FFF

By PLAVEB
Lista site-parade

Login Utente

             |

 

Ricerca Google libri

Iscriviti alla newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter. No account yet? Register

Informazioni: come pubblicare

Se non sai come pubblicare i tuoi articoli su NonSoloParole.com leggi questa guida.

You are here:   Home Profili

A settant'anni dalla morte: Garcia Lorca di Edvino Ugolini

Martedì 16 Novembre 2010 14:51 Admin -
Stampa
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

A settant'anni dalla morte: Garcia Lorca  di Edvino Ugolini

A settant’anni dalla morte: Garcia Lorca
di Edvino Ugolini

In questi tempi di mortificazione culturale e morale, è bene ricordare un grande poeta e uomo: Federico Garcia Lorca. Uno dei maggiori poeti del ventesimo secolo, trucidato dagli sgherri di Franco, perché fermamente convinto che il popolo spagnolo non dovesse cadere sotto la tirannia del fascismo. Un uomo che ebbe dalla sua non soltanto la creatività del grande poeta ma anche il coraggio di lottare per una giusta causa.

In questi tempi, dove assistiamo alla mercificazione della cultura e dove fioriscono festival e convegni letterari e la cultura diventa un business, ricordiamo i poeti e i letterati che hanno vissuto non solo per la loro arte ma per il bene comune dell’umanità. Garcia Lorca faceva parte di questa categoria di uomini che pongono la propria onestà e il proprio intelletto al servizio del popolo e del suo benessere. Ma temo che queste mie parole suonano come un canto dimenticato e un richiamo gridato verso il nulla.


Federico Garcia Lorca è nato il 5 giugno 1898 a Fuentevaqueros vicino alla città di Granada in Spagna. Nel 1915 si iscrive alla facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Granada.
Nel 1918 pubblica il suo primo libro: “Impressioni e paesaggi”. Nel 1919 si trasferisce a Madrid per continuare gli studi. Nel 1921 pubblica la raccolta “Libro di poesie”. Nel 1928 fonda a Granada la rivista d’avanguardia “Gallo” che inizialmente ha un discreto successo. Nel frattempo esce il volume “Mariana Pineda”. Nel 1929 si reca a Parigi, Londra e infine a New York, dove si iscrive alla Columbia University e vi rimane per un anno. Il 12 aprile del 1931 partecipa in prima fila ad una manifestazione repubblicana a Madrid. Nel 1932 tiene varie conferenze recita in tutta la Spagna fra cui “Poeta a New York” e nasce la pièce “Nozze di sangue” che viene portata in scena l’anno dopo. E’ tra i primi firmatari di un manifesto contro la barbarie fascista di Hitler.
Nel 1936 escono in volume “Nozze di sangue” e “Prime canzoni”. Compone in pochissimo tempo il dramma “La casa di Bernarda Alba”. Il 17 luglio scoppia la guerra civile spagnola. Il 19 agosto viene rapito e assassinato nei dintorni di Granada.

OPERE DI GARCIA LORCA
Poesia
Libro de poemas, Maroto, Madrid, 1921.
Oda a Salvador Dalí, in «Revista de Occidente», ivi, aprile 1926.
Canciones (1921-24), Litoral, Málaga, 1927.
Romancero gitano (1924-27), in «Revista de Occidente», Madrid, 1928.
Poema del cante jondo (1921-22), CIAP, ivi, 1931.
Oda a Walt Whitman, México, 1933.
Llanto por Ignacio Sánchez Mejías, Cruz y Raya, ivi, 1935.
Seis poemas galegos, Ed. Nos., Santiago de Compostela, 1935.
Primeras canciones (1922), Ed. Héroe, Madrid, 1936.
Poeta en Nueva York (1929-30), Séneca, México, 1940.
Diván del Tamarit, Losada, Buenos Aires, 1940.
Prosa
Impresiones y paisajes, Traveset, Granada, 1918


***

Edvino Ugolini è nato a Trieste il 28 giugno 1950. Ha svolto gli studi in Germania e in Italia. Traduttore e docente.
Ha pubblicato le raccolte “Vita e Morte” con la Nuovi Autori di Milano nel 1983, “Bagliori” con Antonio Giacomini di Udine nel 2000, “Poesie Ribelli” nel 2001 e “Intrecci” nel 2003, entrambe con la Multimage di Firenze.
Una selezione di liriche tratte dalle quattro raccolte è stata tradotta in inglese da Jack Hirschman che ha curato anche la prefazione della raccolta “Intrecci” ed è uscita nel mese di gennaio del 2004 negli Stati Uniti con il titolo “Incandescences” edito da Marimbo di Berkeley (USA).
Nel 2001 ha presentato lo spettacolo teatrale “A Bagliori” tratto dall’omonimo libro.
Ha costituito nel 2004 una associazione culturale dal nome “Vortici” con sede a Trieste e ha fondato la Rete degli Artisti per la Pace che ha promosso iniziative per la pace in Italia e all’estero. Ultima nata l’Associazione Penombre che si occupa principalmente di poesia.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.edvinougolini.it

 

Acquista libri su IBS

Titolo:
Autore:
Editore:
Argomento:
Esegui la ricerca: