisione è stata presa durante il Consiglio dei ministri. Referendum sul taglio dei parlamentari,... previsto inizialmente per domenica 29 marzo 2020, Pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto “cura Italia”: il testo in pdf, Coronavirus Firenze, ultimi dati dalla Asl Toscana Centro (17 marzo), Negozi aperti in zona rossa: gli allegati 23 e 24 del Dpcm 3 dicembre, Il 24 dicembre i negozi e i parrucchieri sono aperti o chiusi, Contagi di Covid in Toscana: giù i casi, i dati di oggi (22 dicembre), Coprifuoco dalle 22: come funziona, cosa significa, quando si può uscire. Beh si voterà, ma non certo a data da destinarsi. Rinviato il referendum del 29 marzo sul taglio dei parlamentari. […] [email protected], Il Reporter Iscrizione registro stampa del Tribunale di Firenze N° 5579 del 17/05/2007, © Il Reporter | Tabloid società cooperativa | Riproduzione riservata | Iscr. La data del voto deve essere tra i 50 e i 70 giorni successivi all’indizione. Le procedure referendarie in Italia e all'estero vengono quindi sospese, per riprendere quando sarà fissata la nuova data del referendum. Pensa che il Presidente della Repubblica revocherà il referendum? Firenze, Via Giovanni dalle Bande Nere, 24, Telefono 055 6587611Email Il referendum Costituzionale sulla riduzione del numero di Parlamentari, già previsto per Domenica 29 Marzo 2020, è stato rinviato a data da destinarsi Rinviata la data del referendum confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari, in programma il 29 marzo prossimo. Confermato il coprifuoco nazionale dalle ore 22, con un prolungamento di orario a Capodanno: come funziona, cosa significa, quali sono i motivi per cui si può uscire di casa? I lettori ci scrivono - 01/03/2020. Il 29 marzo doveva tenersi il Referendum per il taglio dei parlamentari. Telefono 055 6587611 REFERENDUM 29 MARZO 2020: RINVIATO ... Si ANNUNCIA che le procedure referendarie in Italia e all’estero sono SOSPESE, per riprendere quando sarà fissata la nuova data del referendum. ROC N. 32478 | P.Iva 05554070481, Dai parrucchieri ai supermercati, quali sono i negozi aperti il 24 dicembre e gli altri giorni di zona rossa: l'elenco negli allegati 23 e 24. Rinviato il referendum costituzionale sul taglio ai parlamentari, previsto inizialmente per il 29 marzo 2020. Il 29 marzo 2020 è la data prestabilita per il quarto referendum costituzionale della storia della Repubblica italiana. Il referendum costituzionale confermativo sul taglio dei parlamentari previsto inizialmente per domenica 29 marzo 2020 è stato rinviato per l’emergenza coronavirus.