Contemporaneamente, istituirò presso il Comune un ufficio “economia degli sprechi”: una struttura dedicata a ricevere dai cittadini segnalazioni e ad analizzare quanto e come si può risparmiare nella gestione dell’amministrazione capitolina corrente, a partire dalle consulenze. La vitalità culturale della città è dimostrata dall’imponente presenza dell’industria privata nel settore dello spettacolo – esercizio cinematografico e teatrale, compagnie di prosa, musica e danza, istituzioni musicali, spettacolo viaggiante e parchi divertimento – uno dei più importanti in termini strategici ed economico-occupazionale di Roma e del Lazio, con circa 3.600 imprese operanti sul territorio, un volume d’affari di 180 milioni di euro e un totale di circa 20 milioni di spettatori; imprese che costituiscono quindi non solo un settore fondamentale per l’offerta culturale, ma rappresentano anche una fetta rilevante dell’economia del territorio. Una città amica degli animali incentiva i progetti di adozione dei cani e gatti oggi in canili e gattili, mette fine alla pratica degli affidamenti diretti per la loro gestione, promuove efficaci campagne estive anti abbandono, realizza un “albo dei volontari” per attivare le tantissime persone interessate al benessere degli animali. Non solo. Mentre Francia, Spagna, Gran Bretagna e Germania facevano leggi e investivano risorse per garantire a Parigi, Madrid, Londra e Berlino lo status effettivo di metropoli globali, Roma è stata lasciata a se stessa, governata con le stesse regole di un piccolo paesino. È uno stato di confusione che apre la porta alle procedure opache e senza controlli, agli affidamenti d’urgenza, alle gestioni irresponsabili, al predominio delle furberie. Ci sono le condizioni ideali per reperire a un costo ragionevole le case che mancano per dare alle migliaia di famiglie in difficoltà il tetto che meritano. Le politiche culturali seguiranno questo filone inesauribile, valorizzando e dando una forma organica a eventi, ricorrenze e istituzioni, unendo cultura “alta” e cultura popolare. Un marciapiede accessibile, i mezzi di trasporto accessibili, sono importantissimi per le persone disabili ma anche per tutti gli altri cittadini. Forse troppo: perché non sempre le attività svolte restano nel perimetro dei servizi essenziali e, soprattutto, dell’efficienza e dell’economicità. QUI NON CI SI SERVE DELLA CITTÀ: QUI SI SERVE IL BENE COMUNE. www.comune.alluvionipiovera.al.it. Il passo verso la globalizzazione dell’imprenditorialità romana deve essere ancora più deciso. Voglio aprire nuovi mercati in zone di recente urbanizzazione, piuttosto che favorire la nascita di altri Grandi Centri Commerciali, che stanno provocando in molti casi la desertificazione commerciale d’interi quartieri. A Roma la tariffa sui rifiuti, la TARI, è tra le più alte d’Italia. Bisogna intervenire prima che il disagio si manifesti, piuttosto che lavorare sempre rincorrendo l’emergenza. Apriremo davvero le scuole durante l’estate, riproponendo progetti di sostegno alle famiglie. Il tutto all’interno del rilancio di un “Piano regolatore dell’infanzia” che metta a sistema le risorse di Roma Capitale per dare risposte in ogni angolo di città alle famiglie romane e in particolare alle donne lavoratrici. Servono strumenti e regole che eliminino ogni scusa, ogni alibi, tanto all’Amministrazione quanto al singolo cittadino: tutti quanti siamo responsabili nel tenere alti il decoro e l’immagine della nostra Capitale. Forse nessuna. Solo così l’anello ferroviario diventerà un vero treno metropolitano, con frequenze elevate e spostamenti affidabili e puntuali. Costruire sottoterra a Roma costa di più, e lo Stato deve aiutare la città, che da sola non può farcela; la capacità media di trasporto a Roma sarà sempre inferiore alla media degli altri centri urbani, rendendo i costi del servizio comunque superiori. I circa 23.000 dipendenti di Roma Capitale sono troppi? Ma tutto questo deve funzionare molto meglio di come funziona oggi. Un’altra forma di “Made in Rome”. Voglio infine evitare che troppe famiglie romane vengano sistematicamente superate nelle graduatorie da soggetti