FFF

By PLAVEB
Lista site-parade

Login Utente

             |

 

Ricerca Google libri

Iscriviti alla newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter. No account yet? Register

Informazioni: come pubblicare

Se non sai come pubblicare i tuoi articoli su NonSoloParole.com leggi questa guida.

You are here:   Home Profili

Intervista a Cinzia Floccari, amministratore di Bi di Raffaele Calafiore

Martedì 16 Novembre 2010 15:19 Admin -
Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Intervista a Cinzia Floccari, amministratore di Billbook distribuzioni (Raffaele Calafiore)

Tra i banchi della fiera quest'anno, oltre a qualche nuovo editore, oltre alle ultime novità in libreria, campeggia come sempre l'atavico problema: ma le piccole case editrici, oltre il mercato-fiera del libro, sicuramente tappa importante per far conoscere ad un vasto pubblico i propri cataloghi ed avere dei banchi coi prorpi titoli, al pari dei grandi editori, passata la fiera, oltre quei contatti diretti con librerie ed in qualche caso distributori, nati anche grazie al salone stesso, cosa possono fare per gudagnarsi visibilità continua sui banchi affollati e qualche volta esigui delle librerie?
Tra le novita', si è affacciata alla fiera del libro di torino una nuova figura che, anche grazie al suo organo informativo X LIBRI, tenuto a battesimo in occasione del salone del libro, tenta di coniugare la vecchia distribuzione con i nuovi mezzi offerti dalla tecnologia, per la distribuzione dei libri. E soprattutto i libri dei medi e piccoli editori. Abbiamo rivolto alla giovane amministratrice della Billbook distribuzioni, Cinzia Floccari, laureata in lingue e con diverse collaborazioni a sigle editoriali fino al 2001, qualche domanda.

1. Signora Floccari, passano gli anni , si rinnovano gli slogan della fiera ma il problema vero, oltre alla scarsa affezione del pubblico al libro, non sembra essere affrontato nella sua essenza. I piccoli editori continuano ad avere difficoltà nella presenza sui banchi delle librerie. Ci puo' dare un suo parere?

Le librerie sono spesso tempestate dai grandi editori che mirano ad occupare il massimo spazio possibile, talvolta anche con condizioni economiche capestro; in questo modo resta fisicamente poco spazio per esporre piccoli editori che, spesso, non seguiti bene dai propri distributori locali, finiscono con l'essere più un problema per il libraio (si pensi alle rese ed alla fatturazione) che non una risorsa in termini di qualità ed offerta.

2. Cosa puo' fare il piccolo editore oggi per far conoscere il suo catalogo e aspirare ad una visibilità maggiore in libreria che qualche volta potrebbe significare qualche copia in piu' venduta?

Il problema di fondo è la promozione. Difficilmente un piccolo editore può aspirare a grandi recensioni e altrettanto difficilmente ha a disposizione enormi budget pubblicitari.
Sicuramente il semplice invio del proprio catalogo non aiuta un libraio nella scelta... basti pensare a cosa si verificherebbe se i 2848 editori registrati in Italia inviassero un catalogo ad ogni libraio...
Alcuni circuiti informatizzati già esistono, ma riservati a coloro che possono permettersi dai 7 ai 15mila euri all'anno, e senza garanzia di risultato commerciale nè di visibilità.

3. in occasione di questa edizione della fiera vi siete presentati al pubblico ed agli operatori con il primo nuimero di X LIBRI. Cosa è e cosa si propone?

XLibri vuole andare in più direzioni ed offrire varie soluzioni promozionali, soprattutto a costi contenuti.
In pratica l'esperienza è importata da quello che già fa il gruppo Messaggerie con gli editori di cui è azionista, il trimestrale "il libraio"
Noi facciamo un giornale mensile, riservato ai piccoli e medi editori, con la possibilità di autogestire lo spazio, con programmazione sia di lancio delle novità sia di iniziative, sia dell'intera pubblicazione del catalogo.
Il giornale non solo raggiunge i librai, ma anche i loro clienti, con un a diffusione media di circa 25.000 copie.

4. A chi si rivolge Billbook?

L'idea di fondo dalla quale parte il portale è quella di andare oltre il semplice e-commerce.
Offrire servizi integrati sia agli editori sia alle librerie cercando di abbinare all'ide adel service distributivo anche, e soprattutto, un valido supporto promozionale.
L'ottica è ribaltata rispetto alla distribuzione tradizionale, che vede nel libraio il cliente finale.
Abbiamo invece immaginato la libreria come il punto di incontro tra editori e lettori; in questa visione del mercato editoriale il libraio è partner del distributore, e come tale va affiancato nel suo lavoro e supportato.
Soprattutto il suo spazio è limitato, e non può contenere deine di copie di ogni proposta di ciascun editore.
Il suo lavoro è prezioso, perchè è l'interlocutore diretto con il lettore, e spesso suo consigliere.
Il suo tempo è prezioso, e di certo non può sempre essere disponibile a valutare ogni nbuova proposta nell'esatto momento in cui il promotore passa nella sua libreria.
In questo senso abbiamo cercato di imaginare un servizio che offrisse la possibilità al libraio di essere sempre aggiornato sulle novità editoriali, sulle offerte promozionali e commerciali degli editori, possibilmente con delle anteprime da poter valutare, e soprattutto quando egli stesso lo avesse ritenuto opportuno.
Abbiamo in questo senso attivato, tra i vari servizi promozionali, una fax-list mensile di offerte, una fax-list quindicinale di novità editoriali, una sezione specifica internet accessibile comodamente e direttamente a qualunque ora; a ciò abbiamo abbinato mailing quindicinali ed un servizio commerciale che consentisse al libraio di effettuare i propri ordini e le proprie prenotazioni comodamente ed in qualsiasi momento, anche di una sola copia di un solo testo!
Un servizio ovviamente a disposizione della libreria, che diviene così elemento centrale dell'incontro editoriale.
Strumento di ricerca bibliografica e di approfondimento, oltre che utile strumento di ricerca di informazione ed informazioni.
A questi strumenti abbiamo abbinato questo giornale, XLibri, dedicato a recensioni, editoriali e promozione editoriale in genere.
Per la prima volta viene proposto gratuitamente ai lettori un prodotto del genere, ed offerto proprio lì dove è giusto che i libri si vendano e si ricerchino: in libreria.
Offerte speciali, novità editoriali, anticipazioni e nuove proposte gratuitamente offerte, ogni mese, dal proprio libraio di fiducia ai propri clienti più assidui.
Un'occasione in più per parlare di libri, e richiedere sempre di più e soprattutto un servizio sempre migliore.

5. Come sono strutturati i servizi?

Un facile sistema di accesso e di autenticazione per personalizzare il proprio rapporto.
Uno standard semplice e sicuro che non richiede la comunicazione di dati “sensibili” quali carte di credito e numeri di conto corrente; spedizioni celeri e con costi imbattibili e trasparenti.
Un sistema facile e sicuro non solo per i propri acquisti, ma anche e soprattutto per le proprie ricerche bibliografiche e per essere sempre aggiornati su quello che succede nel mondo dell’editoria.
Un servizio indispensabile per quei lettori che non si accontentano, per quelle librerie esigenti che vogliono offrire sempre di più e sempre il meglio ai propri clienti, un valido supporto per quegli editori che vogliono andare oltre la propria distribuzione ed essere presenti ovunque senza lasciare quello che hanno.

Iscriversi ai mailing informativi è facile e soprattutto gratuito, basta inviare una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure inviarci un fax o una richiesta compilando i moduli in ultima di copertina.
Per entrare "in rete" con billbook basta invece seguire le semplicissime indicazioni sul nostro sito, http://www.billbook.it compilare con tutti i dati richiesti le maschere e... buona navigazione!
Potrete in ogni momento verificare lo stato degli ordini, verificare la posizione contabile, modificare le condizioni di pagamento, rateizzare gli importi, ordinare anche quantitativi minimi di libri con sconti più che competitivi; ricevere e verificare le offerte promozionale del mese e gestire in tutta serenità il vostro negozio.
Potrete richiederci di essere segnalati per eventuali presentazioni ed organizzare con noi spazi eventi.
Una vasta gamma di servizi, completamente gratuiti, per gestire al meglio la propria attività e soprattutto per offrire sempre il meglio ai propri clienti.

