2002-2005. I settori formativi ai fini della mobilità professionale, come previsto dall’art. n.165/2001. 3. In caso di decesso del dirigente, l'Amministrazione corrisponde agli aventi diritto l'indennità sostitutiva del preavviso secondo quanto stabilito dall'art. n. 151 del 2001. Il dirigente licenziato ai sensi dell’art. Qualora nel giorno stabilito ricorra una festività od un sabato non lavorativo, il pagamento è effettuato il precedente giorno lavorativo. 1. Il dirigente ha altresì diritto ad assentarsi per 15 giorni consecutivi in occasione del matrimonio. Serie Generale n. 51 dell' 1/3/2002) 23/12/1999 CCNL comparto Regioni ed autonomie locali area dirigenza - parte normativa 1998/2001 e parte economica 1998/1999 Il mutamento degli incarichi dei dirigenti ha effetto dall’inizio di ogni anno scolastico o accademico. 2. 16 e 17, commi 1 e 2 del d. lgs. 7. 67 del 1997 convertito dalla legge 135 del 1997. 2. 21 del d. lgs. La contrattazione integrativa, nel definire le percentuali di cui al comma 3, terrà conto, in particolare, dei seguenti elementi: sede degli incarichi ricoperti, livello di responsabilità attribuito e grado di conseguimento degli obiettivi. In caso di mancato superamento della prova, il dirigente può rientrare, a domanda, nell’Amministrazione di comparto di provenienza, sulla base della disciplina prevista dal relativo CCNL. 06.32.483.231/232 Fax. 5. 10. Art. Per le trasferte fino a dodici ore e comunque non inferiori alle otto ore, compete solo il rimborso per il primo pasto. Le assenze previste dall'art. - l’art. 3. 6. 11 del predetto CCNQ e si costituisce secondo le procedure previste dall’art. L’ Amministrazione favorisce l'operatività del Comitato e garantisce tutti gli strumenti idonei al suo funzionamento. Il presente articolo si applica ai dirigenti comandati a prestare la propria attività lavorativa in località diversa dalla dimora abituale e distante più di 10 Km dalla ordinaria sede di servizio. La presente sezione speciale ai sensi dei CCNL del 30 settembre 1997 e del 23 dicembre 2004 si applica ai dirigenti del Ministero della salute appartenenti ai profili di medico chirurgo, veterinario, chimico, farmacista, biologo e psicologo, già inquadrati dal DPCM del 13 dicembre 1995 - nel I livello dirigenziale dei corrispondenti profili del Servizio Sanitario Nazionale, denominati poi “dirigenti” dalla data di entrata in vigore del d.lgs. Dopo tre anni di servizio agli stessi dirigenti spettano i giorni di ferie previsti nel comma 1. Le attività svolte ai sensi dell’art. 9. 1. 21 (Verifica e valutazione dei risultati dei dirigenti). 2. 653 c.p.p. 38 in tema di rapporti tra procedimento disciplinare e procedimento penale. 2 IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO RELATIVO AL PERSONALE DELL’AREA VII (DIRIGENZA DELLE UNIVERSITA’ E DEGLI ENTI DI SPERIMENTAZIONE E DI RICERCA) PER IL QUADRIENNIO NORMATIVO 2002/2005 ED IL BIENNIO ECONOMICO 2002… 5. Resta fermo quanto previsto dalla legge 336 del 1970 e successive modificazioni ed integrazioni. 35 (accordi di mobilità) per i dirigenti delle professionalità sanitarie del. 4: CONTRATTAZIONE COLLETTIVA INTEGRATIVA. n. 165 del 2001 ovvero quello di cui all’art. Ai dirigenti del comma 1, sono conferibili incarichi di struttura semplice, di natura professionale anche di alta specializzazione, di consulenza, studio e ricerca, ispettivi di verifica e di controllo. 2. 8. Qualora si realizzi il trasferimento ad altra amministrazione, il dirigente ha diritto ad un numero di mensilità risarcitorie pari al solo periodo non lavorato. 10. Al fine di salvaguardare le specificità operative dei dirigenti di cui al comma 1, le disposizioni della Parte Generale, qui di seguito individuate, sono così integrate: a) con riferimento all’art. Le procedure stesse si propongono, innanzitutto, la valorizzazione e lo sviluppo professionale del dirigente, prevedono la partecipazione al procedimento da parte del valutato, favoriscono il confronto e il dialogo tra valutatori e valutato, privilegiando nella misura massima possibile l’utilizzazione di dati oggettivi. 132 T.U. Per quanto non previsto dai precedenti commi, il trattamento di trasferta, ivi compreso quello relativo alle missioni all’estero, rimane disciplinato dalle leggi n. 836 del 18.12.1973, n. 417 del 26.07.1978 e DPR 513 del 1978 e successive modificazioni ed integrazioni, dalla legge n. 17 del 17.2.1985, dall’art 1, commi 213, 214, 215 e 216 della legge 23.12.2005, n. 266, nonché dalle norme regolamentari vigenti. Per i dirigenti di II fascia dipendenti dal Ministero della salute ed appartenenti alle professionalità sanitarie è, altresì, previsto quanto segue: A) Dirigenti di II fascia di tutte le professionalità sanitarie (medici, veterinari, biologi, chimici, farmacisti, psicologi): 1) ai dirigenti delle suindicate professionalità, già in servizio alla data del 24.12.2004, è conservato, a titolo di assegno personale non riassorbibile, l'importo annuo lordo per tredici mensilità di € 6.713,94 quale differenza tra lo stipendio tabellare a suo tempo attributo dal CCNL del 30 settembre 1997 come dirigenti di II livello del SSN rispetto a quello di dirigente del comparto Ministeri. 3. CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO 2002-2005 2002-2005 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO - VETERINARIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE NORMATIVA QUADRIENNIO 2002/2005 E PARTE ECONOMICA BIENNIO 2002-2003 INDICE PARTE I – NORMATIVA TITOLO I – Disposizioni generali CAPO I Articolo 1 Campo … Prima di procedere alla definitiva formalizzazione di una valutazione non positiva, il Direttore regionale acquisisce in contraddittorio le deduzioni del dirigente interessato. Con riferimento all’art. 1.Per ogni controversia relativa al personale del presente Titolo, la competenza è del Foro di Roma. 1. L'intervento della Consigliera/del Consigliere dovrà concludersi in tempi ragionevolmente brevi in rapporto alla delicatezza dell'argomento affrontato. In via eccezionale l’incarico o il rinnovo può essere di durata inferiore a tre anni nel caso di collocamento a riposo del dirigente in data antecedente ai predetti tre anni. In base alle risultanze della graduazione le singole amministrazioni attribuiscono un valore economico ad ogni posizione dirigenziale prevista nell’assetto organizzativo delle amministrazioni medesime, tenendo comunque conto delle fasce economiche e dei parametri indicati all’art. 1. periodo : 2002-2005 – 2002-2003. area : DIRIGENTI AREA 1. firma: 21 APRILE 2006. 3. L'estinzione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato, superato il periodo di prova, oltre che nei casi di risoluzione per causa di malattia già disciplinati nel precedente Titolo, ha luogo: a) per cessazione, al compimento del limite massimo di età previsto dalle norme di legge applicabili nell'Amministrazione; e) per perdita della cittadinanza, nel rispetto della normativa comunitaria in materia; ART. 1. 70: Personale in particolari posizioni di stato. La partecipazione alle iniziative di formazione, inserite in appositi percorsi formativi, anche individuali, viene concordata dall'amministrazione con i dirigenti interessati ed è considerata servizio utile a tutti gli effetti. I termini di preavviso decorrono dal primo o dal sedicesimo giorno di ciascun mese. OGGETTO: - CCNL dell’area della dirigenza medico – veterinaria del Servizio sanitario nazionale Parte normativa quadriennio 2002-2005 e parte economica biennio 2002-2003. A decorrere dalla data della richiesta, i procedimenti di mobilità di ufficio o di messa in disponibilità eventualmente avviati dalle Amministrazioni nei confronti di propri dirigenti sono sospesi per 60 giorni. Durante il periodo in cui si svolge la concertazione le parti non assumono iniziative unilaterali sulle materie oggetto della stessa. 2. In caso di dimissioni del dirigente i termini di cui al comma 1 sono ridotti ad un quarto. Qualora l'arbitro, con motivato giudizio, accolga il ricorso, dispone a carico dell'Amministrazione una indennità supplementare determinata, in relazione alla valutazione dei fatti e delle circostanze emerse, tra un minimo pari al corrispettivo del preavviso maturato, maggiorato dell'importo equivalente a due mensilità, ed un massimo pari al corrispettivo di ventiquattro mensilità. Il dirigente inviato in trasferta ai sensi del presente articolo ha diritto ad una anticipazione non inferiore al 75% del trattamento complessivo presumibilmente spettante per la trasferta. 39: SOSPENSIONE CAUTELARE IN CASO DI PROCEDIMENTO PENALE. 5 della L.53/2000, fermo restando quanto previsto dal successivo art.6, ai dirigenti con anzianità di servizio di almeno cinque anni presso la stessa Amministrazione, possono essere concessi, a richiesta, congedi non retribuiti per la formazione nella misura percentuale annua complessiva del 10 % del personale in servizio, presente al 31 dicembre di ciascun anno, con arrotondamento all'unità superiore. a), b) c) e d). 74 (Campo di applicazione) appartenenti alle professionalità sanitarie di medico chirurgo e di veterinario, è confermata nelle seguenti voci: b) indennità integrativa speciale confermata nella misura in godimento, salvo quanto disposto dal comma 6 del presente articolo; c) indennità di specificità medico-veterinaria; d) retribuzione di posizione minima contrattuale; e) retribuzione di posizione parte variabile; g) retribuzione individuale di anzianità. 47 del CCNL del 10 novembre 1997. La valutazione può essere anticipata in base a decisione del Direttore regionale nel caso di rischio di grave risultato negativo ipotizzabile prima della scadenza annuale. 4. Le politiche formative della dirigenza sono definite da ciascuna amministrazione in conformità alle proprie linee strategiche e di sviluppo. 2. 2. L’amministrazione corrisponde ai dirigenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato una tredicesima mensilità nel mese di dicembre di ogni anno. CCNL normativo 2006 – 2009 economico 2006 – 2007 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO relativo al personale dell’Area VII della dirigenza Università e Istituzioni ed Enti di Ricerca e Sperimentazione PER ILQUADRIENNIO NORMATIVO 2006-2009 E BIENNIO ECONOMICO 2006-2007 Il giorno 28 luglio 2010 alle ore 14.30 presso la sede dell’ARAN, ha avuto luogo l’incontro tra: l’ARAN … Area Dirigenziale Medica e Veterinaria Applicativo dei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro del 3.11.2005 (quadriennio normativo 2002-2005 – biennio economico 2002-03) e del 5.7.2006 (biennio economico 2004-05) e delle Linee-Guida della Regione Liguria ex articolo 9 CCNL 3.11.2005 (Deliberazione Giunta Regionale numero 1353 del 1.12.2006) In relazione al comma 3, lett. 58, comma 2 (Fondo per il finanziamento retribuzione di posizione e della retribuzione di risultato dei dirigenti di seconda fascia), la retribuzione di posizione è definita presso ogni Amministrazione al fine di assegnare ai dirigenti un trattamento economico correlato alle funzioni attribuite e alle connesse responsabilità. Sarà cura dell'Amministrazione promuovere un'azione di monitoraggio al fine di valutare l'efficacia del Codice di condotta nella prevenzione e nella lotta contro le molestie sessuali. 19, comma 5/bis del d. lgs. 1. Il dirigente può, inoltre, partecipare, senza oneri per l'Amministrazione, a corsi di formazione ed aggiornamento professionale che siano comunque in linea con gli obiettivi indicati nei commi che precedono. 9. 8. Comparto: Sanita' Area: Dirigenza medica e veterinaria Data: 03/11/2005 Tipo: CCNL Descrizione: Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro dell'area della dirigenza medico - veterinaria del servizio sanitario nazionale parte normativa quadriennio 2002/2005 e parte economica biennio 2002-2003. Tra queste ultime, assumono maggior rilievo l’art. Il periodo trascorso dal personale compreso nell'Area in posizione di comando, distacco, esonero, aspettativa sindacale, utilizzazione e collocamento fuori ruolo, con retribuzione a carico dell'Amministrazione del MIUR, è valido a tutti gli effetti come servizio di istituto, anche ai fini dell'accesso al trattamento economico accessorio. 1. Con riferimento all’art. Al fine di sviluppare, all’interno delle amministrazioni, l’orientamento ai risultati anche attraverso la valorizzazione della quota della retribuzione accessoria ad essi legata, al finanziamento della retribuzione di risultato per tutti i dirigenti di seconda fascia sono destinate parte delle risorse complessive di cui all’art. 3. Al di fuori dei casi previsti nel comma precedente, quando l'Amministrazione venga a conoscenza dell'esistenza di un procedimento penale a carico del dirigente per i medesimi fatti oggetto di procedimento disciplinare, questo è sospeso fino alla sentenza definitiva. Deve essere assicurata, da ciascun Ufficio Scolastico regionale, la pubblicità ed il continuo aggiornamento degli incarichi conferiti e dei posti dirigenziali vacanti e ciò anche al fine di consentire agli interessati l'esercizio del diritto a produrre eventuali domande per l'accesso a tali posti dirigenziali vacanti. In ogni caso copia dell'accordo di mobilità e del bando deve essere affissa nelle Amministrazioni cedenti ed in quelle riceventi, in luogo accessibile a tutti. In caso di rientro anticipato dalle ferie per impreviste necessità di servizio, il dirigente ha diritto al rimborso delle spese documentate per il viaggio di rientro in sede e per quello di ritorno al luogo di svolgimento delle ferie, nonché all'indennità di missione per la durata del medesimo viaggio; il dirigente ha inoltre diritto al rimborso delle spese sostenute per il periodo di ferie non goduto. 19, comma 6 e 23 bis del d.lgs. firmatarie del Contratto come peraltro previsto dallo stesso articolo 42. Quadriennio normativo 2002/2005 Biennio economico 2002/2003 INDICE GENERALE DEGLI ARTICOLI PARTE PRIMA - NORME COMUNI. 151/2001, alla dirigente o al dirigente, anche nell’ipotesi di cui all’art. Ai fini del compimento del periodo di prova si tiene conto del solo servizio effettivamente prestato. L’Amministrazione o il dirigente possono proporre all’altra parte la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro. 9. 49 del decreto legislativo n.165/2001, quando insorgano controversie sull'interpretazione del presente CCNL, le parti che lo hanno sottoscritto si incontrano per definire consensualmente il significato della clausola controversa, con le procedure di cui all’art. B) viene altresì aggiunta la seguente lettera: “f) indennità di specificità professionale”. 4. In caso di valutazione favorevole, il Direttore generale per la Promozione e Cooperazione Culturale conferirà ai candidati prescelti con specifico provvedimento un incarico per l'espletamento delle funzioni dirigenziali, in conformità di quanto previsto dall’art. Le Amministrazioni determinano la graduazione delle funzioni dirigenziali, cui è correlato il trattamento economico di posizione, ai sensi dell’art. Nel caso in cui le amministrazioni non abbiano sottoscritto la polizza assicurativa di cui al presente articolo, i relativi importi sono imputati, per il solo anno di competenza, sulle risorse destinate alla retribuzione di risultato. Avverso gli atti applicativi di cui all’art. 3. f), secondo quanto stabilito dal comma 4 septies del medesimo articolo. 4. 4. 20: VERIFICA DEI RISULTATI E VALUTAZIONE DEL DIRIGENTE. e), unitamente al proprio curriculum professionale e di servizio. Fermo restando il disposto del comma 8, le ferie disponibili all'atto della cessazione dal rapporto di lavoro per qualsiasi causa e non fruite dal dirigente per esigenze di servizio, danno titolo alla corresponsione del pagamento sostitutivo. Decorso inutilmente tale temine si prescinde dal parere. ART. Il dirigente può essere sospeso dal servizio con privazione della retribuzione anche nel caso in cui venga sottoposto a procedimento penale che non comporti la restrizione della libertà personale quando sia stato rinviato a giudizio per fatti direttamente attinenti al rapporto di lavoro o comunque per fatti tali da comportare, se accertati, il recesso ai sensi dell’art. Tale modalità di computo trova applicazione anche nel caso di fruizione frazionata, ove i diversi periodi di assenza non siano intervallati dal ritorno al lavoro del dirigente o della dirigente. 70, comma 1 del d.lgs. 55, la retribuzione di posizione è definita, per ciascuna funzione dirigenziale, nell'ambito del 85% delle risorse complessive del fondo, entro i seguenti valori annui lordi da corrispondere per tredici mensilità: a. dal 1.1.2002 € 1.529,07 e dal 1.1.2003 € 2.270,72 valore minimo (parte fissa); b. dal 1.1.2002 € 33.560 valore massimo (parte variabile). La misura dell’indennità può variare fino ad un massimo di 24 mensilità, comprensive della quota della retribuzione di posizione in godimento. In relazione all'importanza dell'invenzione rispetto all'attività istituzionale dell'amministrazione, la contrattazione integrativa può individuare i criteri ai fini della definizione di speciali compensi nell'ambito delle risorse destinate alla retribuzione di risultato.

Bellezza Nome Astratto, Aramaico Lingua Del Diavolo, Glass Prime Video, Canzoni Sulle Maschere Della Gente, Cerco Casa In Vendita A Bologna, Genertel Restituzione Scatola Nera, Morti In Tempo Reale Italia, Quiz Nome Rapper, Introduzione Al Diritto Dell'unione Europea Gaja Adinolfi 2019, Bailey Alla Ricerca Di Dory Che Animale E, Cognomi Nobili Bolognesi, Mercati Settimanali Venezia E Provincia, Resort Toscana Con Piscina,