Il CTS-NTeD L'AQUILA (Centro Territoriale di Supporto Nuove Tecnologie e Disabilità) è nato nel 2006 da un progetto del Miur. Le pietre della facciata, sapientemente incastonate in modo da formare un gioco geometrico, caratterizzano fortemente l'immagine della basilica, il prospetto è suddiviso in due ordini da cornice. Benché la conca aquilana fosse da secoli abitata come dimostrano le città romane di Amiternum e Forcona, che condividevano anche la sede vescovile, a causa della tesa situazione politica del governo svevo sull'Abruzzo, e della relativa vicinanza di Amiterno ai territori pontifici, venne definito un programma di costruzione della nuova città, con un'area cinta da mura di guardia, e ripartita in rioni con cantoni e locali, ossia il pezzo di terra colonica dove i cittadini avrebbero eretto le case, i palazzi di guardia e le chiese. Cronaca , L'Aquila , Sanità 16/12/2020 Covid Avezzano: 18 ricoverati saranno trasferiti a Tagliacozzo È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale. 1247 persone sono state qui. È tornato lo shopping nel centro a L’Aquila. La pavimentazione della chiesa è disseminata di pietre tombali, e riprende il disegno bicromo della facciata, con i colori rosso e bianco, simboli del primo stemma civico aquilano, prima del terremoto del 1703, quando i colori furono cambiati in nero e verde. La ricostruzione del nucleo storico dell’Aquila va avanti e rifioriscono attività commerciali, negozi, studi professionali, uffici pubblici, attività culturali e ricreative, costrette a un lungo esilio dopo il terremoto del 2009. 06 aprile 2009 Terremoto in Abruzzo la lista dei deceduti ricerca per nome cognome eta comune e frazione le vittime del terremoto Dall’altra il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, che definisce lo stanziamento dei fondi «merito del... «Bene la nascita di un Centro di formazione all’Aquila, ma va data priorità alla ricostruzione delle sedi di servizio». Il centro, voluto come nuova città da piccoli castelli sparsi nella conca amiternina, per rispondere alla nuova forma di governo imperiale di Federico II di Svevia, e per beneficiare della protezione papale, vide le prime origini nel 1250, quando gli aquilani della città romana di Amiternum inviarono una lettera al pontefice Gregorio X; tuttavia solo nel 1254 con un privilegio del sovrano Corrado IV di Svevia, il progetto prese definitiva concretezza. Nel corso della notte tra il 18 e il 19 dicembre sarà disposta la chiusura della tratta autostradale della A/24 tra L’Aquila Ovest e Tornimparte…. Dunque il fulcro è la chiesa di San Domenico, il locale è delimitato dai cardi di via Angioina, via San Domenico, via Carceri e via Bargello, mentre i decumani sono via Angioina, via Buccio di Ranallo, via Amiternini, via Saturnino, via Barete e via Forcella. Un nuovo punto vendita dedicato a gioielli per tutte le occasioni, orologi e tante idee regalo. È la domanda che negli ultimi anni si fa più ricorrente per chi vive nel capoluogo abruzzese e non solo. La struttura ha ottenuto la Certificazione di Qualità ISO 9001:2015 (codice di validità E3205B1E-CCF). Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 18 apr 2020 alle 09:26. Via Acquasanta: 0862 23073 Nelle fotografie del Novecento solo la parte bassa dei due livelli divisi da cornice era stata completata, con un portale monumentale in bronzo affiancato da due nicchie. Con diploma di Corrado IV di Svevia[1], figlio di Federico II, la città nuova venne fondata presso il villaggio di Acculi, oggi nel rione Borgo Rivera, presso la fontana delle 99 cannelle; il permesso venne accordato a feudatari, contadini e artigiani stanchi delle vessazioni dei signorotti dei diversi castelli che popolavano la conca amiternina, quali Bagno, Assergi, Paganica, Roio, Arischia, Sassa. Percorsi di gusto, L'Aquila Picture: Il centro dell'Aquila in ricostruzione. Marciano e Nicandro di Roio, e ancor prima da San Giovanni di Lucoli, e infine la chiesa di Santa Maria Paganica dalla parrocchia di Maria SS. San Vittorino: posto a confine meridionale con il locale Paganica, e d a sud di esso c'è il locale di Roio, che confluisce direttamente nella Piazza del Duomo. Inoltre furono progettati dei cardi e dei decumani, come il Corso Vittorio Emanuele II (anticamente la Strada Maggiore, che da Porta Paganica, presso il castello cinquecentesco, da nord porta a Piazza Duomo), il corso Federico II, che da Piazza Duomo a sud portava a Porta Napoli, e poi le due vie trasversali di corso Umberto I a ovest, che attraversa i due rioni San Pietro e Santa Maria, diventando poi via Andrea Bafile e via Roma fino a Porta Barete, che incrociandosi al corso Vittorio Emanuele presso il Palazzo del Convitto (costruito sopra l'ex monastero di San Francesco d'Assisi), verso est mediante via San Bernardino che porta fino alla Porta Leoni delle mura, creava l'intersezione detta "Quattro Cantoni". Per sottolineare ancora di più il legame di appartenenza ai castelli, anche se altri dicono che si trattò di questioni economico-amministrative, le chiese nuove fondate nei quartieri ebbero lo stesso nome dei relativi castelli di appartenenza, facendo gli esempi più chiari delle quattro chiese parrocchiali dei quarti (la chiesa di Santa Giusta da Santa Giusta extra moenia di Bazzano, chiesa di San Pietro a Coppito dalla parrocchia di Coppito, la chiesa di San Marciano da quella dei SS. Al centro della vasca parte un fusto a colonna finemente decorata da motivi vegetali, fitomorfi e da figure umane in stile tardo romanica, dalle cui bocche fuoriescono le cannelle. COMUNI PROVINCIA L’AQUILA La facciata della chiesa è verticale e snella, divisa da due ordini da un robusto cornicione marcapiano; l'ordine inferiore è riempito da un portale con timpano curvilineo schiacciato, su mensole angolari, e da un'apertura rettangolare a mostre sagomate, quello superiore da una finestra a sesto ribassato. Seguendo il perimetro odierno, le mura abbracciano, sempre partendo dal castello in senso orario via Castello, via Zara, via Luigi Signorini Corsi (dove costeggiano l'Istituto Dottrina Cristiana), via Francesco del Greco (dove si trova Porta Leoni), via inValidi di Guerra (dove si trova il moderno quartiere Costanzo Ciano), via Barbara Micarelli, che si immette in via Fortebraccio, da cui si accede mediante Porta Bazzano, poi Costa Picenze con Porta Tione, il viale Luigi Rendina, che comprende una zona in cui le mura sono semi-offuscate dalla mole moderna della sede del Consiglio della Regione Abruzzo, dietro il Palazzo dell'Esposizione, seguendo c'è il viale Luigi Cadorna che occupa una parte non inclusa originariamente nelle mura, che dal viale Crispi riprendevano mediante Porta di Bagno in via Luigi Sturzo. Sulla volta a crociera è raffigurata una serie di ritratti di Apostoli, e sulle pareti, divisi a scompari, i riquadri delle Storie di San Giorgio con didascalie informative in dialetto aquilano, come QN LU RE DEVEVA MANNARE LA FIGLIA A LU DRAU - QN. Cronaca L'Aquila, incendi devastano centinaia di ettari di bosco: si segue la pista dolosa Notizie del giorno dalla provincia di L'Aquila. L'interno è sostanzialmente settecentesco, formato da una navata unica con volta a botte, con due cappelle per lato, concludendosi con uno spazio centrico presso il presbiterio, coperto da cupola. Nel sottarco del pilastro sinistro sono ritratti San Giovanni Battista, Sant'Elena e Santa Genoveffa, sulla parete sinistra del transetto ci sono affreschi rinascimentali della Natività, di Sant'Antonio abate e San Diacono e una "Fuga in Egitto". - Check out Tripadvisor members' 4,765 candid photos and videos of Percorsi di gusto Quest'ultimo si integra in maniera efficace con la parte longitudinale, creando nell'insieme un particolare effetto plastico. I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. Cronaca , L'Aquila , Sanità 16/12/2020 Covid Avezzano: 18 ricoverati saranno trasferiti a Tagliacozzo È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale. Il Comitato Organizzatore dell’88^Adunata Nazionale Alpini L’Aquila 2015 informa. Il Centro di Mediazione Familiare Co.Me.Te. L'Aquila è tra quelle selezionate nel programma Smarter Italy, qualche giorno fa il via libera all'accordo in Giunta Comunale. Il Centro SpA, Largo Filomena Delli Castelli 10 - 65128 Pescara (PE) - P.IVA 02170590687. I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. Nel corso della notte tra il 18 e il 19 dicembre sarà disposta la chiusura della tratta autostradale della A/24 tra L’Aquila Ovest e Tornimparte…. Lungo via Roio si trova la piazzetta della chiesa di Santa Maria di Roio, con il settecentesco Palazzo Persichetti. Il centro storico costituisce ancora oggi il nucleo principale, nonché il più grande e compatto della città. Apre i battenti il Centro InformaGiovani del Comune dell’Aquila, che da oggi è operativo. Poppleto-Pile: il primo locale è il locale "cuore" del quarto, dove si trova Piazza San Pietro con la chiesa di San Pietro a Coppito, affiancata dal Palazzo Vastarini Cresi e dal Palazzo Porcinari, lungo via Roma. I primi altari laterali sono del 1729 di Rocco Cicchi. Ultimo aggiornamento il 19 dicembre ore 01:00. L'ambiente interno è arricchito da una serie di rilevanti opere d'arte, come il sepolcro del Cardinale Amico Agnifili, del Quattrocento di Silvestro dell'Aquila, la tela del Patini di San Carlo tra gli appestati (1888), mentre l'abside ha le tele di Donato Teodoro e di Girolamo Cenatiempo, un coro ligneo intagliato da Ferdinando Mosca di Pescocostanzo. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale. Il locale è anche sede della capoquartiere chiesa di San Marciano, edificata dai castellani di Roio sopra le vecchia chiesa di San Giovanni dei castellani di Lucoli, ed a fianco a nord ha il prezioso Palazzo Visca, mentre a sud il Palazzo Rustici. I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. Presso le varie nicchie a cappella, si trovano degli affreschi delle Storie della vita di Gesù, opera di Saturnino Gatti, mentre nell'abside a destra dell'altare si trova il mausoleo di Celestino V del XVI secolo, opera di Girolamo da Vicenza. In ospedale anche la moglie e la figlia dell’uomo, Da questa mattina la consegna in tre sedi comunali, ticket da 200 a 350 euro Cinquecento esclusi: chi ha fatto domande triple e diversi clandestini, La replica dopo le accuse, così l’ex assessore regionale è pronto a tornare in pista per le Comunali 2021 «Su di me solo maldicenze, tanti progetti per la città e sono contento che l’onorevole la apprezzi», Il vicesindaco: qui svantaggiati dal rapporto tra il territorio molto esteso e la popolazione ridotta. Nella parte superiore spicca in centro il raffinato rosone a doppio giro di colonnine e archetti trilobati, affiancata da due altri laterali, in scala minore. Il portale romanico strombato del 1308 è una replica di quello di Santa Maria Paganica per la ricchezza e la decorazione delle cornici e delle colonne, e per il gruppo in rilievo del Cristo benedicente tra Apostoli. Il Meteo a L'aquila e le temperature. Restaurants near Centro Storico L'Aquila: (0.18 mi) Il Girone dei Golosi (0.24 mi) Bar Gelateria Duomo (0.27 mi) Locanda Aquilana da Lincosta (0.18 mi) A casa mia (0.20 mi) Paria Pizzeria Partenopea; View all restaurants near Centro Storico L'Aquila on Tripadvisor $ La seconda chiesa più importante, nel locale di Barete, è quella dedicata a Santa Croce. “Il centro storico è riaperto tutto e si può transitare ovunque, anche se vi sono degli edifici ancora in fase di ristrutturazione. Da una parte la senatrice del Pd, Stefania Pezzopane, a rivendicare il risultato. Le piazze principali sono Piazza Santa Margherita, Piazza Palazzo e Piazza Fontesecco; i monumenti sono molto cospicui: la chiesa di Santa Margherita, la basilica di San Giuseppe Artigiano, l'oratorio di San Giuseppe dei Minimi, la chiesa di Santa Caterina Martire, Palazzo Gaglioffi, Palazzo Benedetti, Casa Burri, l'ex chiesa di San Filippo Neri, Barete: insieme a Pizzoli e Santanza, si trovano all'estremo nord del quartiere, nella zona ovest, al confine con il locale Collebrincioni del quarto Santa Maria. L'archivolto si articola in cinque scansioni a semiluna decorate con figure angeliche, tortiglioni, motivi vegetali e animali tipici del romanico; al centro una lunetta con affresco cinquecentesco della Madonna col Bambino. È uno degli abitati più antichi del centro, esistente già prima della fondazione del 1254. Il sindaco: «Vittoria della città», Anche il leghista D’Eramo protesta: «Colori brutti, fanno perdere il clima natalizio» Diverse le critiche: «Anime Sante e Forte spagnolo non meritavano questo», Un 58enne investito dalla fiammata, la casa subisce ingenti danni. La cornice del rosone è in parte originale, la facciata è a coronamento orizzontale con arcatelle pensili, l'impianto è basilicale con bracci del transetto sporgenti, e sulla destra sorge il campanile turrito a pianta ottagonale, mentre sul retro sporgono tre absidi poligonali. Ma chi ha riaperto in centro a L’Aquila? Solo l'area di Piazza Duomo, con la relativa Cattedrale dei Santi Massimo e Giorgio fungeva da punto neutrale dall'amministrazione dei quartieri e delle parrocchie, mentre l'amministrazione pubblica era affidata al Capitano Regio, che stazionava presso il Municipio, ossia il Palazzo Margherita.