appena arrivati, che a volte riescono a documentare situazioni di povertà del tutto fittizie. Ci sono le condizioni ideali per reperire a un costo ragionevole le case che mancano per dare alle migliaia di famiglie in difficoltà il tetto che meritano. Promuoveremo vera integrazione sia per gli stranieri sia per i rom, affidando i fondi alle scuole che sapranno tradurli in obiettivi concreti e non in assistenzialismo. Sono favorevole al parco archeologico con via dei Fori, ma solo dopo aver creato il percorso archeologico e potenziato trasporto pubblico, parcheggi e servizi turistici. Al loro posto, nel centro storico, spazio a musei, gallerie, alberghi e a un ritorno della residenzialità, senza la quale una città diventa uno spazio morto, una quinta scenica senza vita né calore. Efficienti e virtuose: così voglio trasformare le aziende comunali, tutto il contrario dei ‘carrozzoni’ cui siamo abituati. Nessuna opera faraonica sarà finanziata fin quando non si risolverà il problema, anzi lo scandalo delle buche di Roma. di REDAZIONE CRONACHE Dieci mesi di reclusione per Virginia Raggi. Spingendo al massimo l’acceleratore con il “porta a porta”, entro il mio primo mandato conto di raggiungere il 75% di raccolta differenziata. Vedere lo stato nel quale è ridotta la nostra città è per ogni romano un dolore immenso. Candidati al comune di Roma; Difendi il tuo voto; Sostieni Giorgia. Io voglio restituire a noi tutti, a chi ama Roma e la vive ogni giorno, la gioia e il senso di appartenenza, la consapevolezza di quanto è bello definirsi cittadini romani. A Roma la tariffa sui rifiuti, la TARI, è tra le più alte d’Italia. La nostra città è piena di locali che non hanno un bagno accessibile o, ancora peggio, hanno una toilette in fondo ad una scala magari a chiocciola. Roma ha un debito pregresso, accumulato durante le gestioni di Rutelli e Veltroni, che schiaccia e soffoca l’economia romana. Download this stock image: Foto Vincenzo Livieri - LaPresse 22-02-2019 - Roma Politica Riunione del Consiglio dell'Acre per la votazione dell'ingresso di Fratelli d'Italia nell'alleanza dei Conservatori. Quando la scadenza degli affidamenti diretti in house costringerà le aziende pubbliche a confrontarsi in gare sul mercato, come succederà ad Atac tra quattro anni, avranno la forza per raccogliere e vincere la sfida. Io rispondo di sì, senza alcun dubbio. Cento anni fa i poveri delle case popolari o i lavoratori che si costruivano le case in cooperativa, andavano a vivere in “città-giardino”: possiamo farlo anche oggi. Lo sblocco delle assunzioni di chi ha vinto un concorso regolare ci consentirà immediatamente di ringiovanire l’età media del personale e dare nuova energia agli uffici. Le famiglie povere, così, fanno un passo verso l’indipendenza e l’autonomia ed escono dal bisogno, mentre il Comune reinveste i fondi in nuovi acquisti, in un circolo virtuoso che vede case popolari sempre nuove e moderne, e cittadini che per soddisfare un bisogno primario non sono costretti a violare la legge, magari pagando il “pizzo” ad associazioni criminali che lucrano sui bisogni dei più deboli. Selezioni trasparenti e partecipate, non spartizioni e lottizzazioni. L’anticamera dello sperpero, della corruzione, del malaffare come sistema. Il mercato della contraffazione è un’attività delle grandi organizzazioni criminali che sfruttano l’immigrazione clandestina per la produzione e la distribuzione di prodotti contraffatti. Non c’è discriminazione, solo giustizia sociale. Convogliare in questo distretto le varie anime della qualità capitolina, partendo da sartoria, moda, oreficeria, gioielleria, architettura, design e buona cucina, attraverso l’utilizzo, a livello tematico, dei padiglioni con laboratori, scuole di formazione, centri espositivi e sperimentali, spazi per lo shopping: questo sarebbe un vero rilancio per Roma ossia il passo concreto per la creazione di un marchio di eccellenza da presentare come punto di riferimento internazionale. Bisogna ripulire il museo prima di pensare al prossimo evento. O no? Forse troppo: perché non sempre le attività svolte restano nel perimetro dei servizi essenziali e, soprattutto, dell’efficienza e dell’economicità. Un’attenzione nuova e specifica offrirò agli ottocentomila romani che abitano fuori dal Raccordo Anulare; un tempo distesa di campi, cintura verde a protezione della città consolidata, oggi quel territorio è abitato da quasi un terzo dei residenti della Capitale, e in molti punti si è ormai saldato con i comuni della cintura. Per ulteriori informazioni o … La retribuzione di un assessore romano, come quella di tutti gli altri assessori, si calcola proporzionalmente a partire da quella del Sindaco, quindi dipende dal numero di abitanti del Comune, della Provincia o della Regione. La Fiera di Roma non può morire nel degrado e nel lento abbandono che la sta spegnendo. La capitale del cristianesimo. Anche se non volessimo competere per il grande evento sportivo del 2024, nel 2025 un altro grande evento ci aspetta comunque: è il Giubileo ordinario, che la Chiesa celebra ogni 25 anni, proiettando Roma all’attenzione del mondo. Vogliamo gestire autonomamente i nostri beni culturali, perché è facile capire che se Roma deve farsi carico delle spese connesse a 14 milioni di turisti che ogni anno vanno a vedere il Colosseo, sarebbe anche giusto che potesse gestire gli incassi. La capitale della nostra Patria. Pagina ufficiale di Maria Agnese Catini, Consigliere Comunale di Roma, ex Portavoce IV Municipio Roma Vogliamo anche realizzare i prolungamenti già in avanzata fase di progettazione delle linee esistenti (verso Casal Monastero, Porta di Roma, Castel di Leva, Romanina-Tor Vergata e Casalotti). Una grande capitale deve avere uno spazio espositivo degno del suo peso sociale, culturale ed economico. Toglierò dalle strade i cassonetti, generalizzando e completando il passaggio della raccolta “porta a porta”, che consente di separare a monte i rifiuti, di trattarli con più cura e attenzione, di conferirli correttamente alle filiere del riciclo e del recupero. Come quella sul condono edilizio: è una vergogna che a trent’anni dal primo condono ci siano ancora più di 200.000 pratiche inevase che attendono risposta. Nel campo dell’assistenza ai disabili darò la possibilità di scegliere tra assistenza diretta e indiretta cercando di favorire al massimo la scelta della famiglia. Le famiglie povere, così, fanno un passo verso l’indipendenza e l’autonomia ed escono dal bisogno, mentre il Comune reinveste i fondi in nuovi acquisti, in un circolo virtuoso che vede case popolari sempre nuove e moderne, e cittadini che per soddisfare un bisogno primario non sono costretti a violare la legge, magari pagando il “pizzo” ad associazioni criminali che lucrano sui bisogni dei più deboli. Per troppo tempo si è sottovalutato il problema, un errore che non farò: stroncheremo questa pratica pericolosa e odiosa contrastando la filiera sin dalla sua origine, andando a scovare con controlli e attività investigativa le zone di produzione e provenienza dei materiali, e le zone di stoccaggio e distribuzione a Roma. 834 people follow this. Prevenire è meglio che curare. Il passo verso la globalizzazione dell’imprenditorialità romana deve essere ancora più deciso. We PNG Image provide users .png extension photos for free. College & University in Rome, Italy. Comunali 2013. Ma, soprattutto, voglio riprendere un’ispirazione che ha per decenni ispirato la migliore cultura urbanistica romana: dagli anni Sessanta a oggi, l’idea-guida di. Out of these cookies, the cookies that are categorized as necessary are stored on your browser as they are essential for the working of basic functionalities of the website. This website uses cookies to improve your experience while you navigate through the website. Il compito di un’amministrazione comunale è anche quello di eliminare degrado e disagio nelle zone periferiche della città, creando luoghi d’incontro e di aggregazione, attività formative, ludiche, sportive e culturali per fare in modo che i più giovani non si sentano abbandonati o estranei alla città ma parte di essa. I circa 23.000 dipendenti di Roma Capitale sono troppi? Directions: Search the directions to pizzeria mica male di c. meloni & c. L’identità di Roma è parte costitutiva e integrante dell’identità nazionale italiana. Secondo la Corte dei Conti a Roma la corruzione pesa per 1,3 miliardi l’anno. QUI A ROMA C’E’ LA GRANDE BELLEZZA. Non solo. Chi vuole offrire e gestire questo servizio a Roma, deve garantirlo a tutti i romani. Giorgia Meloni torna a inveire contro Virginia Raggi. Con una rivoluzione etica, morale, civica. Roma la città più famosa al mondo. Lo stipendio del sindaco di (...), Quanto guadagna Giuseppe Conte? All orders are custom made and most ship worldwide within 24 hours. Gli ultimi studi commissionati dall’Unione Europea sullo stato della banda internet sono impietosi: a fronte di un costo di connessione sopra la media, il servizio che viene reso è altamente al di sotto. Voglio e pretendo di passare una volta per tutte da una cultura dell’emergenza continua alla costruzione di un progetto che, già nei primi mesi del mio mandato, non guardi più ai guasti del passato ma sia in grado di proiettarsi nel futuro e costruire una visione politica, amministrativa, etica, morale, di governo, che guardi a ciò che sarà la Capitale tra 20 o 50 anni. Per questo va completata la Metro C fino a Piazza Venezia il prima possibile, rendendo sostenibile la pedonalizzazione dei Fori imperiali, fino a oggi solo un maldestro spot propagandistico, e proseguire fino a Grottarossa solo con fondi garantiti dallo Stato e tempi certi. La mia politica sarà passare dall’espansione senza anima della metropoli alla sua rigenerazione urbana. Bisogna invertire la rotta, tornare a trattare ogni angolo di città come il salotto di casa propria. Not Now. E fino a quando le scuole che ospitano i nostri figli non saranno tutte messe a norma. Cominceremo da subito, facendo tesoro dell’organizzazione del Giubileo straordinario in corso, per capire quali bisogni e quali opere si renderanno necessarie per accogliere milioni di pellegrini. Meloni: "Elezioni subito" (ansa) ... Comune di Roma, Raggi: era già pronto il comunicato per scaricarmi E prepara due liste per il bis. La famiglia ricopre un importante e insostituibile ruolo civile come luogo di nascita, sviluppo, formazione e cura della vita umana dal concepimento al fine naturale; per questo. E una dotazione finanziaria stabile ben superiore alle briciole riconosciute con gli “extracosti”. Solo nel 2009, con la legge sul Federalismo fiscale, a Roma sono state riconosciute alcune prerogative speciali. Penso sia più utile sostenere i Centri Commerciali Naturali (le grandi Vie del commercio romano come Via Appia, Via Tuscolana, Viale Marconi, Viale Europa, ecc.). Biografia e carriera del fondatore di (...), Tredicesima insegnanti ancora non pagata? Roma ha un problema di illegalità diffusa, grande e piccola, che deve finire. Altri 1500 vincitori aspettano la chiamata. Voglio ridurre gli appalti pubblici e quindi la spesa pubblica sostituendo l’appalto, ogni qual volta ciò sia sostenibile, sia per i lavori sia per i servizi, con la concessione in finanza di progetto o altre forme di partenariato. La rete dei mercati offre anche uno sbocco diretto per l’agricoltura romana, garantendo una filiera corta che è garanzia di qualità. Roma la città più famosa al mondo. Log In. Voglio riunificare tutta l’area sotto la proprietà della città di Roma, e avere le risorse per gestire e valorizzare il suo immenso patrimonio archeologico. Il suo rilancio passa necessariamente per la valorizzazione della vecchia Fiera sulla Colombo; presentare un progetto sostenibile di trasformazione, che garantisca adeguate entrate per coprire i mutui contratti, rispettando la qualità della vita del quartiere, è possibile ed è quello che faremo. La finanza di progetto sostituisce l’appalto pubblico ponendo in capo al privato iniziativa, investimento, gestione del servizio o dell’opera pubblica e quindi rischio d’impresa, lasciando al Comune solo il compito di controllo e di garanzia sui livelli qualitativi e sulle condizioni di accessibilità ai servizi. Multimedia and Web Developer Noax Multimedia giu 1997 - set 1999 2 anni 4 mesi. E, in chiave di marketing planetario di Roma e della romanità, organizzeremo un programma di esposizioni museali itineranti nel mondo. A Roma Capitale dovranno essere trasferite la proprietà e le competenze sugli argini e le banchine del Tevere, le quote di Eur spa (oggi al 90% del Tesoro), tutte le caserme militari dismesse, le ferrovie regionali Roma-Lido e Roma-Giardinetti e altro ancora. Ho fatto tutto questo consapevole di trovarmi in una fase della vita che ogni donna vive con gioia ma anche con preoccupazione. Stipendi parlamentari: quanto guadagnano deputati e senatori? L’emergenza – e la sua gestione con mezzi sempre “straordinari” – è ormai diventata la condizione comune della Capitale: c’è un’emergenza alloggiativa, un’emergenza sicurezza, un’emergenza rifugiati, nomadi, buche, ecc. Voglio permettere a chi si organizza in comitati, associazioni o cooperative no profit, dove gli utili vengono riconvertiti in servizi alla comunità, di beneficiare di un’area pubblica per dare vita ad attività commerciali a costo zero in cambio di servizi per l’amministrazione capitolina, come la manutenzione dell’area e l’organizzazione di eventi per il quartiere in cui operano queste realtà. Tanti fenomeni concorrono a rendere insicuri i cittadini romani. Il passo verso la globalizzazione dell’imprenditorialità romana deve essere ancora più deciso. 1,1 K J’aime. Tale sperimentazione può agevolmente essere introdotta per le attività commerciali ed essere poi estesa al “residenziale”, senza penalizzare i nuclei famigliari numerosi. Roma è un museo tramutato in stalla. La responsabilità personale dell’impiegato pubblico che raccoglie la pratica del cittadino e la segue fino a compimento è già un meccanismo diffuso in Europa e in Inghilterra c’è da 20 anni. Quella delle circa 150.000 persone con disabilità e delle loro famiglie. Ma non siamo più disposti a farci prendere in giro da falsi mendicanti o da organizzazioni criminali che sfruttano i bambini, i disabili o i poveri vecchi come nuovi schiavi. Water Island - USVI. Nelle nuove edificazioni, la realizzazione delle opere a scomputo nei tempi previsti sarà garantita anche con il costruito, che potrà entrare nella immediata disponibilità dell’Amministrazione in caso di urbanizzazione primaria incompleta o mal eseguita. È giusto perché Roma e i romani pagano ogni giorno il prezzo e il peso dei compiti istituzionali e dei servizi che la città rende a tutta la Nazione (e al mondo intero, come sede della Chiesa cattolica, di Fao, Ifad, Wfp, ambasciate e di altri organismi sovranazionali); è giusto perché Roma è una delle poche aree geografiche che versa all’erario un gettito fiscale molto superiore a quello che lo Stato restituisce (basterebbe una piccola compartecipazione al gettito dell’Iva prodotta dalle attività svolte nella Capitale per dimenticare ogni problema di Bilancio), al pari del Lombardo-veneto e di poche altre aree produttive. Il curriculum e il piano industriale saranno valutati da una Commissione i cui membri saranno attinti anche dalle forze sociali. Bisogna poi farla finita con le occupazioni abusive, con le zone franche dove lo Stato e il comune non entrano. Non si può più attendere oltre: da Sindaco di Roma aprirò una vertenza decisiva e definitiva per far riconoscere alla Capitale uno status adeguato al suo ruolo, e metterla in condizione di competere alla pari con le altre metropoli europee. È sufficiente fare a Roma quello che già si fa in tutta Europa. Tale sperimentazione può agevolmente essere introdotta per le attività commerciali ed essere poi estesa al “residenziale”, senza penalizzare i nuclei famigliari numerosi. A cominciare dal presidio del territorio, per evitare di ritrovarci nella nostra Capitale di fronte a “zone franche” prive di ogni forma di controllo e di legalità. Contact Comune di Alluvioni Piovera on Messenger. Quanto guadagna un assessore di Roma Capitale? Se non lo avrà fatto il Commissario, sarà mio preciso dovere onorare questo impegno. Selezioni trasparenti e partecipate, non spartizioni e lottizzazioni. Immediatamente. Per la prostituzione, le ordinanze emesse in passato sono del tutto inefficaci se il Parlamento non le darà seguito con l’approvazione di una legge che vieti la prostituzione in strada.