Il ‘grande dibattito’ è quel tema mai affrontato che da anni ormai gira attorno al club di Bilbao, come uno spettro nefasto. Parliamo di una squadra che milita in prima divisione dal 1928, anno di fondazione del campionato spagnolo a girone unico, e che solo due volte nella storia è stata veramente vicina alla prima, clamorosa retrocessione. La questione identitaria ha sicuramente un peso, nell’ambito strettamente basco, specialmente in un’epoca in cui gli indipendentisti stanno vedendo crescere i propri consensi: sebbene il Partito Nazionalista Basco, da tempo al comando della regione, abbia visto calare i propri consensi negli ultimi quindici anni, il peso complessivo dei partiti indipendentisti è passato dal 42% del 2015 al 66% dello scorso luglio. via Garofalo 31 Real Unión. È l’Athletic Bilbao, la squadra del capoluogo della Biscaglia, in Spagna, in cui per statuto possono giocare solo calciatori baschi. I quattro gol di Son su altrettanti assist di Kane sembravano un semel in anno di questo calcio mutevole e compresso in cui può capitare che …, Rivista Undici A inizio Novecento, una limitazione del genere non era un problema enorme: non erano molti i calciatori che si trasferivano in altri paesi per giocare a calcio e il rapporto tra una squadra e il suo territorio era più forte. Per i suoi giovani più promettenti il club segue un processo logico. Il mercato si riduce così a giocatori di medio livello o a ritorni di vecchi glorie (al momento si sta cercando di riportare a casa il 32enne Javi Martínez dal Bayern Monaco). Per i calciatori che ci hanno giocato, i dirigenti che ci hanno lavorato e per i tifosi che lo seguono, l’Athletic è molto di più che una semplice squadra di calcio. Ed è indubbio che molto del successo di cui gode oggi sia dovuto quasi esclusivamente alla sua politica. I Paesi Baschi hanno una popolazione di circa 2 milioni di abitanti, all'incirca quanto Roma o Napoli più paesi limitrofi, per cui pensando a questi numeri è un grandissimo risutato. They are known as Los Leones (The Lions) because their stadium was built near a … Perché mai come oggi l’Athletic Club deve fare i conti con un problema di carenza di risultati e, ancor più, di gioco: tre punti in quattro partite, penultima posizione in classifica. C’è una squadra nel campionato di calcio spagnolo che si rifiuta di competere alla pari con tutte le altre squadre professionistiche d’Europa. Tra tutti, il più atteso era senza dubbio Williams. It shows all personal information about the players, including age, nationality, contract duration and current market value. Le sue origini sono infatti britanniche. L’Athletic Club di Bilbao rappresenta un caso unico nell’intera storia del calcio mondiale, scrisse L’Equipe in un editoriale degli anni ‘60. Chi non se la sente di essere così critico ricorda che il campionato è appena iniziato, e che il periodo è particolare sotto tutti i punti di vista a causa della pandemia. 0 - 0. La grande paura non consiste tanto nel rischiare di inimicarsi i nazionalisti baschi, quanto piuttosto di diventare un club come tutti gli altri, perdendo l’appeal nei confronti dei fan e dei media stranieri. Anche se sulla sua valutazione ha inciso soprattutto il fatto di essere stato ceduto a una squadra del campionato più ricco del mondo, dove i prezzi sono inevitabilmente gonfiati se paragonati a quelli degli altri maggiori campionati d’Europa, resta il fatto che nessun’altra squadra al mondo aveva mai incassato così tanto per un portiere come l’Athletic Bilbao. sono inevitabilmente gonfiati se paragonati a quelli degli altri maggiori campionati d’Europa, Fabio Scozzoli ha vinto l'argento agli Europei nei 50 metri rana, La morte che diede inizio alla primavera araba. Una volta usciti dalle giovanili, i migliori passano almeno un anno nel Bilbao Athletic, la squadra riserve che gioca nella terza serie del campionato spagnolo. Athletic Bilbao is an association football club based in Bilbao, in Biscay in the Basque Country of Spain. Mentre nei Paesi Baschi si cerca di discutere delle crepe di un progetto societario unico, che però sta trasformandosi in una prigione («Potremmo essere un Liverpool, un Siviglia, un Borussia Dortmund» ha scritto polemicamente Noriega), la stampa straniera continua a esaltare il modello del club di Bilbao, al punto che lo scorso maggio Rory Smith scriveva sul New York Times che quello dell’Athletic dovrebbe essere l’esempio da seguire per tutti. L’ultimo – il portiere Kepa Arrizabalaga – è stato comprato pochi giorni fa dal Chelsea per l’equivalente di 80 milioni di euro. Berchiche, naturalmente, è nato a Zarautz, Paesi Baschi. As of 2012, Athletic has played for 82 years in the Primera División, the top tier of Spanish football, and is one of only three clubs, the others being Real Madrid … «È il momento di aprire il grande dibattito». La libertà di vincoli sulla rosa può essere perseguita in maniera oculata, limitandosi a rinforzi esterni necessari per solidificare una rosa di talenti locali, che continuerebbe a restare la base del club. Quando la regola fu approvata, non erano pochi i club nel mondo a fare affidamento solo sui talenti locali, ma negli anni le cose sono cambiate. Il problema semmai è che l’Athletic vive in un paradosso: ha un grande potenziale economico, dovuto alle grandi plusvalenze (nel 2018, Laporte è stato ceduto al City per 65 milioni, e Kepa Arrizabalaga al Chelsea per 80, solo per citare due casi recenti), ma non può reinvestire questi soldi sul mercato, visto che la maggior parte dei talenti baschi disponibili spesso sono già in squadra. Squad size: 28 . Watch Queue Queue Il discorso, per adesso, resta limitato ai media locali: la dirigenza sembra ancora dell’idea che sia meglio retrocedere che rinunciare alla propria politica di trasferimenti. Riuscirebbe una squadra composta da giocatori di una stessa regione ad arrivare in una finale di una competizione continentale? L’autarchia basca, a lungo, ha dato i suoi frutti. The club's first entry into an official competition organised by the Union of European Football Associations (UEFA) was the European Cup in 1956–57 (its second edition) as national champions; they reached the quarter-finals. A detta di molti ex giocatori, questo crea dei gruppi molto uniti e risoluti. Travel with your team. Ambidextrous, the attacking midfielder was mainly known for his skills and shooting ability. Dalla parte dei tradizionalisti, pende un fatto indiscutibile: i Paesi Baschi sono la zona della Spagna che da sempre produce il maggior numero di calciatori di alto livello. The club was a founder member of the Spanish league, better known as La Liga, in 1928, and has won the league championship eight times. Athletic Bilbao : Address: Alameda de Mazarredo 23: 48009 Bilbao-Bilbo (Bizkaia) Spain: Tel: +34 (94) 4240877: Fax: +34 (94) 4233324: Website: www.athletic-club.eus: Founded: Nov 30, 1897: Members: 44.560 Athletic Club, commonly known as Athletic Bilbao or just Athletic ( Basque: Bilboko Athletic Kluba / Spanish: Athletic Club de Bilbao ), is a Spanish professional football club based in the city of Bilbao in the Basque Country in Spain. L’Athletic Bilbao non è solo uno dei tre club spagnoli – assieme a Barcellona e Real Madrid – a non essere mai retrocesso, ma ha anche vinto diversi titoli. [TEAMS] Stats creazione giocatori baschi per ML. View detail. Player: Álex Berenguer, In talks with: Athletic Bilbao, Posts: 1, Probability: ?, Market value: €4.80m Anche perché, volendo considerare il discorso unicamente sotto il profilo politico, c’è da riconoscere che la Real Sociedad riesce benissimo ad avere sostenitori indipendentisti (Arnaldo Otegi, leader della sinistra abertzale, è un noto tifoso dell’Erreala) pur agendo liberamente sul mercato. I calciatori che arrivano in prima squadra si trovano a giocare al fianco di compagni cresciuti negli stessi posti. Athletic Bilbao, 6 giocatori positivi al Covid | Il Milanista Pubblicità Ogni due, tre stagioni, la società riesce a vendere un giocatore già pronto per un grande club europeo. Ai profani potrà sembrare una decisione abbastanza semplice da prendere, visti i recenti risultati: l’anno scorso, i baschi hanno chiuso la Liga all'undicesimo posto; è dal 2014 che non arrivano tra le prime quattro, e prima di allora l’assenza dai vertici – ossia dalla Champions League – durava dal 1998. Ci sono eccezioni: quest’anno la società ha per esempio comprato il terzino Yuri Berchiche dal Paris Saint-Germain per circa 20 milioni di euro. 2 - 0. In Italia sarebbe possibile una cosa del genere secondo voi? The policy also extends to Athletic's reserves, their farm team CD Basconia, their youth teams and their women's football department. Ma l’Athletic odierno, inteso come club di calcio, è logicamente più tiepido sul discorso politico e deve gran parte della sua forza mediatica – fuori scala rispetto ai successi in campo – al mito del proprio modello di reclutamento autarchico, che non ha eguali al mondo, per lo meno a certi livelli. Con la vendita di Kepa – come è comunemente chiamato – la società ha inoltre realizzato una plusvalenza enorme: il portiere è infatti nato a pochi chilometri da Bilbao e ha giocato per l’Athletic fin dalle giovanili. Kane e Son stanno incendiando la Premier League, Come il Lipsia è diventata una delle squadre più temute in Europa, Il 5-2 Tottenham in casa del Southampton a metà settembre sembrava la classica partita dell'era pandemica, una gara folle in cui a dominare è l’irripetibilità (presunta) di certe situazioni. Lo ha scritto, parafrasando un po', Txelu Noriega, contributor de El Desmarque. Ma la finale – un attesissimo derby contro la Real Sociedad, che nel frattempo sta vivendo un momento d’oro, è arrivata sesta nella Liga lo scorso anno e attualmente occupa la terza posizione – non è ancora stata disputata a causa del Covid. Più di recente, Ernesto Valverde è arrivato a vincere la Supercoppa spagnola del 2015, primo trofeo dopo trent’anni di digiuno. Lo ha scritto, parafrasando un po', Txelu Noriega, contributor de El Desmarque. Questa regola, apparentemente illogica per un club professionistico, non ha però impedito al club di essere per decenni uno dei più vincenti in Spagna: l’Athletic è la quarta squadra con più titoli nazionali vinti (8), una delle tre ad aver sempre giocato in prima divisione – con Real Madrid e Barcellona – e quella da cui sono usciti alcuni dei più forti calciatori spagnoli degli ultimi anni. La forza del calcio basco, però, adesso è parte del problema. Visto il livello dei giocatori usciti e la portata dei trasferimenti di alcuni di loro, in molti si chiedono come faccia a funzionare così bene l’accademia basca. This video is unavailable. L’evoluzione del business del calcio e la sentenza Bosman del 1995 hanno cambiato le cose per tutti i club che puntavano sui settori giovanili, ma l’Athletic è stato quello che meglio di tutti vi ha fatto fronte, proprio grazie al suo forte spirito identitario. Quattro anni fa la squadra cedette al Manchester United il suo centrocampista Ander Herrera per i 36 milioni di euro previsti dalla sua clausola; due stagioni prima era toccato al difensore Javi Martinez, venduto al Bayern Monaco per 40 milioni di euro, anche qui in presenza di clausola. Athletic Bilbao, 6 giocatori positivi al Covid | Il Milanista Negli ultimi dieci anni ha giocato finali nazionali ed europee, ha vinto una Supercoppa spagnola, ha battuto spesso Real e Barcellona e soprattutto ha raggiunto una solidità economica invidiabile, ottenuta principalmente grazie al suo settore giovanile, fondamentale per l’esistenza della squadra. E ogni qualvolta le cose andavano male, l’Athletic è stato capace di reagire: nel 2011 scommise su Marcelo Bielsa, che donò alla squadra un gioco spettacolare conducendola a una doppia finale di Coppa del Re ed Europa League. È dal 1912 che l’Athletic Club accetta nella sua squadra solo giocatori baschi, ma si fa sempre più strada l’idea che questo atteggiamento, oggi, sia divenuto anacronistico. 2nd Division B. Matchday 38. Dal 2015 al 2017 la squadra ha passato 667 giorni senza concludere un solo acquisto per la prima squadra. Negli anni, ha mantenuto quello che è uno dei vivai migliori al mondo per livello medio e si è imposto come il club di riferimento di una regione che travalica i confini spagnoli – il paese basco vero e proprio occupa anche parte della Francia. Ogni anno, quando ha bisogno di rinnovarsi o di coprire ruoli, la dirigenza si affida principalmente ai giocatori che ha in casa. The home of Athletic Bilbao on BBC Sport online. L'attuale crisi di risultati e la mancanza di prospettive mettono in discussione la storica politica di mercato fondata sull'autarchia. Il club si è via via aperto a un concetto di “basco” molto più ampio: prima agli stranieri figli di baschi (il venezuelano Fernando Amorebieta e il riojano Fernando Llorente, nel 2005), poi ai baschi figli di stranieri (l’angolano Jonás Ramalho, nel 2011, e il ghanese Iñaki Williams, nel 2014), e infine ai nipoti di baschi (l’aquitano Aymeric Laporte, nel 2012). Durante la dittatura franchista, l’Athletic divenne il principale baluardo per la difesa dell’identità basca; poi, il suo valore è divenuto quello di resistenza contro i cambiamenti del mondo del calcio e lo sviluppo di un business sempre più invasivo e da molti ritenuto contrario agli interessi dei tifosi. Pur ridimensionato dalle limitazioni imposte dal suo stesso statuto, l’Athletic Bilbao continua ad essere una delle squadre spagnole più seguite e importanti. Gli Zurigorriak oggi sono più che altro prigionieri di loro stessi. I baschi però vengono ricordati anche per aver partecipato nel 1984 a quella che viene definita "La Battaglia del Bernabeu" , famosa rissa che coinvolse alcuni giocatori dell'Athletic Bilbao e Diego Armando Maradona, allora giocatore del Barcellona. Nella nazionale del 1934, la migliore Spagna della storia dei Mondiali fino al trionfo del 2010, erano dodici su ventidue convocati, e l’Athletic Club era la squadra che dominava il calcio locale; nei decenni successivi, la regione basca è stata talmente prolifica da sostenere addirittura due club di prima fascia (l’altro è la Real Sociedad), che all’inizio degli anni Ottanta arrivarono addirittura a vincere quattro campionati consecutivi, due a testa. Il trasferimento lo ha reso il portiere più pagato nella storia del calcio professionistico e a Londra prenderà il posto occupato prima di lui da due grandi portieri: Petr Cech e Thibaut Courtois.

La Bibbia Nuova Riveduta Da Scaricare Gratis, Come Cucinare Armillaria Mellea, Lido Di Fermo Com è Il Mare, Fom Carnevale 2021, Tavoli Verdi Burraco Gratis, Colore Arancio O Arancione, Popolazione Toscana 2020, Peter Pan Riassunto, Rocky 4 Youtube, Abito Da Sposa Principessa Swarovski, Borgo Antico, Grottammare Menù, Salmone Indice Glicemico, Incrocio Sacro Di Birmania Regalo,