Ma billbook è anche un semplice e comodo servizio di ricerca bibliografica, per autori e generi ed editori.
Un utile strumento per chi studia, con offerte particolarmente vantaggiose per gli studenti delle classi superiori e universitari.
Un punto di riferimento per i lettori più accaniti, ci sono dedicate pagine di recensioni e servizi di chat, oltre ad una serie
di servizi tutti da scoprire.
Un valido aiuto per chi, per i più diversi motivi, vuole ricevre comodamente a casa prorpia libri ed informazioni editoriali.
Il tutto senza dover lasciare i dati della propria carta di credito o dei proprio conto corrente.
Un mondo di servizi per facilitare la vita di chi legge!

Billbook vuole essere principalmente una nuova prospettiva per gli editori.
Una vasta gamma di servizi dalla promozione alla distribuzione alla logistica per rendere agevole la vita in un settore senza mezzi termini difficile.
Un nuovo modo di rapportarsi al mercato, senza le preclusioni dettate dalla grandezza o dal fatturato.
Un momdo di fare conoscere le proprie proposte al pubblico tecnico e non, attraverso una selezione di servizi efficaci, in grado di supportare ogni fase dell'attività editoriale, sia nel proprio rapporto con i lettori, sia con le librerie, e soprattutto sia sotto il profilo promozionale che sotto quello distributivo.
Un modo semplice ed elastico di gestire la propria casa editrice sfruttando al meglio le possibilità di partnership e quelle offerte dalle nuove tecnologie.
Soprattutto un servizio che non richiede quantitativi minimi e che si va ad affiancare alla eventuale distribuzione cui si affida normalmente l'editore.
Un modo per offrire qualcosa dippiù senza dare nulla di meno ma soprattuto senza togliere nulla!


6- Si parla sempre piu' di libri elettronici, anche se da piu' parti si sottolinea il legame al cartaceo. Come intende billbook, coniugare le nuove istanze tecnologiche con il vecchio sistema di far esser presente il libro, cartaceo, sui banchi delle libreire

Non si deve mai confondere il mezzo con il fine o con l'oggetto finale.Quando venne la Radio si pensava che l'epoca dei giornali fosse finita, e quando venne la televisione ancora dippiù...
Invece si è capito che la Radio era uno strumento preciso con una sua dimensione, che il giornale aveva funzioni diverse e che si doveva perciò tarsformare, e soprattutto che la televisione non sostituiva tutto, ma copriva delle esigenze... Il libro "elettronico" sarà di certo un utilissimo strumento di trasmissione delle idee e delle innovazioni, si pensi ad esempio al passagio di informazioni tra istituti di ricerca.
E di certo sarà un validissimo strumento di lavoro, consentendo il trasporto di voluminosissime relazioni in pochissimo spazio...
Ma tutte queste cose non sono sinonimo di libro, che da quando esiste la scrittura è l'unico oggetto che non è mai stato sostituito con altro, per quanto sia stato sempre migliorato e perfezionato nella sua forma e nella tecnologia di realizzazione.

7.Una domanda che è anche un po ' il leit motiv di queste interviste raccolte in fiera, soprattutto ad editori: come crede si possa vincere la disaffezione dei lettori verso i libri?

Secondo me non c'è una disaffezione verso i libri, certamente nelle librerie c'è sempre meno varietà di offerta e, qualitativamente, ad un prezzo eccessivo. Inoltre i tempi della vita quotidiana si sono enormemente accelerati, il che ha portato a meno possibilità di passare in libreria a cercare qualcosa di interessante.
Solo negli utlimi anni, cogliendo questo fenomeno, si vedono sintomi di miglioramento, sia attraverso la vendita via internet, sia con iniziative come l'apertura delle librerie anche il fine settimana.

8. Come le è sembrata questa fiera alla sua prima presenza come distributore?

Sicuramente interessante da un punto di vista professionale; qualche perplessità sulla capacità di orientarsi da parte del publico, dal momento che non vi erano particolari aree e disposizioni tematiche.
Professionalmente i migliori incontri sono stati quelli in cui, sentendo le esigenze di tutti, abbiamo ulteriormente migliorato le proposte di servizio, come potrete vedere già da qualche mese.

 

Acquista libri su IBS

Titolo:
Autore:
Editore:
Argomento:
Esegui la ricerca: